Sabato 25 Giugno 2022 | 13:31

In Puglia e Basilicata

BOXE

Rossetti, il primo tarantino all'assalto del titolo intercontinentale

Rossetti, il primo tarantino all'assalto del titolo intercontinentale

Rossetti con Etinosa, Alfieri e Mendez

Il 29 luglio la sfida storica dell'italo-cubano della scuderia Quero-Chiloiro. L'avversario sarà noto a giorni

15 Giugno 2022

Redazione online

TARANTO - Per la prima volta Taranto ospiterà il Titolo intercontinentale di boxe. Merito della pluridecorata società Quero-Chiloiro che, il prossimo 29 luglio, nella cornice del Castello Aragonese, vedrà il suo atleta Giovanni Rossetti tentare l'assalto alla cintura intercontinentale Wbc dei pesi medi. La vetrina sarà la ventunesima edizione del trofeo «Città di Taranto». La Quero-Chiloiro rende noto che «attenderà qualche giorno prima di annunciare l'attesissimo nome dell'avversario con il quale Rossetti contenderà l'ambito titolo». 

Rosetti, guidato dal maestro Cataldo Quero e rappresentato dal procuratore Mario Loreni, ha 21 anni, è nato a L'Avana (Cuba) ma risiede nell'Est del Tarantino, a Sava. «Certamente, per il talentuoso pugile savese - spiega il tecnico Quero - si tratta di un'occasione da non perdere che – finalmente - inizia a rendere concreto il suo sogno di lasciare il suo nome tra i “grandi” del pugilato. E per farsi trovare pronto e all'altezza delle aspettative, anche il livello dei compagni di sparring si alza, così la scorsa settimana Rossetti è stato ospitato dalla Skull Boxe Canavesana ad Asti per confrontarsi in più sedute di “guanti” con il campione italiano pesi medi e prossimo sfidante al titolo IBO del mediterraneo Oliha Etinosa, oltre che con Luigi Alfieri e Mohammed Elmaghrabi, nomi che nella boxe nazionale sono di un certo effetto». Rossetti, come professionista, vanta un trend di 9 vittorie ed un ko subìto.

In attesa del trofeo Città di Taranto, dall'altra parte, non si arresta la macchina agonistica della Quero-Chiloiro, che fa i conti dopo le trasferte avvenute l'1 giugno e il 3 giugno in provincia di Firenze, rispettivamente a Pontassieve e a Barberino di Mugello, mentre l'11 giugno a Castrovillari in provincia di Cosenza, dove i pugili tarantini sono stati accompagnati dai tecnici Cosimo Quero, Giuseppe Dellinoci e Domenico Maffei. Tra i tanti atleti della Quero-Chiloiro in gara, brillano sicuramente le due prestazioni dell'Elite 60 kg Alessandro Stante, classe '99, che ha battuto a Pontassieve il pupillo di casa, Leonardo Tosi,  in una vittoria ai punti dopo un bel conteggio che ha decretato per l'avversario con i suoi colpi pesanti e precisi. Sconfitta poi, piuttosto discutibile, dopo un'esuberante prestazione, che  Stante ha subito da Mario Alfano, figlio d'arte e pupillo di casa nell'evento organizzato dalla storica Boxe Vincenzo Avolio a Castrovillari: qui il tarantino ha portato a segno colpi puliti  svincolandosi dalle azioni di Alfano che, più forte fisicamente, cercava di chiuderlo sempre all'angolo. Ci sarà sicuramente occasione di rivincita per Stante a inizio carriera con soli cinque match disputati sino a oggi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -

BAT

 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725