Sabato 26 Settembre 2020 | 00:59

NEWS DALLA SEZIONE

Al Frascolla
Taranto, docente positivo al Covid: sindaco chiude scuola sino al 7 ottobre

Taranto, docente positivo al Covid: sindaco chiude scuola sino al 7 ottobre

 
il siderurgico
Mittal Taranto, sicurezza impianti: al via focus sulle criticità

Mittal Taranto, sicurezza impianti: al via focus sulle criticità
Sindaco: «No differimento prescrizioni»

 
L'evento
Castellaneta, i segreti dei 100 anni di nonna Angela? Una vita in campagna

Castellaneta, i segreti dei 100 anni di nonna Angela? Una vita in campagna

 
L'annuncio
Covid, sindaco Sava annuncia su Fb: sono positivo e sto in ospedale

Covid, sindaco Sava annuncia su Fb: sono positivo e sto in ospedale

 
Un pregiudicato
Taranto, lancia dal balcone due pistole: in cella 35enne

Taranto, lancia dal balcone due pistole: in cella 35enne

 
la vertenza
Miattal Taranto, stop sciopero di domani: «C'è impegno ministro Patuanelli»

Mittal Taranto, stop sciopero di domani: «C'è impegno ministro Patuanelli»
«Nessun licenziato in Ilva As»

 
il rogo
Taranto, bruciano sterpaglie: incendio divampa vicino ponte Punta Penna

Taranto, bruciano sterpaglie: incendio divampa vicino ponte Punta Penna

 
L'incontro
Mittal Taranto, Patuanelli: «Serve sostenibilità su tutti i fronti»

Mittal Taranto, Patuanelli: «Serve sostenibilità su tutti i fronti»

 
indagini della Ps
Taranto, furti con spaccata: arrestato 28enne «tradito» dai tatuaggi

Taranto, furti con spaccata: arrestato 28enne «tradito» dai tatuaggi

 
L'inchiesta
Castellaneta, fiamme a concessionario per ripicca: «Lavori a un altro fabbro». Tre arresti

Castellaneta, fiamme a concessionario per ripicca: «Lavori a un altro fabbro». Tre arresti

 
L'appello
Taranto, il vescovo a Emiliano: su Ilva la pazienza della gente è finita

Taranto, il vescovo a Emiliano: su Ilva la pazienza della gente è finita

 

Il Biancorosso

serie c
Bari calcio, ds Romairone: «Dalla Coppa Italia buone indicazioni per prossimi acquisti»

Bari calcio, ds Romairone: «Dalla Coppa Italia buone indicazioni per prossimi acquisti»

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoAl Frascolla
Taranto, docente positivo al Covid: sindaco chiude scuola sino al 7 ottobre

Taranto, docente positivo al Covid: sindaco chiude scuola sino al 7 ottobre

 
LecceLe indagini
Fidanzati uccisi a Lecce, il killer aveva una mappa per evitare le telecamere

Fidanzati uccisi a Lecce, il killer aveva una mappa per evitare le telecamere

 
PotenzaL'iniziativa
Covid, da Shell 70mila mascherine per 14 comuni Val d'Agri e Sauro

Covid, da Shell 70mila mascherine per 14 comuni Val d'Agri e Sauro

 
Bariil raggiro continuato
Bari, ex barbiere truffa anziana: si fa consegnare 450mila euro in sei anni

Bari, ex barbiere truffa anziana: si fa consegnare 450mila euro in sei anni

 
Batambiente
Andria capannone incendiato, Arpa Puglia: «In corso indagini per definire inquinamento provocato»

Andria capannone incendiato, Arpa Puglia: «In corso indagini per definire inquinamento provocato»

 
Foggia«In vino veritas»
Torremaggiore, imprenditori agricoli vessati da richieste estorsive: due in manette

Torremaggiore, imprenditori agricoli vessati da richieste estorsive: due in manette

 
BrindisiControlli dei CC
Mesagne, a spasso con fucile, machete e munizioni: arrestato 29enne ghanese

Mesagne, a spasso con fucile, machete e munizioni: arrestato 29enne ghanese

 

i più letti

il caso

Taranto, imprenditore truffa la Regione: Avvocatura gli fa sequestrare casa

Un 46enne a processo perché accusato di aver indebitamente percepito denaro pubblico. Il tribunale: sta tentando di non restituire i soldi

Taranto, imprenditore truffa la Regione. L'Avvocatura gli fa sequestrare la casa

BARI - Stavolta non ci si accontenta più di qualche spicciolo. I soldi, fondi europei che non sarebbero stati utilizzati correttamente, verranno recuperati anche aggredendo l’abitazione di chi li ha ottenuti con il trucco. Per la prima volta la Regione alza il tiro, e ricorre alla giustizia penale per mettere le mani sui beni di un imprenditore.

La sezione feriale del Tribunale di Taranto (presidente Todisco, relatore Panico) alcuni giorni fa ha concesso alla Regione (con l’avvocato Francesco Zizzari) il sequestro conservativo dei beni di un 46enne, già a processo per truffa aggravata, malversazione e false comunicazioni sociali. L’imprenditore, titolare di uno stabilimento per la lavorazione dei prodotti ittici, nel 2011 aveva ottenuto dalla Regione un finanziamento di circa 700mila euro per la realizzazione di una linea di trasformazione e, nel 2012, altri 200mila euro per l’ammodernamento di un porticciolo nel quartiere San Vito. Ma a seguito di un’indagine della Finanza era emerso che per il primo finanziamento aveva presentato una fideiussione di una assicurazione ungherese sospesa e poi messa in liquidazione, mentre per il secondo aveva ottenuto un anticipo pari alla metà del finanziamento senza effettuare i lavori previsti.

A fine luglio la Regione, costituita parte civile per l’erogazione indebita dei fondi europei (l’imprenditore deve restituire alle casse pubbliche circa 150mila euro), si è rivolta al Tribunale segnalando che l’uomo ha donato alla moglie l’appartamento di sua proprietà su cui peraltro anche una banca ha chiesto la revocatoria. E facendo notare che il procedimento ordinario in questi casi, il pignoramento sui beni della società beneficiaria del finanziamento, era servito a recuperare la bellezza di 990 euro (il ricavato dalla vendita di un furgone): tempo e denaro sprecato. E dunque il Tribunale ha autorizzato non solo il sequestro conservativo del 100% delle quote della società, ma anche quello dell’appartamento che l’imprenditore ha cercato di sottrarre ai creditori «peraltro - è detto nel provvedimento - in data successiva all’emissione del decreto che dispone il giudizio»: una condotta che è «chiara espressione della volontà di sottrarre il bene al possibile futuro adempimento di obbligazioni civili».

La Regione dovrà ora attivarsi per l’esecuzione materiale del sequestro, che - per una volta - servirà a garantire le casse pubbliche. Sono centinaia ogni anno i finanziamenti - a valere sui fondi europei ma anche su quelli ordinari - che vengono revocati per irregolarità di vario genere. La garanzia dovrebbe essere la polizza fideiussoria che, però, in molti casi si rivela farlocca. Spesso dunque l’amministrazione pubblica resta con il cerino in mano, soprattutto se chi ha ottenuto i soldi è stato abbastanza scaltro da far sparire i beni. Ma l’Avvocatura della Regione stavolta ha giocato di anticipo, facendo ciò che normalmente fanno i giudici della Corte dei conti: è un segnale importante nei confronti di chi scambia i fondi pubblici con il bancomat dei furbetti. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie