Giovedì 29 Settembre 2022 | 03:06

In Puglia e Basilicata

Punti di vista

Quei versi declamati sotto un mandorlo

Quei versi declamati sotto un mandorlo

Il «Cuckuàscia Lyrics»

La notte del «Cuckuàscia Lyrics» a Uggiano Montefusco

18 Settembre 2022

Omar Di Monopoli

Meno d’un mese fa, sullo scorcio d’un canicolare agosto, abbiamo avuto l’onore e il privilegio d’essere tra i relatori d’un nuovo, straordinario appuntamento culturale, il «Cuckuàscia Lyrics». Straordinario perché, pur nella sua lineare, persino prevedibile struttura di happening corale, l’evento ha saputo riportare un po’ dell’evocativo incanto della parola poetica in una porzione della provincia da troppo tempo distante da ogni fermento intellettuale. Grazie al supporto di un paio di aziende autoctone e a quello della poetessa Stefania Ruggieri, vero nume tutelare del progetto per il quale ha messo a disposizione la propria fastosa magione, abbiamo infatti raccolto alcune tra le voci più interessanti di questa fetta di Salento - poeti, rapper, menestrelli, scrittori, firme nazionali e non: gente che ogni giorno ingaggia sfiancanti tenzoni con le parole, rischiando sempre di uscirne con le ossa rotte - per provare a offrire loro uno spazio di confronto riparato, sereno, conviviale.

Cullati dalla calda atmosfera d’un giardino con pineta e piscina annesse, ubicato nel piccolo borgo di Uggiano Montefusco (secondo la tradizione locale il posto delle «cuckuàsce», per l’appunto, le civette, in salentino), una truppa di ben sedici artisti ha così regalato la propria voce al pubblico: dieci minuti circa a testa di racconti più o meno inediti, storie cantate, liriche «spatriate», versi arrangolati e drammatizzazioni prêt-à-porter. Senza regole, né statuti. Solo il piacere di stare assieme ricordando l’uno all’altro quanto ci è mancato incontrarsi, mirarci dritti negli occhi e sorriderci in questo tristo biennio di apocalissi da divano e con la funerea prospettiva di doverne affrontare di nuove nei mesi a venire per colpa della crisi e delle bollette impazzite.

Sulla scorta di seminali esperienze passate - su tutte «Citofonare Interno 8», altro funambolico progetto made in Puglia basato sulle letture degli autori in casa (copyright Rossano Astremo, poeta di Grottaglie) - il «Cuckuàscia Lyrics» si propone una divulgazione «da asporto» della potenza dei versi lirici, e, in virtù dell’eccezionale successo di pubblico della prima edizione, già si preannuncia per l’anno prossimo una più massiva partecipazione di voci nonché l’ufficiale collaborazione delle istituzioni. Ma forse, considerato il sincero e contagioso stupore del pubblico accorso appassionatamente tra le file di lucette disposte attorno al grande mandorlo che fungeva da palco, sarebbe piuttosto auspicabile che appuntamenti siffatti restino sotto la curatela dei privati, sì da non sporcare con predaci rivendicazione politiche la magia semplice e spontanea di momenti come quelli vissuti ascoltando i sedici «cuckuàsci».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 

BLOG

- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725