Martedì 22 Settembre 2020 | 03:10

NEWS DALLA SEZIONE

Il siderurgico
Arcelor Mittal, Ugl: sciopero il 24 a Taranto ma il governo deve dare risposte

Arcelor Mittal, Ugl: sciopero il 24 a Taranto ma il governo deve dare risposte

 
Emergenza Rsa
Ora 6 i morti per Covid-19 a Villa Genusia a Ginosa

Ora 6 i morti per Covid-19 a Villa Genusia a Ginosa

 
Vicenda depuratore
Manduria, reflui depurati in mare il «no» di Romina Power

Manduria, reflui depurati in mare il «no» di Romina Power

 
la protesta
Mittal Taranto, operai bloccano SS 100 davanti alla fabbrica

Mittal Taranto, rimosso blocco operai sulla SS 100: giovedì sciopero e sit-in a Roma

 
Elezioni 2020
Taranto, scrutatore con febbre sostituito: sezione n.69 chiusa e sanificata

Taranto, scrutatore con febbre sostituito: sezione n.69 chiusa e sanificata

 
il riconoscimento
Taranto, premio Satyricon a Diodato e ai medici

Taranto, premio Satyricon a Diodato e ai medici

 
Riciclaggio
Taranto, auto di lusso sequestrata dalla stradale

Taranto, auto di lusso sequestrata dalla Polstrada

 
controlli della ps
Taranto, città vecchia al setaccio: scattano denunce e perquisizioni

Taranto, città vecchia al setaccio: scattano denunce e perquisizioni

 
Tensione
Mittal Taranto, fermata impianti: sindacati pronti a mobilitazione

Mittal Taranto, fermata impianti: sindacati pronti a mobilitazione

 
Verso il voto
Regionali Puglia, Boschi a Taranto: «Votare è importante, rischi bassa affluenza»

Regionali Puglia, Boschi a Taranto: «Votare è importante, rischi bassa affluenza»

 
La decisione
Mittal Taranto, da lunedì stop attività in reparti Laf , zincatura e decapaggio: turni ridotti altrove

Mittal Taranto, da lunedì stop attività in reparti Laf , zincatura e decapaggio: turni ridotti altrove

 

Il Biancorosso

Calcio serie C
Il Bari accende la luce: la settimana degli esordi

Il Bari accende la luce: la settimana degli esordi

 

NEWS DALLE PROVINCE

Lecceduplice omicidio
Lecce, dopo accoltellamento muoiono un uomo e una donna: caccia al killer

Lecce, uomo e donna uccisi a coltellate: è caccia al killer. Possibile delitto passionale FOTO

 
FoggiaLa curiosità
Regionali, Emiliano vince in 2 comuni Foggiani di Conte: Fitto si impone solo a Candela

Regionali, Emiliano vince in 2 comuni Foggiani di Conte: Fitto si impone solo a Candela

 
BatIl rogo
Vasto incendio ad Andria: il sindaco invita i cittadini a chiudere le finestre

Vasto incendio ad Andria: il sindaco invita i cittadini a chiudere le finestre

 
BariL'iniziativa
Università, a Bari approda il festival nazionale dello sviluppo sostenibile

Università, a Bari approda il festival nazionale dello sviluppo sostenibile

 
TarantoIl siderurgico
Arcelor Mittal, Ugl: sciopero il 24 a Taranto ma il governo deve dare risposte

Arcelor Mittal, Ugl: sciopero il 24 a Taranto ma il governo deve dare risposte

 
PotenzaLa curiosità
Nuoto, a Potenza la piscina olimpionica sarà dedicata a Bud Spencer

Nuoto, a Potenza la piscina olimpionica sarà dedicata a Bud Spencer

 
Materacontrolli della ps
Policoro, era ai domiciliari e spacciava in casa eroina e cocaina: 30enne in carcere

Policoro, era ai domiciliari e spacciava in casa eroina e cocaina: 30enne in carcere

 
BrindisiIl caso
Fasano, rapina allo Zoosafari: ladri scappano con l'incasso

Fasano, rapina allo Zoosafari: ladri scappano con l'incasso

 

Le ragioni dei residenti

Taranto, per le case danneggiate dalle emissioni dell'ex Ilva decide la Cassazione

Udienza l’11 marzo. Ricorso dell’Ilva in As contro la condanna

Taranto, in quartiere Tamburi agenti inquinanti più alti rispetto al 2018

foto di repertorio

TARANTO - Finisce all’attenzione della Corte di Cassazione la sentenza con la quale la corte d’appello nel febbraio del 2018 ha confermato la sentenza con la quale il giudice Marcello Maggi, all’esito del procedimento civile di primo grado instauratosi dinanzi al tribunale di Taranto, aveva accolto la richiesta di risarcimento danni formulata, tramite l’avvocato Massimo Moretti, nel lontano 2008, dopo una fase stragiudiziale risalente al 2006, dai proprietari degli appartamenti dello stabile di via De Vincentis ed Ena scala B del quartiere Tamburi.

Il giudice Maggi, dopo aver esaminato le prove documentali offerte dai residenti e dal consulente tecnico d’ufficio (che ha compreso anche indagini chimico mineralogiche sulle polveri raccolte negli immobili e nei parchi minerali dell’Ilva e che ha dato atto della esistenza del nesso di causalità tra attività inquinante dello stabilimento Ilva e i danni lamentati dai proprietari degli immobili ubicati nel quartiere che si trova praticamente al cospetto dell’acciaieria più grande d’Europa), aveva condannato l’Ilva al risarcimento in favore degli attori del danno relativo alla «compressione del diritto di proprietà come diritto a godere in modo pieno ed esclusivo di un bene determinata dalla continuativa esposizione degli immobili degli attori al fenomeno immissivo», quantificato, in via equitativa, in un importo pari al 20% del valore degli immobili al momento della domanda, e quindi in importi compresi tra i 12 e i 16mila euro ad appartamento. Quella sentenza era stata però impugnata dall’Ilva già commissariata, impugnazione che la corte d’appello nel febbraio del 2018 fa ha rigettato integralmente, con la condanna dell’amministrazione straordinaria al pagamento delle spese di giudizio in favore degli appellati nonché, in ragione dell’integrale rigetto di tutti i sei motivi di appello, al versamento di un ulteriore importo a titolo di contributo unificato pari a quello dovuto per l’impugnazione. Sanzione però che evidentemente non ha frenato l’amministrazione straordinaria dell’Ilva che ha dato mandato ai suoi legali di ricorrere in Cassazione.

Il ricorso sarà esaminato il prossimo 11 marzo dalla terza sezione civile della Suprema Corte.
Tra le persone che dovranno essere risarcite, se la Cassazione confermerà la sentenza d’appello. c'è un operaio dell’Ilva in pensione, Salvatore De Giorgio, che viveva in via De Vincentis, a circa 200 metri dai parchi, e poi ha dovuto lasciare l’immobile per trasferirsi a Lizzano. Il suo medico gli diede un consiglio: «Se ne vada altrove finché è in tempo perché la situazione di Taranto è questa». «Il presidente della Repubblica - disse De Giorgio ai giornalisti - venga a Taranto per vedere la situazione. Non accetteremo più passerelle, vogliamo le cose concrete, ciò che si dice poi si deve fare».
Malgrado gli appelli alla politica e alla stessa gestione commissariale dell’Ilva, i proprietari delle abitazioni del rione Tamburi si sono sempre trovati al cospetto di un vero e proprio muro di gomma, senza alcuna possibilità quantomeno di giungere ad una transazione per definire la vicenda.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie