Giovedì 06 Agosto 2020 | 03:43

NEWS DALLA SEZIONE

L'ufficialità
Nasce la prima facoltà di Medicina in Basilicata: firmato l'accordo. Bardi: «Traguardo storico»

Nasce la prima facoltà di Medicina in Basilicata: firmato l'accordo. Bardi: «Traguardo storico»

 
SANITÀ
La testa degli ospedali a Potenza, ma l'Asl l'unica farà capo a Matera

La testa degli ospedali a Potenza, ma l'Asl l'unica farà capo a Matera

 
In Basilicata
Tempa Rossa, domani test sulle valvole di sicurezza

Tempa Rossa, domani test sulle valvole di sicurezza

 
INFRASTRUTTURE
Genzano di Lucania, distretto G: al via lavori da 50 milioni

Genzano di Lucania, distretto G: al via lavori da 50 milioni

 
maltempo
Potenza, bomba d'acqua sulla città: si allaga un supermercato

Potenza, bomba d'acqua sulla città: si allaga un supermercato

 
UNIVERSITÀ

Unibas, facoltà di Medicina: ora studiano gli aspiranti rettori

 
IL CASO

I familiari del centauro morto a Melfi: il manager Kawasaki va processato

 
Automobilismo
Melfi, va al campano Salvatore Venanzio il primo slalom nazionale del Vulture

Melfi, va al campano Salvatore Venanzio il primo slalom nazionale del Vulture

 
la scoperta
Potenza, un bazar della droga nel centro d'accoglienza: arrestato 38enne nigeriano

Potenza, un bazar della droga nel centro d'accoglienza: arrestato 38enne nigeriano

 
Tragedia
Vinovo, guardia giurata di Vietri di Potenza uccide la compagna e si toglie la vita

Guardia giurata di Vietri di Potenza uccide la compagna in Piemonte e si toglie la vita

 
L'INVENZIONE
Potenza, mascherina e disinfettante tutto a portata di borsetta

Potenza, mascherina e disinfettante tutto a portata di borsetta

 

Il Biancorosso

serie c
Bari, quanta folla agli arrivi: centrocampo da ridisegnare

Bari, quanta folla agli arrivi: centrocampo da ridisegnare

 

NEWS DALLE PROVINCE

MateraAllarme covid 19
Ferrandina, altri 10 migranti in fuga dal centro di accoglienza: hanno violato la quarantena

Ferrandina, altri 10 migranti in fuga dal centro di accoglienza: hanno violato la quarantena

 
BariIl caso
In due sul monopattino a Bari: filmati e multati dalla Polizia 

In due sul monopattino a Bari: filmati e multati dalla Polizia

 
PotenzaL'ufficialità
Nasce la prima facoltà di Medicina in Basilicata: firmato l'accordo. Bardi: «Traguardo storico»

Nasce la prima facoltà di Medicina in Basilicata: firmato l'accordo. Bardi: «Traguardo storico»

 
LecceIl caso
È ufficiale: l'animale che si aggirava sulle spiagge del Salento è un lupo

È ufficiale: l'animale che si aggirava sulle spiagge del Salento è un lupo

 
FoggiaL'iniziativa
Braccianti morti a Foggia: un'opera per ricordare le vittime del caporalato

Braccianti morti a Foggia: un'opera per ricordare le vittime del caporalato

 
BatIl caso
Covid 19, anziana torna positiva in Rsa di Andria: tutti negativi i dipendenti

Covid 19, anziana torna positiva in Rsa di Andria: tutti negativi i dipendenti

 
HomeEroe per un giorno
Taranto, militare fuori servizio si tuffa e salva 7 persone dalla furia del mare

Taranto, militare fuori servizio si tuffa e salva 7 persone dalla furia del mare

 
BrindisiAMBIENTE
Brindisi, in un solo mese i Cc scoprono 18 discariche abusive

Brindisi, in un solo mese i Cc scoprono 18 discariche abusive

 

i più letti

I fatti nel 2013

Melfi, morì dopo il parto
assolti due ginecologi

Il tribunale di Potenza ha assolto i due medici perchè il fatto non sussiste. La vittima una donna di 27 enne deceduta per complicazioni dopo la nascita del secondo figlio

Sla, sì del tribunale di Potenza  al farmaco sperimentale Usa

Il Tribunale di Potenza ha assolto, perché il fatto non sussiste, due medici in servizio nell’ospedale di Melfi (Potenza) il 3 settembre 2013, quando una donna di 27 anni morì per complicazioni intervenute durante il parto del suo secondo figlio.
I due medici erano accusati di omicidio colposo. Sono il chirurgo ginecologo Alberico Vona e la ginecologa Maria Napoli. La donna che morì si chiamava Regiane Sousa Martins, di origini brasiliane ma residente a Lavello (Potenza) con il marito e un altro figlio.

La donna, alla quarantesima settimana di gestazione, entrò in ospedale in buone condizioni. Qualche ora dopo, però, le sue condizioni si aggravarono: dopo il parto e la nascita di una bambina, Sousa Martins peggiorò e fu trasferita nel reparto di rianimazione, dove morì alcune ore dopo. Alberico e Napoli - difesi dagli avvocati Marco Moccia e Gaetano Araneo - furono rinviati a giudizio: oggi il giudice monocratico del Tribunale di Potenza ha emesso la sentenza di assoluzione per entrambi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie