Sabato 24 Settembre 2022 | 23:51

In Puglia e Basilicata

Punti di vista

Il Porno Possibile a Polignano a Mare

Il Porno Possibile a Polignano a Mare

Rocco Siffredi emerge dalla Lama Monachile

14 Agosto 2022

Alberto Selvaggi

Quando ancora Polignano a Mare non era un B&B con la Chiesa Matrice in mezzo, nelle lame scorrevano ugualmente torrenti di denaro, provenienti però dal contrabbando. Cene pantagrueliche con champagne, festini con sexy-star erano la norma per chi investiva o trasportava. E già allora qualcuno incominciò a ideare un Porno Possibile a Polignano.

Basta con Scamarcio e Luca Bianchini, che oltretutto è un torinese extracomunitario. Basta con le località turistiche che se la tirano vantando frequentatori quali Goethe, Hemingway, Pupo e Byron. Anche Polignano merita uno status gutturale con un film recitato da Rocco, Nappi deretania, oltre alle stagionate Vampirella, Ramba, Barbarella, Animalia, già reclutate per ospitate o addii al celibato.

È tempo di un Porno Possibile a Polignano, anche se non è scontato sia davvero possibile. I forestieri non sanno che i polignanesi si esprimono con una consecutio temporum (non so cosa significhi in realtà, spero di non fare una magra) particolare. Parlano al futuro nella loro cadenza altalenante: dove andremo? Ci vedremo a tua casa? Che mangeremo? Che faremo? Intendendo, che so: andiamo in pizzeria o a ballare? Preparo il ciambotto (piatto arcaico) visto che è ora di pranzo? Operiamo il paziente o lo intubiamo? Già questo, per motivi di coincidenza di orari, prefigura un Porno Impossibile a Polignano. Come faranno le preparatrici (spesso mogli o fidanzate di cineoperatori e di scenografi) a stimolare per tempo gli attori sul set programmato? Come potrà giungere Malena il giorno esatto se le maestranze locali fanno riferimento a ciò che apparentemente dovrebbe accadere in un futuro indeterminato? È un problema che s’apre a interpretazioni paradossali, insolubili anche per l’accompagnatore di Valentina Nappi, filosofo giovane e preparato.

Gli avventori del Bar Peppino lungo la via drètt’ (via diritta, via Roma) erutterebbero il loro disappunto Dreher (c’è anche un disappunto Peroni ma si esprime a Bari), le vegliarde superstiti del centro storico sputerebbero noccioli di (olive) nell’occhio dello sceneggiatore (io?) dell’oscenità cinematografica.

Ecco perché il Porno Possibile a Polignano a Mare non è ancora arrivato sui supporti o in digitale. A meno che non si predisponga tutta la produzione d’anticipo e si vieti ai polignanesi non soltanto di esprimersi, ma soprattutto di pensare in vernacolo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725