Lunedì 20 Maggio 2019 | 04:34

NEWS DALLA SEZIONE

Nel tarantino
Manduria, anziano pestato a morte da baby-gang: altri 4 minori indagati

Manduria, anziano pestato a morte: indagati altri 4 minori

 
Lungo i viali
Bologna, 30enne tarantina travolta da bus: rischia di perdere una gamba

Bologna, 30enne tarantina travolta da bus: rischia di perdere una gamba

 
L'episodio
Taranto, vandali in Piazza Fontana

Taranto, vandali in Piazza Fontana

 
Truffa
Taranto, simulavano finti incidenti stradali: 26 denunce

Taranto, simulavano finti incidenti stradali: 26 indagati

 
Lotta alla droga
Taranto, sorpreso con 15 dosi di cocaina: arrestato 41enne

Taranto, sorpreso con 15 dosi di cocaina: arrestato 41enne

 
la marella discovery
Taranto, ecco i crocieristila città si riscopre turistica

Ecco la più grande nave da crociera mai attraccata a Taranto

 
L'annuncio
Taranto, è ufficiale la candidatura per i Giochi del Mediterraneo 2025

Taranto, è ufficiale la candidatura per i Giochi del Mediterraneo 2025

 
Professioni abusive
Insegnavano in scuola guida senza titoli: denunce a Taranto e Statte

Insegnavano in scuola guida senza titoli: denunce a Taranto e Statte

 
Liste d'attesa
Ginosa, visita urologica dopo 231 giorni: esplode il caso

Ginosa, visita urologica dopo 231 giorni: esplode il caso

 
Nel Tarantino
Manduria: ambulanza si scontra con due auto, cinque feriti

Manduria: ambulanza si scontra con due auto, cinque feriti

 

Il Biancorosso

L'ALLENATORE
Cornacchini: "Daremo battaglia ad AvellinoDimostreremo di essere la squadra più forte"

Cornacchini: «Ad Avellino dimostreremo di essere la squadra più forte»

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceIn mattinata
Lecce, assalto al gazebo Lega in centro: una ragazza contusa. Martedì atteso Salvini

Lecce, assalto a gazebo Lega in centro: 17enne contusa. Salvini: vergogna

 
BatIl diretto
Ferrovie: l'Alta Velocità arriva a Barletta, due Frecciargento da e per Roma

Treni, a Barletta fermerà Bari-Roma. Mit: nuovi servizi su Alta velocità. Che non esiste

 
TarantoNel tarantino
Manduria, anziano pestato a morte da baby-gang: altri 4 minori indagati

Manduria, anziano pestato a morte: indagati altri 4 minori

 
FoggiaNel foggiano
Chieuti, uomo morì durante corsa buoi: animalisti chiedono lo stop a Emiliano

Chieuti, uomo morì durante corsa buoi: animalisti chiedono lo stop

 
Brindisinel brindisino
Latiano, crolla solaio di scuola in ristrutturazione: grave operaio

Latiano, crolla solaio di scuola in ristrutturazione: grave operaio

 
PotenzaA ripacandida
Si ustiona mentre accende il camino: grave un 20enne nel Potentino

Si ustiona mentre accende il camino: grave un 20enne nel Potentino

 

i più letti

Ambiente ferito

Forte vento a Taranto, oggi scuole chiuse
Polveri dall'ex Ilva: chiesto incontro a Prefetto

A causa del Wind day, il movimento ambientalista 'Taranto Libera' invoca un intervento a tutela della popolazione

«Nel giorno dei diritti  per l'infanziaa Taranto scuole chiuse per i wind day»

TARANTO - L’Amministrazione comunale di Taranto ha emanato un’ordinanza di chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado per la giornata di domani, essendo prevista un’altra giornata caratterizzata da forti raffiche di vento.
«Alla luce dell’allerta gialla diramata dalla Protezione civile - è detto nell’ordinanza - sono pervenute in data odierna numerose segnalazioni in merito allo schianto di alberature, tali da ritenere manifesto il rischio dl analoghi accadimenti nelle scuole». Considerato che «il perdurare delle condizioni meteorologiche avverse - si aggiunge - determina l’assunzione, da parte dell’Amministrazione, di misure precauzionali a garanzia della pubblica incolumità», il sindaco dispone l'ordinanza di chiusura delle scuole. Decisione dettata anche dalla necessità di «consentire, nell’immediato, la rimozione degli alberi caduti e l’abbattimento di quelli pericolanti, nonché consentire, la verifica della stabilità degli alberi delle aree interessate dal fenomeni innanzi richiamati, con meticolosa cura». 

Le forti raffiche di vento proveniente da nord ovest, sta generando in queste ore il fenomeno del Wind Days che solleva le polveri sottile prodotte dall'ex stabilimento Ilva. Da qui l'appello di Luciano Manna e Angelo Di Ponzio del movimento ambientalista «Taranto Libera», che sollecitano un incontro urgente al prefetto Donato Cafagna chiedendo azioni a tutela della popolazione per i rischi determinati dalla dispersione degli inquinanti provenienti dallo stabilimento siderurgico ex Ilva, oggi ArcelorMittal.

«Un mix micidiale di rifiuti e minerali, che si riversa sulla città, viene respirato dai cittadini e si posa su case, balconi e piantagioni limitrofe allo stabilimento. In queste condizioni, in cui il cittadino di Taranto vive questi giorni di Wind Day, non viene assicurato l'effetto della nostra Costituzione». 

Alla lettera allegano una foto emblematica delle polveri del Siderurgico sollevate dal vento. «Sul sito web del Comune di Taranto - osservano - vengono annunciati come Wind days quelli del 12, 13 e 14 febbraio con le consuete precauzioni diramate con un documento della Asl di Taranto, ma nessuna istituzione, ad oggi, si è mai pronunciata in merito ai rischi sanitari che i cittadini incorrono a seguito dello spolverio del vento sui cumuli di rifiuti speciali stoccati all’aperto nella discarica Mater Gratiae e presenti nell’area parchi minerali». A tutto ciò, insistono Manna e Di Ponzio, «si aggiungono le scorie delle paiole stoccate all’aperto nell’area GRF (Gestione rottami ferrosi), le polveri della loppa, del minerale di ferro e del carbone fossile. Chiediamo che la Asl di Taranto si pronunci in merito a questa esposizione».
Il forte vento di questi giorni, che arriva a toccare i 60 km/h, «porta sulle case degli abitanti, e in particolare nei quartieri del Tamburi e Borgo, polveri derivanti dal ciclo produttivo dello stabilimento siderurgico. Chiediamo un’analisi di rischio sanitario che chiarisca una volta per tutte quali sono i rischi a cui i cittadini sono sottoposti in tutte le condizioni meteo. In ultimo, quali di questi rifiuti, sottoprodotti e minerali possono determinare un rischio radioattivo? La Asl deve chiarire questo aspetto critico e il sindaco, tutore della salute dei cittadini, deve pronunciarsi soprattutto in virtù del fatto che il monitoraggio dell’aria è assicurato da una rete di centraline che monitorano specifici parametri di traffico urbano».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400