Giovedì 24 Gennaio 2019 | 12:15

NEWS DALLA SEZIONE

L'ANALISI
Africa: in Mali, Somalia e Nigeriasalto di qualità dei movimenti terroristici

Africa: in Mali, Somalia e Nigeria
salto di qualità dei movimenti terroristici

 
MEDIORIENTE
Israele testa sistema missilistico sul MediterraneoL'Iran lancerà in orbita un satellite a febbraio

Israele testa sistema missilistico sul Mediterraneo
L'Iran lancerà in orbita un satellite a febbraio

 
L'ANALISI
Grande gioco, sale la tensione in Medio OrienteIsraele-Iran si affrontano a viso aperto in Siria

Grande gioco, sale la tensione in Medio Oriente
Israele-Iran si affrontano a viso aperto in Siria

 
AERONAUTICA MILITARE
Martina Franca , cambio comandante al 16° Stormoai Fucilieri dell'aria arriva il colonnello Pellegrino

Martina Franca , cambio comandante al 16° Stormo
ai Fucilieri dell'aria arriva il colonnello Pellegrino

 
LA STORIA
Picci, la bambina afghana in pericolo di vitae il grande cuore dei militari italiani

Picci, la bambina afghana in pericolo di vita
e il grande cuore dei militari italiani

 
CARABINIERI
La storia delle teste di cuoio italianeraccontata dal comandante Alfa dei Gis

La storia delle teste di cuoio italiane
raccontata dal comandante Alfa dei Gis

 
DIFESA
In un anno bonificati 50mila ordigni inesplosiArtificieri e palombari al servizio del Paese

In un anno bonificati 50mila ordigni inesplosi
Artificieri e palombari al servizio del Paese

 
L'ACCORDO
Marina militare e Università di Bari insiemeSi rafforza la collaborazione con l'Ateneo

Marina militare e Università di Bari insieme
Si rafforza la collaborazione con l'Ateneo

 
IL REPORTAGE
La Brigata Pinerolo e la missione in Iraqun consuntivo dell'impegno fuori area

La Brigata Pinerolo e la missione in Iraq
un consuntivo dell'impegno fuori area

 
LA STORIA
Tscherkowo, l'inferno bianco degli italianila tragica ritirata descritta da chi c'era

Tscherkowo, l'inferno bianco degli italiani
la tragica ritirata descritta da chi c'era

 
ESERCITO
L'82° Reggimento fanteria "Torino"ricorda i caduti sul fronte russo

L'82° Reggimento fanteria "Torino"
ricorda i caduti sul fronte russo

 

DIFESA

"Prima o poi avremo
una donna generale"

Il ministro Trenta: questa è una certezza perché sono bravissime

"Prima o poi avremouna donna generale"

Il presidente Mattarella e il ministro Trenta

Dai tagli alla Difesa previsti dalla manovra, circa 500 milioni di euro, "non deriverà assolutamente alcun pericolo per la sicurezza". Lo ha detto il ministro della Difesa, Elisabetta Trenta, intervenendo alla presentazione del volume "1948-2018 I Carabinieri negli anni della Costituzione", realizzato dall'Arma e dall'ANSA. "Più che di tagli - ha puntualizzato il ministro - io parlerei di razionalizzazioni. In certi momenti ci sono delle priorità, ma ogni funzione strategica della sicurezza verrà mantenuta. Sicuramente bisogna razionalizzare la spesa". Trenta ha poi ricordato che "esiste un piano di assunzioni nelle forze armate perchè è necessario rinnovare, il personale invecchia". "Prima o poi avremo una donna generale e questa è una certezza. Nel futuro le donne saranno sempre più pienamente integrate nelle forze armate". "Le donne - ha sottolineato il ministro - hanno una maggiore sensibilità utilissima nelle missioni di pace e riescono ad essere soprattutto un elemento di risoluzione dei conflitti. Abbiamo bravissime soldatesse". Per la cronaca, la prima donna generale delle Forze armate si chiama Laura De Benedetti, romana, 62 anna e indossa l'uniforme dell'Arma dei Carabinieri. In realtà la vicenda professionale di Laura De Benedetti è un po' atipica: era infatti già vicequestore aggiunto nelle forze di Polizia, quando ha deciso (insieme ad un'altra collega) di transitare nell'Arma. Questo ha fatto sì che nella Benemerita indossasse a stretto giro i gradi di colonnello e, da dicembre dell'anno scorso, di generale.

Per il capo di stato maggiore della Difesa, Enzo Vecciarelli, "Bisogna ricordare a tutti che la libertà, la democrazia, il vivere civile non sono gratis. Serve il lavoro, la fatica e anche il sangue" di chi ogni giorno dedica la vita al proprio paese. Ci troviamo in un momento in cui, ha spiegato il generale, "assistiamo al ritorno sulla scena di nazionalismi e il rafforzarsi di potenze nucleari", un "mondo alla rovescia" rispetto a quanto immaginato dopo la seconda guerra mondiale con la nascita dell'Onu. E in questo contesto il ruolo delle forze armate italiane è chiaro. "Dobbiamo collaborare con tutti gli altri paesi affinché le situazioni d'instabilità siano ridotte il più possibile. Noi non siamo schierati da una parte e dell'altra - ha spiegato Vecciarelli - ma da quella di chi vuole sicurezza e stabilità. Oggi non è più necessario difendere i confini, quella che va difesa è la libertà di tutti i cittadini, di muoversi e di fare impresa".

Laura De Benedetti

Secondo il comandante generale dei Carabinieri, Giovanni Nistri, "I valori sono importanti, tuttavia la cosa principale non è parlarne, ma testimoniarli ogni giorno. I valori - ha proseguito il generale - sono come carte di credito il cui fondo non è illimitato, ma i nostri carabinieri devono ogni giorno alimentare. Non ci incensiamo e teniamo la barra dritta, senza cadere nelle suggestioni". La sicurezza, ha concluso Nistri, "è un bene comune e chiunque va a toccarla, che sia un terrorismo o un criminale, va a toccare un bene che è di tutti".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400