Domenica 20 Settembre 2020 | 10:05

NEWS DALLA SEZIONE

Sport
Ruvo, il calcio a 5 parla pugliese. Bellarte è il nuovo Ct azzurro

Il calcio a 5 parla pugliese. Bellarte è il nuovo ct azzurro

 
Sport
Canoa, la 16enne barese Corsini (Barion) è campionessa di fondo agli assoluti

Canoa, la 16enne barese Corsini (Barion) è campionessa di fondo agli assoluti

 
L'INTERVISTA
Blengini: «Sappiamo costruire pallavolisti. l’Under 18 di Fanizza ha qualità tecniche»

Blengini: «Sappiamo costruire pallavolisti. l’Under 18 di Fanizza ha qualità tecniche»

 
Il caso
Bari, Aurelio De Laurentiis positivo al tampone per il covid

Bari, Aurelio De Laurentiis positivo al tampone per il covid, il figlio: «Nessun contatto dal 23 agosto»

 
SOLIDARIETÀ
Barletta Calcio devolve parte degli incassi a Unitalsi per progetti sul territorio

Barletta Calcio devolve parte degli incassi a Unitalsi per progetti sul territorio

 
Calciomercato
Lecce, è fatta per Paganini: ingaggiato l'ex Frosinone

Lecce, è fatta per Paganini: ingaggiato l'ex Frosinone

 
LA CONFESSIONE
«10mila euro in busta» così il Bitonto ha venduto la partita col Picerno»

«10mila euro in busta» così il Bitonto ha venduto la partita col Picerno

 
Volley
Pallavolo, Europei Under 18: l'esordio dell'Italia con la Turchia

Pallavolo, Europei Under 18: l'esordio dell'Italia con la Turchia

 
Calcio
Combine Bitonto Picerno, i legali del club pugliese impugneranno sanzione

Combine Bitonto Picerno, i legali del club pugliese impugneranno sanzione

 
CALCIO
Caputo: questa convocazione la dedico alla mia Altamura

Caputo: «Questa convocazione in Nazionale la dedico alla mia Altamura»

 
Coronavirus
Lecce calcio, Brayan Vera positivo anche al secondo tampone

Lecce calcio, Brayan Vera positivo anche al secondo tampone

 

Il Biancorosso

Serie c
Bari calcio, in arrivo Candellone in prestito biennale

Bari calcio, in arrivo Candellone in prestito biennale

 

NEWS DALLE PROVINCE

Tarantocontrolli della ps
Taranto, città vecchia al setaccio: scattano denunce e perquisizioni

Taranto, città vecchia al setaccio: scattano denunce e perquisizioni

 
BariIl caso
Momenti di panico a Bari, sparatoria nel parcheggio del McDonald's del San Paolo

Momenti di panico a Bari, sparatoria nel parcheggio del McDonald's del San Paolo

 
HomeIl caso
Coronavirus Basilicata, presidente positiva durante l'istituzione del seggio a Potenza

Coronavirus Basilicata, presidente si insedia nel seggio a Potenza ma scopre di essere positiva: locali sanificati FT

 
Homecontrolli
Fiumi di droga nel Salento: 45enne arrestato con 18kg di cocaina in macchina

Fiumi di droga nel Salento: 45enne arrestato con 18kg di cocaina in macchina

 
Foggiadalla polizia
Foggia, nel garage con 20kg di hashish e una bomba artigianale: arrestato

Foggia, nel garage con 20kg di hashish e una bomba artigianale: arrestato

 
MateraRitorno a scuola
Le lezioni nel palazzetto per lavori antisismici

Policoro: le lezioni nel palazzetto per i lavori antisismici

 
BatLa riqualificazione
Trani, una pietra «a cuore» per la rinascita

Trani, una pietra «a cuore» per la rinascita

 
Brindisinel Brindisino
Pezze di Greco, geloso massacra la «ex» davanti alla figlioletta

Pezze di Greco, geloso massacra la ex davanti alla figlioletta

 

i più letti

Volley

Pallavolo, parla Di Pinto: il mio Taranto sarà a trazione pugliese

«Con il direttore generale Laforgia faremo il mercato pensando in prospettiva, a una futuribile A1. Le favorite? Cuneo, Siena e Castellana»

Di Pinto: il mio Taranto sarà a trazione pugliese

«Ho perso sette chili, ci sono quasi», sorride a denti stretti Vincenzo Di Pinto, 62 anni nascosti benissimo in una camicia bleu che fodera 80 chili scarsi. Addio sgarri. Il «buon esempio» da coach impone il peso forma. E il pranzo in masseria nella prima domenica d.C. (dopo Covid) è un rosario di sottrazioni più che una liturgia di golosi. E nel menù la nuova avventura in panchina.

La firma sulla A2 in riva allo Jonio non c’è ancora. Ci sarà mercoledì. Sarà allora che nascerà di fatto la Prisma Taranto Volley, riedizione di «Club Vacanze», «La Cascina» e «Prisma volley» con le quali la premiata ditta familiare Bongiovanni (marito) - Zelatore (moglie) ha scritto la parabola 1999-2002 della Magna Grecia del volley portandola nell’aeropago della Serie A.
Quasi vent’anni dopo, stessi «padroni», stesso vangelo pallavolistico, quello di coach Di Pinto, burbero benefico con qualche anno in più ma tante spigolature in meno.

La novità è che sarà primo allenatore e manager con buona pace della famiglia Bongiovanni. Può tradurre?

«Buongiovanni e Zelatore hanno già detto che la nuova “Prisma Taranto Volley” ha già vinto. Essere riusciti, con sacrifici importanti, a prendere un titolo di A2, in un momento così difficile per tutto il mondo economico e per lo sport , è dimostrazione di grande attaccamento alla città di Taranto in primis, alla Puglia ed al movimento del volley tutto. Il sindaco di Taranto e l'Ass. allo sport hanno comunicato tutta la loro felicità alla città parlando dell'arrivo del campionato di A2 , come un momento importante socio-economico-sportivo nella ripartenza della città».

Non è meglio fare come il freddo e vincente Ottavio Bianchi, quello del “Prima passi il traguardo e poi alzi le mani”. Comuqnue, non glissi: manager perché?

«L’idea è di riprendere e coinvolgere il territorio nela sua dimensione allargata, quasi a voler dare una continuità ed omaggio ai grandi momenti storici del volley pugliese, dal ciclo Ugento con i loro dirigenti e di tutto il leccese, al presidente regionale di Lecce Indiveri, ai due cicli di Gioia del Colle e del suo presidente Gallo, a Antonio Antonaci ed al suo Molfetta, ai due cicli dell'imprenditore Vinella ed il suo Castellana, senza dimenticare i due cicli di Taranto di Bongiovanni e Zelatore insieme a Vito Primavera. Vorrei coinvolgere i grandi personaggi del volley nazionale pugliese, a cominciare dal vice presidente nazionale federale Manfredi all’avvocato della Superlega Fabio Fistetto, tarantino di nascita. E poi il duo Miccolis-Fanizza, esempio di pallavolo. Ma anche realtà nuove come Alessano, Ostuni, Foggia, Manfredonia».

Ha citato tre quarti di panchine “dipintiane”. Vuole celebrarsi?

«Voglio connettere presente, passato e futuro. Voglio dire che l'idea del nostro club è di non isolarci. Vogliamo organizzarci e mettere radici su tutto il territorio pugliese con l'aiuto di Taranto. Creare un’azienda aperta, in primis dei tarantini , ma la società dovrà saper collaborare con le migliori menti storiche e attuali dela Puglia del volley e conquistare l'intera regione sportiva ed imprenditoriale».

Ma se il piatto piangerà saranno lacrime nella pioggia. O no?

«Abbiamo già il budget. Il nostro direttore generale, Antonio Laforgia, non perderà di vista il bilancio. Io e lui faremo mercato per un buon campionato. Partendo da un tarantino come primo giocatore, poi dal palleggiatore e dall'opposto».

Nomi?

«Abbiamo fatto una prima lista, dopo i primi studi sulla prossima A2 e sul mercato. Cercare uomini veri in rapporto ai ruoli ed i loro rendimenti futuribili per una futura A1».

Sa bene che ci si aspetta un traghettamento veloce dalla A2 alla Superlega. La reputa una passeggiata?

«Ma no. Non è facile decifrare il futuro e le società ambiziose , viste le difficoltà economiche del Paese. Cuneo è molto attiva sul mercato. Se confermeranno l'ultimo campionato, in estate si parlerà di Siena, Bergamo, Castellana e Brescia».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie