Sabato 25 Maggio 2019 | 02:59

NEWS DALLA SEZIONE

TRIATHLON
Proposte di matrimonio e atleti specialiPolignano promuove il CalaPonte Triweek

Proposte di matrimonio e atleti speciali
Polignano promuove il CalaPonte Triweek

 
Ciclismo
Giro d'Italia a S. Giovanni Rotondo: Masnada vince la sesta tappa

Giro d'Italia a S. Giovanni Rotondo: Masnada vince la sesta tappa

 
Sport
Basket, Bari ospiterà a settembre la Supercoppa di Lega

Basket, Bari ospiterà a settembre la Supercoppa di Lega

 
Sport
Polignano, ecco Cala Ponte Triweek: la gara di triathlon più cool del momento

Polignano, ecco Cala Ponte Triweek: la gara di triathlon più cool del momento

 
L'intervista
Giliberto: «La Puglia va a tutto sport molte luci e poche ombre»

Giliberto: «La Puglia va a tutto sport molte luci e poche ombre»

 
BASKET
Jr Nba League a Bari vinconoi Minnesota Timberwolves

Jr Nba League a Bari vincono
i Minnesota Timberwolves

 
ORIENTEERING
Bari, tra i vicoli della città vecchiai ragazzi delle scuole a caccia di lanterne

Bari, tra i vicoli della città vecchia
i ragazzi delle scuole a caccia di lanterne

 
Calcio
Atti violenti in Lega Dilettanti ed Eccellenza lucana: 12 Daspo

Atti violenti in Lega Dilettanti ed Eccellenza lucana: 12 Daspo

 
Basket
Brindisi, la favola dell'Happy Casa continua: i playoff una certezza

Brindisi, la favola dell'Happy Casa continua: i playoff una certezza

 
Calcio
Il Picerno festeggia per la seconda volta: promosso di nuovo in C

Il Picerno festeggia per la seconda volta: promosso di nuovo in C

 
L'intervista doppia
La coppia del tennis Fognini-Pennetta si racconta: «lui è timido, lei lo capisce»

La coppia Fognini-Pennetta si racconta: «lui timido, lei lo capisce»

 

Il Biancorosso

L'INTERVISTA
Bellinazzo.: "Il Bari in serie A un affareVarrebbe tra i 70 e gli 80 milioni di euro"

Bellinazzo: «Bari in serie A un affare tra i 70 e gli 80 mln di euro»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Speciale Elezioni 2019Verso il voto
Comunali, Decaro: «La nostra è una storia straordinaria: Bari è più moderna e europea»

Comunali, Decaro: «La nostra è una storia straordinaria: Bari è più moderna e europea»

 
PotenzaAuto e motori
Melgi, record in Fca: è stata prodotta la 500millesima Fiat 500 X

Melfi, record in Fca: è stata prodotta la 500millesima Fiat 500 X

 
TarantoA Grottaglie
Non si ferma all'alt e investe un poliziotto: arrestato 46enne

Non si ferma all'alt e investe un poliziotto: arrestato 46enne

 
LecceL'episodio domenica scorsa
Lecce, assalto a gazebo Lega: denunciati 5 uomini e 2 donne di area anarchica

Lecce, assalto a gazebo Lega: denunciati 5 uomini e 2 donne di area anarchica

 
BatNella Bat
Andria: molestie sessuali e foto osé a bimbo di 11 anni, arrestato 22enne

Andria: molestie sessuali e foto osé a bimbo di 11 anni, arrestato 22enne

 
BrindisiLa segnalazione
Brindisi: cous-cous a mensa, i genitori protestano

Brindisi: cous-cous a mensa, i genitori protestano

 
MateraSanità
Ospedale Tinchi, il nuovo assessore si vergogna: non è dignitoso

Ospedale Tinchi, nuovo assessore si vergogna: non è dignitoso

 

i più letti

Piccoli campioni

Alessia, 13 anni di Bari, ha vinto il titolo italiano nel sollevamento pesi

È il nuovo talento dell’«Angiulli». Ha riportato a Bari un titolo di categoria che mancava da sette anni

Alessia, 13 anni di Bari, ha vinto il titolo italiano nel sollevamento pesi

BARI - Dieci in matematica, italiano e inglese, nove nelle altre materie. Cinquantuno chilogrammi sollevati nello slancio, 38 nello strappo, in tutto 89 chili, primato italiano per la categoria, sprigionati da un peso che non supera i 48/49 chilogrammi racchiusi in quasi un metro e 60 d’altezza e in appena 13 anni di età. Alessia Larocca, barese, non solo è un’alunna modello (frequenta la seconda E della scuola media Giovanni Verga di Bari). È già sul tetto dell’Italia che solleva pesi. «È un diesel», dice Angela, la madre di Alessia: «Al mattino non vuol saperne di abbandonare il letto ed il fido orsetto di peluche, che lei chiama Cuore, con il quale condivide le sue notti». Per il resto è un fiume in piena: allegra, volenterosa, talentuosa. Così la ritraggono in palestra, all’«Angiulli».
E lei ha ripagato il titolo italiano di Pesistica per Esordienti (nati nel 2006) sollevando misure ragguardevoli per una ragazzina della sua età.

La scuola rimane la ragione più importante della sua vita e per questo, appena torna a casa si concede giusto il tempo per pranzare prima di tuffarsi a capofitto sui libri. «Non sta mai ferma un attimo – racconta la mamma – è sempre in movimento e l’ultima parola deve essere la sua, in famiglia come a scuola. Si calma quando ha finito i compiti, si accoccola sul letto e piomba in una sorta di catalessi smanettando sullo smartphone». Difficile credere che non sia tra le prime durante l’ora di educazione fisica, improbabile immaginarla con indosso scarpette e tutù tipiche delle danza alla quale avrebbe voluto avviarla la mamma. Lei ha preferito sollevare pesi e bilancieri perché dopo aver sostenuto una prova di ingresso ebbe a dire: «Mamma, ho trovato lo sport che fa per me».

Ed è stato amore a prima vista per quella ragazzina dallo «sguardo di fuoco» – a sentire il presidente Ruggero Rizzitelli, chiamato a festeggiare in palestra all’indomani del suo incredibile trionfo – che è riuscita a salire prima tra le 6 più forti d’Italia e poi a issarsi sul gradino più alto del podio vincendo il titolo italiano. Un titolo che ha riacceso l’entusiasmo del suo coach storico, il tecnico nazionale Costantino Smurro, oggi osservatore per conto della Federazione, e di tutto l’ambiente della Polisportiva di via Cotugno. «Un titolo che arriva a distanza di sette anni da quello conquistato da Gianluca Calò – ci spiega Smurro – una grande soddisfazione che ci lascia ben sperare per il futuro». Ed alla sua gioia la piccola Alessia ha risposto così: «Maestro, sono felicissima di questa vittoria ma la metà del merito va naturalmente a te. Non saprei come spiegarti quello che provo in questi momenti».
In casa, il fratello Francesco, studente di primo anno in Fisica, e papà Enzo, se la contendono a suon di baci e abbracci. Lei ringrazia concedendosi uno dei suoi dolci preferiti. Ai quali non rinuncia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400