Domenica 16 Maggio 2021 | 10:13

NEWS DALLA SEZIONE

Lotta al virus
È corsa ai vaccini in Puglia: in tilt sistemi online di prenotazione a Bari e Taranto

È corsa ai vaccini in Puglia: in tilt sistemi online di prenotazione a Bari e Taranto. Fimmg denuncia: «Fragili in attesa per disorganizzazione»

 
La Città vecchia
Taranto, Lavori a Palazzo Amati assegnato l’appalto

Taranto, Lavori a Palazzo Amati assegnato l’appalto

 
Ex Ilva
«L'aria di Taranto 20 volte più pulita di quella di Milano»

«L'aria di Taranto 20 volte più pulita di quella di Milano»

 
L'iniziativa
Taranto, raddoppiano gli spazi all'aperto per bar e ristoranti

Taranto, raddoppiano gli spazi all'aperto per bar e ristoranti

 
Il siderurgico
Ex Ilva, annunciato sciopero per il 21 maggio, coinvolti lavoratori diretti e dell'appalto

Ex Ilva, annunciato sciopero per il 21 maggio, coinvolti lavoratori diretti e dell'appalto

 
Migranti
Taranto, 250 minori non accompagnati arrivati da hotspot Lampedusa

Taranto, 250 minori non accompagnati arrivati da hotspot Lampedusa

 
Sicurezza sul lavoro
Taranto, fuga di gas questa mattina nell’area Altiforni dell'ex Ilva

Taranto, fuga di gas questa mattina nell’area Altiforni dell'ex Ilva

 
Immigrazione
Taranto, in arrivo 250 i minori non accompagnati da Lampedusa

Taranto, in arrivo 250 i minori non accompagnati da Lampedusa

 
Le dichiarazioni
Ex Ilva, Melucci a Roma in attesa pronuncia Consiglio di Stato: «Acciaio non vale più di una vita»

Ex Ilva, Melucci a Roma in attesa pronuncia Consiglio di Stato: «Acciaio non vale più di una vita»

 
L'operazione della stradale
Taranto, falsi incidenti per avere soldi dalle assicurazioni: 6 arresti

Taranto, falsi incidenti per avere soldi dalle assicurazioni: 6 arresti, anche un avvocato

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, in dubbio Celiento e Cianci per il derby con il Foggia

Bari calcio, in dubbio Celiento e Cianci per il derby con il Foggia

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariMusica
Il «Coraçao Vagabundo» di Guido e Francesca Di Leone

Il «Coraçao Vagabundo» di Guido e Francesca Di Leone

 
FoggiaSicurezza
Cerignola, esplose proiettili contro l'auto di un suo creditore: arrestato

Cerignola, esplose proiettili contro l'auto di un suo creditore: arrestato

 
PotenzaIl caso
Potenza, ladro ammanettato a un palo: la foto fa il giro del web

Potenza, ladro ammanettato a un palo: la foto fa il giro del web

 
LecceIl caso
Veglie, beccato con oltre 2kg di marijuana in auto : «L'ho trovata in un casolare»

Veglie, beccato con oltre 2kg di marijuana in auto : «L'ho trovata in un casolare»

 
BariLotta al virus
È corsa ai vaccini in Puglia: in tilt sistemi online di prenotazione a Bari e Taranto

È corsa ai vaccini in Puglia: in tilt sistemi online di prenotazione a Bari e Taranto. Fimmg denuncia: «Fragili in attesa per disorganizzazione»

 
BatIl percorso
Domani al via la Mezza maratona di Barletta

Domani al via la Mezza maratona di Barletta

 
MateraI dati
Covid 19, a Matera ci sono i primi segnali di ripresa per il turismo

Covid 19, a Matera ci sono i primi segnali di ripresa per il turismo

 

i più letti

controlli CC Forestale

Castellaneta, abbandona rifiuti speciali e li brucia su un terreno: nei guai 62enne

Tra i rifiuti bruciati anche teloni in plastica, cavi metallici e paletti di legno provenienti dallo smantellamento di un vigneto

Castellaneta, abbandona rifiuti speciali  e li brucia su un terreno: nei guai agricoltore 62enne

CASTELLANETA - Nelle campagne di Castellaneta, i Carabinieri Forestale di Marina di Ginosa hanno individuato all’interno di un terreno agricolo in località Borgo Perrone, sei cumuli di rifiuti dati alle fiamme. Nelle cataste erano presenti teloni di plastica, cavi metallici e paletti di legno provenienti dallo smantellamento di un vigneto. È stato, così, denunciato il responsabile del rogo, un 62enne conduttore dei terreni agricoli. L'accusa per lui è deposito incontrollato e combustione illecita di rifiuti speciali.

Quello della combustione dei teli in plastica è un grave problema che si sussegue con regolarità, in quanto le attività agricole fanno un uso intensivo di tali materiali che, dopo l’utilizzo, specialmente in questo periodo, vengono perlopiù abbandonati o bruciati. Comportamenti irresponsabili che provocano l’inquinamento dell’aria e del terreno e pongono in grave pericolo l’ambiente e la salute dei cittadini.

Ma, ovviamente, non è solo bruciando un telone che si danneggia l’ambiente, basta abbandonarlo sul suolo una volta utilizzato, un’abitudine che purtroppo non sembra causare problemi di coscienza negli agricoltori poco attenti a queste tematiche. Tale fenomeno avviene nonostante a livello nazionale ci sia  un ente preposto specificatamente allo smaltimento di rifiuti in polietilene. È il PolieCo, un consorzio obbligatorio e senza scopi di lucro, nato nel 1998, che in Puglia ha una settantina di centri convenzionati, che smaltiscono gratuitamente i teloni esausti e si occupano di inviarli ai centri preposti al riciclaggio. Lo smaltimento è gratuito perché il costo del materiale plastico al momento dell’acquisto tiene conto anche di un modico contributo ambientale. L’agricoltore attento al corretto smaltimento dei rifiuti è tenuto a portare personalmente ed a sue spese il materiale al centro convenzionato più vicino. Purtroppo in moltissimi casi questo non succede.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie