Mercoledì 23 Settembre 2020 | 05:32

Il Biancorosso

Serie c
Bari calcio, esordio in Coppa Italia senza Di Cesare e De Risio

Bari calcio, esordio in Coppa Italia senza Di Cesare e De Risio

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl caso
Bari, scatta la prescrizione per 11 furbetti del cartellino dell'ex Provincia

Bari, scatta la prescrizione per 11 furbetti del cartellino dell'ex Provincia

 
TarantoContagi
Grottaglie, un impiegato della Leonardo è positivo al Covid 19

Grottaglie, un impiegato della Leonardo è positivo al Covid 19

 
BrindisiIn 60 anni
Brindisi, Roma e Milano nella top 100 delle città «più calde» d'Europa

Brindisi, Roma e Milano nella top 100 delle città «più calde» d'Europa

 
PotenzaNel Potentino
A Carbone il nuovo sindaco è «sconosciuto»: eletto con 78 voti un siciliano mai stato in paese

A Carbone il nuovo sindaco è «sconosciuto»: eletto con 78 voti un siciliano mai stato in paese

 
Materal'anniversario
Matera, quel 21 settembre che cambiò la nostra storia

Matera, quel 21 settembre che cambiò la nostra storia

 
FoggiaCovid
S. Giovanni Rotondo, tutto esaurito in Chiesa per la veglia di San Pio

S. Giovanni Rotondo, tutto esaurito in Chiesa per la veglia di San Pio

 
BatLavori pubblici
Bisceglie, manutenzione del Ponte Lama: arrivano 5 milioni

Bisceglie, manutenzione del Ponte Lama: arrivano 5 milioni

 
LecceViaggi della speranza
Gallipoli, migranti pakistani si riparano su isola Sant'Andrea: c'è anche bimbo di 11 anni

Gallipoli, migranti pakistani si riparano su isola Sant'Andrea: c'è anche bimbo di 11 anni

 

i più letti

Gdf sequestra ai cinesi
500mila gadget abusivi

Gdf sequestra ai cinesi500mila gadget abusivi

ROMA - Due depositi, ricolmi di gadget, rosari ed immagini sacre, riconducibili a due imprese gestite da cittadini cinesi, sono stati scoperti dai Finanzieri del Comando Provinciale di Roma nelle zone di Tor Cervara e San Basilio al termine dell’operazione ribattezzata "Porta Santa". I prodotti sequestrati sono oltre 500.000, per un valore commerciale superiore al milione di euro, ed erano pronti ad invadere le vie della Capitale in concomitanza con l’avvio del Giubileo Straordinario della Misericordia.

I sequestri – resi possibili grazie alle indagini del Nucleo Polizia Tributaria di Roma, avviate dal continuo monitoraggio delle aree particolarmente coinvolte negli eventi connessi alle celebrazioni religiose – comprendono sia i gadget preferiti dai turisti, come calamite, portachiavi e posaceneri, che i prodotti destinati ai pellegrini, come le immagini sacre ed i rosari, tutti con marchi contraffatti ovvero non conformi agli standard di sicurezza imposti dalla normativa nazionale e dell’Unione Europea.

L'immagine più ricorrente è sicuramente quella di Papa Francesco, nelle diverse "declinazioni": dal saluto ai fedeli alla loro benedizione. Massima l’attenzione riservata alla cura dei particolari, dal simbolo dello Stato del Vaticano con la riproduzione del 'triregnò o 'tiarà, ossia il copricapo del Pontefice dal quale pendono le 'infulè, ai rosari in cui sono, addirittura, riportate le placche metalliche con lo stemma punzonato del Vaticano oltre, ovviamente, alla riproduzione della Cupola e del colonnato di piazza San Pietro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie