Sabato 11 Luglio 2020 | 10:16

NEWS DALLA SEZIONE

dal 14 al 19 luglio
Tutto pronto per il Taranto Jazz Festival: Tosca è l'ospite d'onore della prima edizione

Tutto pronto per il Taranto Jazz Festival: Tosca è l'ospite d'onore della prima edizione

 
La novità
Asl Taranto acquista capannone per Cittadella del Carnevale

Asl Taranto acquista capannone per Cittadella del Carnevale

 
La decisione
Taranto, al via il piano contro le cozze straniere nel Mar Piccolo

Taranto, al via il piano contro le cozze straniere nel Mar Piccolo

 
Il caso
Manduria, bruciano 10 ettari di uliveto al sindaco: indagano i carabinieri

Manduria, bruciano 10 ettari di uliveto al sindaco: indagano i carabinieri

 
Sanità
Taranto, al via campagna vaccinazione anti pneumococcica

Taranto, al via campagna vaccinazione anti pneumococcica

 
la visita
Taranto, ministra Bellanova: «Agricoltura settore del futuro, occorre puntare sui giovani»

Taranto, ministra Bellanova: «Agricoltura settore del futuro, occorre puntare sui giovani»

 
La decisione
Sava, anziano perseguitato. In cinque a processo

Sava, anziano maltrattato e minacciato: in 5 a processo

 
Sondaggio on line
Taranto, Giochi del mediterraneo: scelta la mascotte, sarà «Ionios»

Taranto, Giochi del mediterraneo: scelta la mascotte, sarà «Ionios»

 
tragedia sfiorata
Taranto, detenuto incendi suppellettili nella cella: 8 agenti intossicati

Taranto, detenuto incendia suppellettili nella cella: 8 agenti intossicati

 
tragedia sforata
Mittal Taranto, incidente sul lavoro: 4 operai investiti da getto d'acqua a pressione

Mittal Taranto, incidente sul lavoro: 4 operai investiti da getto d'acqua a pressione

 

Il Biancorosso

calcio
Bari 13 luglio contro Ternana, ds Scala: «Sorteggio non molto favorevole»

Bari 13 luglio contro Ternana, ds Scala: «Sorteggio non molto favorevole»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatBeni storici
Canosa, chiesetta di Sant'Antonio da salvare

Canosa, la chiesetta di Sant'Antonio da salvare

 
BariIl caso
Bari, San Girolamo e bivacchi. La rabbia dei residenti

Bari, San Girolamo e bivacchi. La rabbia dei residenti

 
Materanel Materano
Gorgoglione, trovata statua rubata nel 2008 da Chiesa S.M. Assunta: verrà restituita

Gorgoglione, trovata statua rubata nel 2008 da Chiesa S.M. Assunta: verrà restituita

 
LecceIl Caso
«Nessun focolaio a Copertino. La famiglia ha seguito i protocolli»

Coronavirus, nessun focolaio a Copertino: famiglia contagiata ha seguito i protocolli

 
Tarantodal 14 al 19 luglio
Tutto pronto per il Taranto Jazz Festival: Tosca è l'ospite d'onore della prima edizione

Tutto pronto per il Taranto Jazz Festival: Tosca è l'ospite d'onore della prima edizione

 
PotenzaIl caso
Potenza, violenza sessuale: confermata condanna a farmacista «spione»

Potenza, violenza sessuale: confermata condanna a farmacista «spione»

 
BrindisiPolitica
Torchiarolo, sciolto il Consiglio. Viceprefetto Coluccia commissario

Torchiarolo, sciolto il Consiglio. Viceprefetto Coluccia commissario

 

i più letti

Il caso

Taranto, colpi di pistola in via Mazzini dopo diverbio. Arrestato «pistolero»: un 46enne

La sparatoria è avvenuta in agenzia di onoranze funebri. ferita una persona, ne avrà per 30 giorni

polizia

TARANTO -  Misterioso e inquietante episodio ieri pomeriggio poco dopo le 17 in via Mazzini, poco dopo l’incrocio con via Crispi. Qualcuno, al termine di una lite, ha esploso un colpo di pistola nei pressi di una agenzia di pompe funebri. È stata una telefonata giunta alla centrale operativa del 113 a dare l’allarme. Sul posto sono giunte diverse pattuglie della Squadra Volante, della Mobile e della Polizia Scientifica, mentre è toccato alla Polizia locale deviare il traffico per consentire i rilievi di rito.
In particolare, gli agenti della Scientifica hanno rinvenuto sull’asfalto una ogiva, che è stata repertata. Bisognerà ora stabilire se il colpo di pistola è stato esploso per terra oppure se l’ogiva è stata trovata sull’asfalto dopo essere rimbalzata contro la saracinesca di ferro dell’agenzia di pompe funebri, come indicato da alcuni passanti.

La pista più battuta è quella che conduce a dissapori di carattere familiare per questioni di interesse nel settore delle pompe funebri anche se naturalmente non si esclude nessuna ulteriore ipotesi.

L'ARRESTO - Gli inquirenti hanno subito avviato le indagini per risalire all’autore del gesto, il 46enne Attolino Giacomo, ritenuto responsabile di detenzione e porto illegale di arma e lesioni aggravate dall'uso dell'arma.

I fatti. Sono circa le 16, quando i poliziotti vengono informati di una violenta lite in via Mazzini, nei pressi della sede di una impresa di onoranze funebri. In quella circostanza sarebbero stati esplosi anche alcuni colpi di arma da fuoco.

Sul luogo teatro dell'evento viene ritrovato un bossolo calibro 7.65. Scattano immediatamente le indagini che consentono di identificare, in brevissimo tempo, le persone coinvolte nella vicenda: si tratta di tre persone  appartenenti a due famiglie concorrenti nel settore delle onoranze funebri.

Nonostante le reticenze, gli investigatori ricostruiscono l’intera dinamica dell’episodio. A seguito di un furibondo litigio nella sede di via Mazzini dell’impresa di onoranze funebri «Attolino», sarebbe stato proprio Attolino Giacomo a impugnare la pistola e esplodere alcuni colpi all’indirizzo del rivale,  ferito all'arto inferiore destro. Nel corso della lite, lo stesso era stato anche percosso con una mazza da baseball.

Per la vittima, trasportata presso il locale nosocomio, le lesioni sono state giudicate guaribili in 30 giorni. Per il 46enne si sono aperte le porte del carcere. Sono in corso ulteriori approfondimenti investigativi finalizzati a chiarire i motivi alla base dell’episodio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie