Martedì 26 Marzo 2019 | 04:49

NEWS DALLA SEZIONE

MARINA MILITARE
Golfo di Taranto, testate procedure Natosi addestrano navi, sommergibili e aerei

Golfo di Taranto, testate procedure Nato per navi, sommergibili e aerei

 
Scintille Nato-Russia
I piloti italiani in missione nei cieli della Guerra Fredda

I piloti italiani in missione nei cieli della Guerra Fredda

 
AERONAUTICA MILITARE
Comando scuole-Terza Regione aereail generale Colagrande nuovo comandante

Comando scuole-Terza Regione aerea
il generale Colagrande nuovo comandante

 
AERONAUTICA MILITARE
Formazione, ricerca e sperimentazionesiglato accordo con l'Università di Bari

Formazione, ricerca e sperimentazione
siglato accordo con l'Università di Bari

 
AERONAUTICA MILITARE
Compleanno dell'Arma azzurraGioia, porte aperte al 36° Stormo

Compleanno dell'Arma azzurra
Gioia, porte aperte al 36° Stormo

 
L'ANNIVERSARIO
Brigata San Marco cento anni di storiala festa dei fucilieri di Marina

Brigata San Marco cento anni di storia
la festa dei fucilieri di Marina

 
L'INIZIATIVA
Una cultura della Difesa nelle scuoleL'Esercito offre opportunità professionali

Una cultura della Difesa nelle scuole
L'Esercito offre opportunità professionali

 
IL RICONOSCIMENTO
De Carolis, il carabiniere-scrittoreè stato premiato al Campidoglio

De Carolis, il carabiniere-scrittore
è stato premiato al Campidoglio

 
AERONAUTICA MILITARE
Gli F-35 di Amendola si addestrano in GermaniaPromosso il rischiaramento sulla base di Istrana

Gli F-35 di Amendola si addestrano in Germania
Promosso il rischieramento sulla base di Istrana

 
L'APPUNTAMENTO
Tammaro, a lezione di leadershipdall'ex comandante della Pan

Tammaro, a lezione di leadership
dall'ex comandante della Pan

 
L'ANALISI
Iraq, acqua risorsa strategicauna minaccia alla stabilità

Iraq, acqua risorsa strategica
una minaccia alla stabilità

 

Il Biancorosso

LA PARTITA
Il meglio di Palmese-Baritutte le emozioni biancorosse

Il meglio di Palmese-Bari
tutte le emozioni biancorosse

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaQuote rosa
Regionali, una donna in Regione dopo 10 anni: è una 33enne della Lega

Regionali, una donna in Regione dopo 10 anni: è una 33enne della Lega

 
TarantoInquinamento ex Ilva
Il Comune di Taranto discute di ambiente: presente Emiliano

Il Comune di Taranto discute dell'aumento della diossina: presente Emiliano

 
LecceLa protesta
Xylella a Lecce, i no Tap manifestano contro Lezzi: «Lei ci tradì, evviva Marco Poti»

Xylella a Lecce, i no Tap manifestano contro Lezzi: «Lei ci tradì, evviva Marco Poti»

 
HomeL'operazione dei cc
Margherita di Savoia, rapina una farmacia e poi fugge su auto rubata: arrestato 41enne

Margherita di Savoia, rapina una farmacia e poi fugge su auto rubata: arrestato 41enne

 
GdM.TVLo spettacolo sportivo
Matera 2019, Fiona May in scena stasera con «Maratona di New York»

Matera 2019, Fiona May in scena stasera con «Maratona di New York»

 
HomeIl caso
Bari, acido caustico al posto del succo: grave bimbo di 5 anni

Gioia del Colle, beve al bar acido caustico al posto del succo: grave bimbo di 5 anni

 
HomeL'inchiesta
La crudeltà il vero volto della mafia del Foggiano: 9 morti su 10

La crudeltà il vero volto della mafia del Foggiano: 9 morti su 10

 
BrindisiI funerali
L’addio a Davide, Sara e Giulia: tre comunità del Brindisino unite dal dolore

L’addio a Davide, Sara e Giulia: tre comunità del Brindisino unite dal dolore

 

AERONAUTICA MILITARE

Gioia, Villadei e la sfida allo spazio
"I sogni si possono realizzare"

Il cosmonauta italiano: "Con Grottaglie, Puglia lungimirante e dinamica"

Gioia, Villadei e la sfida allo spazio "I sogni si possono realizzare"

E’ l’unico degli otto astronauti italiani selezionati a non essere ancora andato in missione. Walter Villadei aspetta l’attimo giusto. Che prima o poi arriverà. E intanto si addestra. Come fa ormai da anni, da quando il sogno di volare nello spazio è lì, a portata di mano. Villadei, ufficiale dell’Aeronautica militare è il cosmonauta (in Russia è questo il termine ufficiale dai tempi di Jurij Gagarin) più esperto che ci sia perché è stato addestrato dalla Nasa, dall’Esa e ha frequentato il programma Soyuz di Mosca. Ma non riesce a partire. Perché? Lo spazio è diventato anche terreno di battaglia, politica. E nella perenne disputa tra Usa, Europa e Russia, Villadei rischia di diventare il classico vaso di coccio.
La passione, comunque vada a finire la sua storia, si è trasformata nel carburante necessario per spiegare a tutti cosa c’è oggi al di là dell’atmosfera e quali siano le nuove sfide del futuro. E nel ruolo di testimonial d’eccezione Villadei trova anche il tempo per girare tra scuole e convegni a raccontare un’esperienza unica.
Così ad ascoltarlo, in tanti si sono dati appuntamento nella sede del 36° Stormo dell’Aeronautica militare, grazie anche alla collaborazione del Rotary e del Lions di Gioia del Colle. Il cosmonauta, accolto dal comandante, Emanuele Spigolon, ha ricordato come proprio dalla base pugliese è partita l’avventura spaziale italiana perché qui, negli anni Sessanta, era operativa la 36a Aerobrigata di interdizione strategica, dotata di missili Jupiter, cioè della stessa tecnologia utilizzata poi per mettere in orbita i satelliti. E  le competenze maturate in questo settore hanno contribuito a far sì che il nostro Paese avesse un ruolo di primo piano nell’avventura spaziale.


Villadei ha ricordato la visione e la vocazione dell’Aeronautica militare riassunte nel motto  “Virtute siderum tenus”, “Con valore verso le stelle” che oggi si traducono in uno spazio trasformato radicalmente, tra sistemi per il volo suborbitale e propulsione ipersonica e nella necessità di sviluppare un approccio integrato e un pensiero più strategico per la difesa e l’utilizzo dell’aerospazio. L’Italia è un Paese europeo che gioca un ruolo da protagonista in Europa. La cooperazione con i russi - nel settore del volo umano spaziale sonoleader nel mondo insieme agli americani - fa parte di una lunga tradizione: non solo siamo il terzo Paese per contribuzione in Esa ma siamo anche gli unici in Europa ad avere una collaborazione bilaterale con la Nasa.
Dalle stelle si può anche guadagnare, come dimostra la space economy. Da sempre, infatti, le attività spaziali si distinguono per capacità di generare un indotto sia commerciale che tecnologico e la competizione sul mercato internazionale sta aumentando. Assisteremo ad un numero sempre crescente d’iniziative e l’aerospazio, ancor più del tradizionale spazio, si presta a diventare un laboratorio a “cielo aperto” in cui matureranno nuove soluzioni. Le premesse ci sono tutte: gli Stati Uniti annunciano di voler tornare sulla Luna con un insediamento permanente, mentre la Cina sbarca per la prima volta sulla faccia oscura del nostro satellite. Senza dimenticare l’idea, fino a qualche anno fa impensabile, di dare in uso la International space station (o almeno una parte di essa) ad operatori privati, mentre alcuni di questi stanno già per avviare il primo servizio “di trasporto di linea” suborbitale per turisti spaziali. La Puglia in questa nuova sfida, col progetto dello “spazioporto” di Grottaglie, ha dimostrato lungimiranza e dinamismo.
    Infine, l’immediato futuro. Marte, il pianeta rosso, rappresenta ancora una sfida ricca di incognite. A cominciare dalle radiazioni a cu sarebbe sottoposto l’equipaggio di una navicella spaziale, alla durata del volo (nove mesi), alle incognite dell’atterraggio. Ad oggi non c’è una tecnologia che consenta di trovare soluzioni. Ma la storia insegna come sia solo una questione di tempo: dall’allunaggio dell’Apollo allo Shuttle sono trascorsi solo vent’anni. 
Villadei, insomma, non molla. Ha provato anche le emozioni su un velivolo Eurofighter e ai più giovani dice: “Credete ai sogni, fate di tutto per realizzarli. Io l’ho fatto e ci sono riuscito. Mi manca solo la

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400