Domenica 17 Febbraio 2019 | 16:25

NEWS DALLA SEZIONE

Dal gip di Potenza
Lavello, donna di mezza età in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

Lavello, donna 40enne in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

 
Nel potentino
Francavilla in Sinni, crolla tetto di casa, madre e figlio in ospedale, uomo ancora sotto le macerie

Francavilla in Sinni: crolla tetto di casa, 3 persone estratte vive, grave un uomo

 
Fotoreporter ferito
Il San Carlo si offre di curare l'occhio di Micalizzi

Il San Carlo si offre di curare l'occhio di Micalizzi

 
L'invito
Potenza, l'ospedale San Carlo si offre di curare il reporter ferito in Siria

Potenza, l'ospedale San Carlo si offre di curare il reporter ferito in Siria

 
«È un piano senza effetti»
Basilicata, stop inceneritori nel 2020: Tar boccia ricorso ex Fenice

Basilicata, stop inceneritori nel 2020: Tar boccia ricorso ex Fenice

 
criminalità
Mafia lucana fa flop, per l'operazione «Iena» solo due condanne

Mafia lucana, flop per operazione «Iena»: solo 2 condanne

 
Sollevamento pesi
A Dubai un lucano sul tetto del mondo: vince la coppa paralimpica

A Dubai un lucano sul tetto del mondo: vince la coppa paralimpica

 
Verso le regionali
Basilicata, Arbia (Sms) annuncia: «Mi candido a Presidenza Regione»

Basilicata, Arbia (Sms) annuncia: «Mi candido a Governatore»

 
La visita
Premier Conte l'11 a Potenza per il Piano di sviluppo

Premier Conte l'11 a Potenza per il Piano di sviluppo

 
I 25 anni di Dookie
Green Day: Billie Joe vuole festeggiare a Viggiano?

Green Day: Billie Joe vuole festeggiare a Viggiano?

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaLite sulle elezioni
San Severo, scazzottata nella sede della Lega per il candidato sindaco. Due espulsi, arriva il commissario

San Severo, rissa nella sede della Lega per il candidato sindaco. Il partito li caccia: non sono graditi

 
LecceNel Leccese
Ruba 200 libri antichi da casa di un anziano: denunciato a Taviano

Ruba 200 libri antichi da casa di un anziano: denunciato a Taviano

 
TarantoLe dichiarazioni
Emiliano a Taranto: «Il governo non può abbandonare ex Ilva»

Emiliano a Taranto: «Il governo non può abbandonare ex Ilva»

 
BatLa protesta
Trani senza pronto soccorso, i cittadini scendono in piazza

Trani senza pronto soccorso, i cittadini scendono in piazza

 
BariDa piazza del ferrarese
Bari corre per il cuore, la partenza della Running Heart

Bari corre per il cuore, la partenza della Running Heart

 
BrindisiNel Brindisino
Cisternino: era ricercato da 7 anni per droga, arrestato nella notte 39enne

Cisternino: era ricercato da 7 anni per droga, arrestato nella notte 39enne

 
MateraIl caso
matera bari

Matera, svaligiavano appartamenti: in manette 3 ladri baresi

 
PotenzaDal gip di Potenza
Lavello, donna di mezza età in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

Lavello, donna 40enne in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

 

temperature rigide

La Corte dei Conti
indaga sui contatori

Aperta un'inchiesta su Aql per «danni da negligente gestione nel periodo invernale»

La Corte dei Conti indaga sui contatori

Burian gela la Basilicata e la Corte dei Conti scalda i motori. Perché il Procuratore contabile Luigi Cirillo già ha avviato un’inchiesta su una cosa che si ripete ogni volta che la colonnina di mercurio scende sotto lo zero: contatori che si ghiacciano, si spaccano e lasciano utenti a secco e strade allagate.

Così a inizio del mese, e non certo per le previsioni meteo, ha recapitato agli uffici della Spa idrica pubblica una richiesta di trasmissione di documenti e informative nell’ambito del procedimento 49/2017 da lui seguito relativo a una ipotesi di «danni da negligente gestione dei contatori acqua nel periodo invernale» in cui si ipotizza una idoneità del tipo dei contatori installati (quelli a quadrante bagnato, ossia in cui l’acqua finisce anche nella zona del vetro di lettura) rispetto al gelo invernale che avrebbe determinato rotture diffuse e costi a carico della Spa.

Da qui la richiesta di conoscere «il numero dei contatori idrici "a quadrante bagnato" installati e il numero di detti contatori sostituiti nel 2015 e nel 2016 per rottura cagionata dal gelo, il costo unitario di detti contatori e dei contatori a quadrante secco; l'entità delle spese sostenute per la sostituzione dei contatori, le specifiche tecniche dei contatori usati e di quelli a quadrante secco, come, ad esempio, la resistenza al gelo».

Tra le varie richieste anche le modalità di adozione, con relativi partecipanti e incarico nella società, degli «atti con i quali si è proceduto alla scelta della tipologia di contatori in uso e sulla vantaggiosità in termini economici, eventuali atti di gara, contratto, atti dal finanziamento al pagamento, in particolare gli atti comprovanti le spese sostenute, che sono state condizionate dal verificarsi dell’evento dannoso».

Atti da trasmette entro i primi di maggio al fine di fare una valutazione sulla «fisiologia» delle rotture.

Il fascicolo che ora entra nella fase di indagine nasce da un post e un esposto di un blogger, Miko Somma, il primo del mese di gennaio del 2015, l’altro del 16 gennaio 2017. Nell’esposto si lamentava la «rottura causa ghiaccio di oltre 20-25mila contatori idrici» con disagi per i cittadini e danni economici e, sottolineando che in commercio c’erano anche contatori «a secco», che quindi non potevano ghiacciare, chiedeva di verificare se si trattasse di una partita difettosa, una debolezza strutturale, o un errore di valutazione negli acquisti.

Da qui le indagini tese a definire la fisiologia. Perché da una semplice visita al sito della Spa, in cui si dà conto di 287mila utenze attive, e prendendo per buoni i danni forniti nell'esposto è facile calcolare che si sta parlando di un’incidenza di rotture tra lo 0,69 e lo 0,87 per cento, ma va anche detto che non tutti i contatori sono alloggiati all’esterno degli edifici (in particolare i più vecchi sono nelle case, dove la temperatura resta alta per i riscaldamenti) e per questo per valutare l'incidenza delle rotture bisognerebbe fare questa tara.

Ma va anche detto che proprio nei giorni scorsi, in coincidenza dell’arrivo dei rigori di Burian, Acquedotto lucano nel diffondere una nota sulle «buone prassi» per preservare i misuratori d’acqua «collocati in locali, nicchie, armadietti, pozzetti all’esterno dei fabbricati o in abitazioni raramente abitate» ha, forse, non a caso, fatto riferimento all’articolo 3 del Regolamento del Servizio Idrico Integrato secondo cui «la custodia e la protezione del contatore, qualora posto all’interno della proprietà dell’utente, è a totale carico dello stesso, poiché avendone la disponibilità deve adottare tutte le misure idonee a prevenire eventuali danni».

Alla fine, insomma, la «patata gelata» potrebbe restare in mano al cittadino.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400