Venerdì 03 Aprile 2020 | 07:18

NEWS DALLA SEZIONE

La delusione dopo il rinvio
Olimpiadi Tokyo 2020, Montrone e Stano ai box: i giochi sogno rinviato

Olimpiadi Tokyo 2020, Montrone e Stano ai box: i giochi sogno rinviato

 
Atletica
Coronavirus, l'appello del biscegliese Eusebio Haliti: «Aiutiamo ad aiutarci»

Coronavirus, l'appello del biscegliese Eusebio Haliti: «Aiutiamo ad aiutarci»

 
dopo l'annuncio
Tokyo 2020, gli umori degli atleti pugliesi e lucani: «Rinvio giusto»

Tokyo 2020, gli umori degli atleti pugliesi e lucani: «Rinvio giusto»

 
Il messaggio
Bari, l'amore per la lotta non si ferma: il post del CUS è un inno allo sport

Bari, l'amore per la lotta non si ferma: il post del CUS è un inno allo sport

 
sport
Tuffi, la tappa di Polignano del Red Bull Cliff diving è rimandata al 2021

Tuffi, la tappa di Polignano del Red Bull Cliff diving è rimandata al 2021

 
l'emergenza
Arriva l'ufficialità: le Olimpiadi di Tokyo spostate al 2021

Arriva l'ufficialità: le Olimpiadi di Tokyo spostate al 2021

 
Tokyo 2020
Coronavirus, Molfetta: «Difendiamo gli atleti che sognano le Olimpiadi»

Coronavirus, Molfetta: «Difendiamo gli atleti che sognano le Olimpiadi»

 
Calcio
Parla Cinalli, urlo argentino «Potenza non mollare»

Parla Cinalli, urlo argentino «Potenza non mollare»

 
Emergenza coronavirus
Santeramo, ginnastica gratis online con Alessandra istruttrice fitness

Santeramo, ginnastica gratis online con Alessandra istruttrice fitness

 
Lo spot
Coronavirus: la Lega Serie A lancia la campagna #weareoneteam

Coronavirus: la Lega Serie A lancia la campagna #weareoneteam

 
Calcio serie D
#Iorestoacasa, l'invito del capitano della Fidelis Andria

#Iorestoacasa, l'invito del capitano della Fidelis Andria

 

Il Biancorosso

emergenza coronavirus
Bari calcio, video di ex giocatori biancorossi per aiutare chi ha bisogno

Bari calcio, video di ex giocatori biancorossi per aiutare chi ha bisogno

 

NEWS DALLE PROVINCE

Batemergenza coronavirus
Trani, 180mila euro a sostegno del reddito dei giovani avvocati

Trani, 180mila euro a sostegno del reddito dei giovani avvocati

 
Good News CoronavirusIl virus
Coronavirus, è barese il ricercatore che ha scoperto il "vaccino cerotto": pronto per essere testato

Coronavirus, è barese il ricercatore che ha scoperto il «vaccino cerotto»: pronto per essere testato VIDEO

 
Lecceemergenza coronavirus
Lequile, donate oltre 5000 mascherine «Made in carcere»

Lequile, donate oltre 5000 mascherine «Made in carcere»

 
Potenzaemergenza coronavirus
Basilicata, undicesimo morto per il virus: è un 68enne di Potenza

Basilicata, 11esimo morto per il virus: è un 68enne di Potenza Bardi dispone indagini per eventuali responsabilità

 
Brindisiemergenza coronavirus
Brindisi, 2 navi da crociere in arrivo nei prossimi giorni

Brindisi, 2 navi da crociere in arrivo nei prossimi giorni

 
Foggiaemergenza coronavirus
Foggia, vigilanti aggrediti dai clienti di due supermercati

Foggia, vigilanti aggrediti dai clienti di due supermercati

 
Tarantoemergenza coronavirus
Mittal Taranto sospensione lavori Aia, il sindaco: «Erano essenziali»

Mittal Taranto, sindacati: «Se non vende acciaio impianti fermi. Misure anti-Covid non rispettate»

 
Materaemergenza coronavirus
Matera, il sindaco: «Separare i contagiati dalle famiglie»

Matera, il sindaco: «Separare i contagiati dalle famiglie»

 

i più letti

Pink Bari

Calcio femminile: parla Novellino, Miss Difesa che sa fare le corna all’ansia

«Non mi allenavo più, il campo è di nuovo casa. Grazie anche alle mie compagne»

Calcio femminile: parla Novellino, Miss Difesa  che sa fare le corna all’ansia

TARANTO - «Ogni giorno è un nuovo inizio»: Debora Novellino ha chiuso così il suo ultimo post pubblicato su Instagram. La talentuosa calciatrice della Pink Bari, sabato scorso, ha realizzato un’eccezionale doppietta contro l’Inter: due gol che hanno regalato all’armata biancorossa un prezioso punto in classifica e che, 48 ore dopo, hanno spinto la bella miss della difesa barese a raccontare una storia. La sua storia. Quella di mesi difficili, vissuti sempre con il sorriso sulle labbra, ma caratterizzati da un malessere interiore contro cui ha combattuto e continua a combattere.

Novellino, iniziamo dalle due reti messe a segno a Milano. Soddisfatta?
«Moltissimo. Non abbiamo vinto, ma un pareggio fuori casa contro una buona squadra come l’Inter è comunque un ottimo risultato. Poi la prima doppietta della carriera è quella che non si scorda mai. La dedico alla mia famiglia: sono loro che mi sopportano e mi supportano ogni giorno e in ogni situazione. Un pensiero particolare va mia sorella. A ottobre si sposa e in questi giorni le sto dando una mano a scegliere l’abito giusto per il grande giorno».

Indice e mignolo alzati sulla fronte. Le va di spiegare l’esultanza ai gol di sabato?
«È un po’ complicato (ride, ndr). Erano delle corna e se vogliamo rappresentano quella cosa che non dovresti fare. E che poi fai. L’esultanza nasce lo scorso anno, quando Giulia De Lellis ha scritto il libro Le corna stanno bene su tutto. Ma io stavo meglio senza!. Da quel momento la mia compagna di squadra Antonella Marrone non ha mai smesso di prendermi in giro. Dice che a me stanno particolarmente bene, tirando in ballo vecchie disavventure amorose. Ci abbiamo riso sopra un sacco di volte, così ho deciso di mostrarle a ogni gol».

Poi è tornata a casa, ha preso il telefono e ha scritto un post su Instagram. Cosa è successo?
«È successo che ho deciso di raccontare in poche righe i miei ultimi sette mesi. Partendo dallo scorso luglio, quando i miei amici mi portarono in ospedale per un forte attacco di panico. La mia non è stata una bella estate. Ho vissuto in un perenne stato d’ansia, non parlavo più con nessuno e per settimane sono stata chiusa in casa a lottare contro me stessa. Piangevo senza motivo. Avevo paura di fare qualunque cosa e, di fatto, non ero più io»

Ha scritto anche che aveva preso la decisione di lasciare il calcio. È così?
«Esattamente. La paura aveva intaccato ogni settore della mia vita, pure l’amato pallone. Non riuscivo più ad allenarmi. Entravo in campo e dopo appena 10 minuti ero costretta a fermarmi a causa dei giramenti di testa. Credevo di aver preso qualche strana malattia. Ricordo di aver fatto tre volte le analisi del sangue nell’arco di una settimana. L’idea di partire in ritiro mi faceva tremare le gambe e così ne ho parlato con la società»

Chi è riuscito a farle cambiare idea?
«Mio padre. Ha avuto tanta pazienza, mi è stato vicino e mi ha fatto capire che quel brutto periodo sarebbe passato. Ci sto lavorando. L’ansia è ancora una compagna di viaggio poco gradita e continuo a temere i posti chiusi e molto affollati. In compenso, il campo da calcio è tornato a essere casa mia. Un posto in cui mi sento tranquilla e protetta. E il merito è anche delle mie compagne. A novembre, prima della gara di Bergamo contro Orobica, ho avuto un altro attacco di panico. Francesca Soro e Jenny Piro mi sono state accanto come delle sorelle maggiori. Sto cercando di rialzarmi, con determinazione e senza alcuna vergogna. È questo il messaggio che ho scelto di inviare con quel post. Soprattutto a chi vive la mia stessa situazione»

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie