Sabato 24 Agosto 2019 | 16:27

NEWS DALLA SEZIONE

Al rione Salinella
Taranto, litiga con la convivente e scatena una rissa: arrestato

Taranto, litiga con la convivente e scatena una rissa: arrestato

 
Tre denunciati
Sava, villa di lusso con piscina abusiva, rubavano energia elettrica

Sava, nella villa di lusso con piscina abusiva rubavano energia elettrica

 
Dopo il Cinzella Festival
Gli Afterhours stregati da Taranto: Agnelli e D'Erasmo al MarTa

Gli Afterhours stregati da Taranto: Agnelli e D'Erasmo al MarTa

 
Il caso
Strage di pecore a Martina Franca: branco di lupi ne sbrana decine

Strage di pecore a Martina Franca: branco di lupi ne sbrana decine

 
L'offesa
Taranto, scritta contro dirigente Ugl: «Chicco Russo fascio infame»

Taranto, scritta contro dirigente Ugl: «Chicco Russo fascio infame»

 
Il caso
ArcelorMittal, Usb proclama sciopero: «ci sono microchip nelle tute»

ArcelorMittal, Usb proclama sciopero: «ci sono microchip nelle tute»
Veicolo si ribalta in reparto Irf

 
Al Santissima Annunziata
Nadia Toffa, da Taranto 30 mila firme per dedicarle reparto oncologico

Nadia Toffa, da Taranto 30 mila firme per dedicarle reparto oncologico

 
Il ritrovamento
Taranto, oltre 300 reperti archeologici recuperati dalla polizia

Taranto, oltre 300 reperti archeologici recuperati dalla polizia

 
Lavoro in nero
Castellaneta, 4 braccianti sfruttati nei campi per più di 10 ore al giorno: 3 denunce

Castellaneta, 4 braccianti sfruttati nei campi per più di 10 ore al giorno: 3 denunce

 
Inquinamento
Emissioni a Taranto, forse riaperte scuole ai Tamburi. Cisl: camino «fuma» ancora

Emissioni a Taranto, forse riaperte scuole ai Tamburi. Cittadini presentano esposto

 
Un 46enne
Massafra, perseguita la ex e il suo compagno: in cella

Massafra, perseguita la ex e il suo compagno: in cella

 

Il Biancorosso

IL PUNTO
Il Bari gioca la carta Schiavone ci sarà più qualità a centrocampo

Il Bari gioca la carta Schiavone
ci sarà più qualità a centrocampo

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaUn 49enne
Incendi, arrestato piromane nel Potentino: ha distrutto 6mila mq di vegetazione

Incendi, preso piromane nel Potentino: ha distrutto 6mila mq di vegetazione

 
FoggiaArrestato 22 enne
Foggia, picchia la compagna incinta e le dice: Muori tu e il bambino

Foggia, picchia la compagna incinta e le dice: Muori tu e il bambino

 
LeccePreso dai Cc
Spocchia, 18enne segue ragazza in locale e la violenta

Specchia, 18enne segue ragazza in locale e la violenta: in cella

 
MateraCarabinieri Forestali
Policoro Lido, sbancamento in area protetta: sequestrati 7 ettari di bosco

Policoro Lido, sbancamento in area protetta: sequestrati 7 ettari di bosco

 
BariDalla Polizia
Bari, in casa centrale dello spaccio: arrestato 33enne

Bari, in casa centrale dello spaccio: arrestato 33enne

 
TarantoAl rione Salinella
Taranto, litiga con la convivente e scatena una rissa: arrestato

Taranto, litiga con la convivente e scatena una rissa: arrestato

 
BatUn 43enne
Ruvo, in manette coltivatore di cannabis legale: valori superiori alla norma

Ruvo, in manette coltivatore di cannabis legale: valori superiori alla norma

 
HomeSulla strada 379
Scontro tra 2 auto sulla strada per Torre Canne: un morto e un ferito

Scontro tra 2 auto sulla strada per Torre Canne: un morto e un ferito

 

i più letti

Il processo

Traffico di droga dall'Albania a Taranto, in appello 14 condanne

Organizzazione fu sgominata da Gdf di Taranto nel 2016

Estorsione, Gdf di Taranto arresta ex consigliere e ex assessore

TARANTO -  Si è chiuso con la conferma integrale di due condanne e la riduzione di pena per altri dodici imputati, dopo l’esclusione dell’aggravante della transnazionalità del traffico di droga, il processo d’appello scaturito dall’operazione antimafia denominata «Oceano», che culminò il 13 settembre 2016 nell’esecuzione di 18 misure cautelari. La Guardia di finanza di Taranto, coordinata dalla Dda di Lecce, sgominò un’organizzazione italo-albanese dedita allo spaccio di eroina, cocaina e marijuana. La Corte d’Appello di Lecce (presieduta dal giudice Carlo Errico) ha confermato la condanna a 6 anni e 8 mesi a carico di Cristian Montanaro e Alessandro Quarta.

Tra le principali condanne: Ervin Gerbaj 14 anni, 11 mesi e 20 giorni (15 anni e 8 mesi in primo grado); Marenglen Halka 9 anni, 4 mesi e 26 giorni (14 anni e 4 mesi anni in primo grado), che era considerato il capo promotore del sodalizio; Giuseppino Mero 7 anni, 3 mesi e 20 giorni (9 anni e 8 mesi); Marius Halka 4 anni, 11 mesi e 20 giorni; Alessandro Scalinci 4 anni e 9 mesi (8 anni); Hendri Kapllani 4 anni, 10 mesi e 10 giorni (7 anni e 10 mesi). Pena rideterminata da 6 anni e 10 mesi anni a 2 anni e un mese nei confronti di Davide Giovine, difeso dall’avv. Fabrizio Lamanna, che è stato assolto dal reato associativo e poi scarcerato. Il clan italo-albanese operava nel territorio salentino e jonico, in particolare nei comuni di Lecce, Gallipoli, Guagnano, Brindisi, Taranto, Massafra e Statte. L'operazione consentì di tracciare le nuove rotte del narcotraffico tra le due sponde dell’Adriatico: marijuana a quintali, ma anche eroina, cocaina e hascisc.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie