Lunedì 20 Gennaio 2020 | 15:28

NEWS DALLA SEZIONE

Il processo
Ex Ilva, in serata il deposito delle repliche dei commissari ex Ilva

Ex Ilva, in serata il deposito delle repliche dei commissari ex Ilva

 
La denuncia
Taranto, ladro in azione in farmacia immortalato dalle telecamere

Taranto, ladro in azione in farmacia immortalato dalle telecamere

 
La scoperta
Taranto, aveva droga nella busta della spesa: arrestata 28enne

Taranto, aveva droga nella busta della spesa: arrestata 28enne

 
Il caso
Capitale della Cultura italiana 2021: prove di sintesi fra Taranto e Grecìa Salentina

Capitale della Cultura italiana 2021: prove di sintesi fra Taranto e Grecìa Salentina

 
L'intervista
Taranto, torna Conte. Sottosegretario Turco: «Decreto per il rilancio pronto»

Conte torna a Taranto. Sottosegretario Turco: «Decreto per il rilancio pronto»

 
I controlli
Taranto, incensurato nascondeva in casa fucile a pallettoni e munizioni

Taranto, incensurato nascondeva in casa fucile a pallettoni e munizioni

 
L'intervista
Taranto, rinvenuta tomba a camera nel cantiere dell'Asl

Taranto, rinvenuta tomba a camera nel cantiere dell'Asl

 
A Taranto
«ArcelorMittal», monta la protesta degli autotrasportatori

«ArcelorMittal», monta la protesta degli autotrasportatori

 
migranti
Taranto, polizia arresta lo scafista a bordo della Sea Watch 3

Taranto, polizia arresta lo scafista a bordo della Sea Watch 3

 
Nel Tarantino
Mottola, carabinieri scoprono serra con piante di cannabis: un arresto

Mottola, carabinieri scoprono serra con piante di cannabis: un arresto

 
Il caso
Decreto Milleproroghe: pronta proroga per agenzia portuale Taranto

Decreto Milleproroghe: pronta proroga per agenzia portuale Taranto

 

Il Biancorosso

Serie C
Goleada del Bari contro il fanalino di coda Rieti: il videocommento

Goleada del Bari contro il fanalino di coda Rieti: il videocommento

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl processo
Ex Ilva, in serata il deposito delle repliche dei commissari ex Ilva

Ex Ilva, in serata il deposito delle repliche dei commissari ex Ilva

 
Baririciclaggio
Ecco come la criminalità cinese «lava» il denaro sporco

Ecco come la criminalità cinese «lava» il denaro sporco nel Barese

 
MateraLa consegna
Matera, l'altorilievo raffigurante l’Eterno Padre torna in cattedrale

Matera, l'altorilievo raffigurante l’Eterno Padre torna in cattedrale

 
LecceGiustizia
Lecce, distretto Corte d'Appello: in arrivo 12 magistrati

Lecce, distretto Corte d'Appello: in arrivo 12 magistrati

 
HomeLa decisione
Lite tra tifoserie, muore un 33enne: 25 persone in carcere

Lite tra tifoserie, muore un 33enne: 25 persone in carcere

 
HomeMaxi operazione
Foggia al «setaccio»: fermi e perquisizioni in città

Foggia al «setaccio»: tre persone fermate e perquisizioni in città

 
BrindisiNel Brindisino
Fasano, ubriaco alla guida di un camion a zig-zag sulla statale: denunciato

Fasano, ubriaco alla guida di un camion a zig-zag sulla statale: denunciato

 
Batl'ultimo saluto
Barletta saluta il dottor Dimiccoli: fu anche ex sindaco

Barletta saluta il dottor Dimiccoli: fu anche ex sindaco

 

i più letti

Operazione dei Cc

Grottaglie, idraulici ma svaligiavano case: tre arresti, denunciato orafo

Denunciato un gioielliere di Francavilla Fontana per ricettazione e due anziani per falsa denuncia (hanno simulato una rapina). Colpi a Grottaglie, Villa Castelli e Modugno

carabinieri

Idraulico con la passione dei furti in appartamento. Tre persone sono state arrestate dai Carabinieri di Francavilla Fontana in quanto ritenute responsabili di una serie di furti commessi a Grottaglia, Villa Castelli e Modugno tra dicembre 2017 e aprile 2018. In carcere con l'accusa di furto aggravato, su ordine del gip del tribunale di Brindisi, sono finiti Daniele Santoro, 38 anni, di Grottaglie, Ciro De Tommaso, 44 anni, di Grottaglie e Domenico Olivieri, 53 anni di Crispiano. Nell'ambito della stessa operazione sono state denunciate a piede libero: un 62enne gioielliere di Francavilla Fontana accusato di ricettazione, un 49enne di Grottaglie per complicità nei furti e due anziani ultra 70enni di Villa Castelli per falsa denuncia.

Le indagini partono proprio da questi ultimi due che hanno denunciato di essere stati vittima di un sequestro di persona e di una rapina nella loro abitazione, fatti avvenuti a dicembre del 2017. I due hanno riferito ai carabinieri di essere stati avvicinati per strada da due individui che li hanno costretti a salire in casa e, dopo averli chiusi a chiave nella loro camera da letto, avrebbero portato via oggetti d'oro per un valore di 6mila euro nonché due fucili (dei 10 complessivi custoditi) e una pistola custoditi in una cassaforte nel seminterrato (la chiave era nel mazzo appeso alla porta di ingresso).

  

Le vittime, sin dal primo momento, manifestavano sospetti su Santoro e un altro complice perchè durante l’esecuzione di alcuni lavori di natura idraulica all’interno della casa, avevano avuto modo di visionare, su loro richiesta, le armi custodite all’interno della cassaforte, mostrandosi molto interessati e anche in qualche modo esperti di armi in genere, tanto da aver compreso che i due fucili di maggior valore erano proprio quelli che poi sono stati rubati.

Tuttavia le indagini hanno consentito di accertare che i fatti non si erano svolti come denunciato dagli anziani ma che Santoro e il complice avevano rubato le armi dopo essersi impossessati delle chiavi della cassaforte approfittando di un attimo di distrazione dei due durante l'esecuzione dei lavori di idraulica; la necessità delle vittime di dichiarare la rapina e non il furto ì, scaturiva dal fatto di non vedersi revocare il porto d'armi per omessa custodia.

I militari, grazie all'investigazione, risalivano anche a un esercizio commerciale di Francavilla Fontana, che fa compravendita di oro usato, nel quale sarebbero stati venduti parte degli oggetti rubati agli anziani, motivo per cui il gioielliere 62enne è stato denunciato a piede libero per ricettazione per non aver registrato l'operazione di acquisto dei preziosi.

Non solo: i militari hanno accertato anche altri furti messi a segno a Grottaglie, Modugno accertando sempre la stessa tecnica e cioè che con il pretesto dei lavori di idraulica, i malviventi - Santoro in particolare - ne approfittava per impossessarsi delle chiavi delle abitazioni per poi provvedere ai furti di soldi o altri oggetti oppure conquistare la fiducia delle ignare vittime che consegnavano le chiavi senza immaginare quanto sarebbe accaduto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie