Sabato 24 Agosto 2019 | 15:28

NEWS DALLA SEZIONE

Al rione Salinella
Taranto, litiga con la convivente e scatena una rissa: arrestato

Taranto, litiga con la convivente e scatena una rissa: arrestato

 
Tre denunciati
Sava, villa di lusso con piscina abusiva, rubavano energia elettrica

Sava, nella villa di lusso con piscina abusiva rubavano energia elettrica

 
Dopo il Cinzella Festival
Gli Afterhours stregati da Taranto: Agnelli e D'Erasmo al MarTa

Gli Afterhours stregati da Taranto: Agnelli e D'Erasmo al MarTa

 
Il caso
Strage di pecore a Martina Franca: branco di lupi ne sbrana decine

Strage di pecore a Martina Franca: branco di lupi ne sbrana decine

 
L'offesa
Taranto, scritta contro dirigente Ugl: «Chicco Russo fascio infame»

Taranto, scritta contro dirigente Ugl: «Chicco Russo fascio infame»

 
Il caso
ArcelorMittal, Usb proclama sciopero: «ci sono microchip nelle tute»

ArcelorMittal, Usb proclama sciopero: «ci sono microchip nelle tute»
Veicolo si ribalta in reparto Irf

 
Al Santissima Annunziata
Nadia Toffa, da Taranto 30 mila firme per dedicarle reparto oncologico

Nadia Toffa, da Taranto 30 mila firme per dedicarle reparto oncologico

 
Il ritrovamento
Taranto, oltre 300 reperti archeologici recuperati dalla polizia

Taranto, oltre 300 reperti archeologici recuperati dalla polizia

 
Lavoro in nero
Castellaneta, 4 braccianti sfruttati nei campi per più di 10 ore al giorno: 3 denunce

Castellaneta, 4 braccianti sfruttati nei campi per più di 10 ore al giorno: 3 denunce

 
Inquinamento
Emissioni a Taranto, forse riaperte scuole ai Tamburi. Cisl: camino «fuma» ancora

Emissioni a Taranto, forse riaperte scuole ai Tamburi. Cittadini presentano esposto

 
Un 46enne
Massafra, perseguita la ex e il suo compagno: in cella

Massafra, perseguita la ex e il suo compagno: in cella

 

Il Biancorosso

IL PUNTO
Il Bari gioca la carta Schiavone ci sarà più qualità a centrocampo

Il Bari gioca la carta Schiavone
ci sarà più qualità a centrocampo

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaUn 49enne
Incendi, arrestato piromane nel Potentino: ha distrutto 6mila mq di vegetazione

Incendi, preso piromane nel Potentino: ha distrutto 6mila mq di vegetazione

 
FoggiaArrestato 22 enne
Foggia, picchia la compagna incinta e le dice: Muori tu e il bambino

Foggia, picchia la compagna incinta e le dice: Muori tu e il bambino

 
LeccePreso dai Cc
Spocchia, 18enne segue ragazza in locale e la violenta

Specchia, 18enne segue ragazza in locale e la violenta: in cella

 
MateraCarabinieri Forestali
Policoro Lido, sbancamento in area protetta: sequestrati 7 ettari di bosco

Policoro Lido, sbancamento in area protetta: sequestrati 7 ettari di bosco

 
BariDalla Polizia
Bari, in casa centrale dello spaccio: arrestato 33enne

Bari, in casa centrale dello spaccio: arrestato 33enne

 
TarantoAl rione Salinella
Taranto, litiga con la convivente e scatena una rissa: arrestato

Taranto, litiga con la convivente e scatena una rissa: arrestato

 
BatUn 43enne
Ruvo, in manette coltivatore di cannabis legale: valori superiori alla norma

Ruvo, in manette coltivatore di cannabis legale: valori superiori alla norma

 
HomeSulla strada 379
Scontro tra 2 auto sulla strada per Torre Canne: un morto e un ferito

Scontro tra 2 auto sulla strada per Torre Canne: un morto e un ferito

 

i più letti

I nodi dell'acciaio

Taranto, Arcelor Mittal apre all'intesa con il Comune

La multinazionale accoglie l'invito del primo cittadino, Melucci

Taranto, Arcelor Mittal apre all'intesa con il Comune

L'Ad Matthieu Jehl in chiesa a Taranto

In attesa di ridefinire il perimetro della sua maggioranza e rinominare la Giunta, magari incassando il sostegno degli alleati, degli amici e dei soci di una volta, il sindaco Rinaldo Melucci ottiene la risposta che cercava da ArcerlorMittal: «Abbiamo raccolto l’invito del Comune e stiamo lavorando a un Protocollo di intesa che sarà un’ulteriore e tangibile prova della nostra serietà» dice infatti in una nota la multinazionale dell’acciaio, formulando gli auguri alla città di Taranto per la festa patronale di San Cataldo.

L’azienda, che ha rilevato in fitto biennale finalizzato all’acquisto lo stabilimento siderurgico ex Ilva, ha partecipato per la prima volta, con l’amministratore delegato Matthieu Jehl, la responsabile delle risorse umane Annalisa Pasquini, il responsabile delle relazioni istituzionali Samuele Pasi e il direttore della comunicazione Patrizia Carrini, alla cerimonia di consegna simbolica della statua al sindaco e alla tradizionale processione a mare. «Abbiamo voluto essere presenti alla processione - si legge in una nota - per poter condividere con i tarantini un momento molto sentito. Siamo arrivati a Taranto da 6 mesi e i primi risultati del nostro lavoro sono già sotto gli occhi di tutti. Porteremo qui le tecnologie più avanzate e sostenibili e trasformeremo lo stabilimento di Taranto nel migliore d’Europa, per ricostruire finalmente il rapporto con tutta la comunità». ArcelorMittal Italia intende «condividere - conclude il comunicato - la vita della gente di Taranto e aprire canali diretti di ascolto e comunicazione per trovare insieme il modo di affrontare i problemi della comunità e costruire un futuro sostenibile».

Basterà questa apertura di credito a far attenuare i toni di Melucci nei confronti dell’azienda, toni diventati negli ultimi due mesi assai accesi malgrado gli innumerevoli incontri avuti in particolare con Samuele Pasi? Lo scopriremo nei prossimi giorni, quando magari l’annunciato protocollo di intesa, che il primo cittadino reclama ormai da mesi e mesi, prenderà forma e si capirà in cosa concretamente consiste, andando sicuramente oltre le prime iniziative attuate dal Comune in collaborazione con ArcerlorMittal (non ci vuole poi molto, visto che quanto organizzato in occasione delle festività natalizie, ovvero il partenariato per la pista sul ghiaccio in piazza della Vittoria e le luminarie, si è rivelato più un boomerang mediatico che un progetto virtuoso).

Certo, la disponibilità di ArcerlorMittal a firmare il protocollo di intesa chiesto dal Comune non è destinata a passare inosservata in una città che ha sempre guardato con estrema diffidenza ai rapporti tra enti locali e grande industria (gli atti di intesa del passato sono d’altronde finiti al centro del processo Ambiente svenduto) e che chiede a tutti di agire con trasparenza e senza coltivare interessi particolari.
[mimmo mazza]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie