Martedì 19 Marzo 2019 | 00:39

NEWS DALLA SEZIONE

I controlli
Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

 
Dall'ispettorato del lavoro
Furbetti dell'assegno di disoccupazione nei campi in Basilicata: denunciati

Furbetti dell'assegno di disoccupazione nei campi in Basilicata: denunciati

 
Il comizio
Melfi, Salvini a contestatori: «Siete 10 sfigati, partigiani si rivolterebbero nella tomba»

Melfi, Salvini a contestatori: «Siete 10 sfigati, partigiani si rivolterebbero nella tomba»

 
Le parole
Salvini: «Nel Potentino le vittime hanno ancora paura dell'usura»

Salvini: «Nel Potentino le vittime hanno ancora paura dell'usura»

 
A Melfi
Melfi, Berlusconi su morte giovane testimone processo Ruby: mi spiace

Berlusconi su morte teste processo Ruby: mi spiace
E sui cogl...: ho esagerato Vd

 
Il fenomeno
Le case dei lucani all’asta un altro segno della crisi

Le case dei lucani all’asta un altro segno della crisi

 
La rapina
Potenza, sfondano una gioielleria a colpi di martello: ladri in fuga

Potenza, sfondano una gioielleria a colpi di martello: ladri in fuga

 
La decisione
Papa: Monsignor Augusto Bertazzoni sarà venerabile

Papa: Monsignor Augusto Bertazzoni sarà venerabile

 
La denuncia
Potenza, 5 mesi di attesa per prenotare visita fisiatrica

Potenza, 5 mesi di attesa per prenotare visita fisiatrica

 
l’altra faccia della disoccupazione
Il 66% dei disoccupati lucani non cerca più un lavoro

Il 66% dei disoccupati lucani non cerca più un lavoro

 

Il Biancorosso

LE PAGELLE
Iadaresta aumenta il peso offensivoPozzebon grigio: neanche un tiro

Iadaresta aumenta il peso offensivo
Pozzebon grigio: neanche un tiro

 

NEWS DALLE PROVINCE

MateraLa visita
Di Maio a Matera: «Fare imprese al Sud è da supereroi»

Di Maio a Matera: «Fare imprese al Sud è da supereroi»

 
TarantoIncidente stradale
Scontro a Crispiano: muore una maestra di 46 anni, insegnava a Martina

Scontro a Crispiano: muore maestra di 46 anni. Altro incidente a Manduria: muore 78enne

 
HomeUdienza preliminare
Tangenti ex provincia Bari, l'ente non si costituisce parte civile

Tangenti ex provincia Bari, l'ente non si costituisce parte civile

 
PotenzaI controlli
Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

 
BatL'inchiesta di Lecce
Trani, magistrati arrestati, imprenditore denuncia: «Pagai per la libertà»

Trani, magistrati arrestati, imprenditore denuncia: «Pagai per la libertà»

 
BrindisiIn pieno centro
S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

 
LecceBattuto Messuti
Primarie Centrodestra a Lecce, vince Saverio Congedo, coordinatore pugliese FdI

Primarie Centrodestra a Lecce, vince Saverio Congedo, di Fratelli d'Italia

 

a san nicola di melfi

Distrutta dalle fiamme
un'azienda di telefonia

a fuoco azienda di telefonia

di FRANCESCO RUSSO 

SAN NICOLA DI MELFI - Un incendio di vaste proporzioni ha gravemente danneggiato un magazzino di circa 700 metri quadrati ed alcuni locali della Sg Trading, un’azienda di telefonia ed elettronica situata nell’area industriale di San Nicola di Melfi, a poche centinaia di metri dalla Fca-Sata. Le fiamme sarebbero divampate tra le 19 e le 20 di ieri sera, per cause ancora in corso di accertamento, distruggendo completamente un magazzino contenente dispositivi per la telefonia. Il valore dei danni è ingente, si parla di vari milioni di euro. A prendere fuoco, anche un laboratorio di assistenza tecnica ed alcuni locali destinati ad ufficio di logistica.

L’incendio non avrebbe provocato feriti. Pare, del resto, che nell’azienda in quel momento non ci fossero lavoratori. Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco di Melfi ed i carabinieri della stazione di San Nicola di Melfi. Le operazioni di spegnimento sono durate diverse ore. Quando il giornale andava in stampa i vigili del fuoco, arrivati nella sede dell’azienda con diversi mezzi, erano ancora all’opera, anche se dell’incendio rimaneva soltanto un’alta colonna di fumo. Davanti ai cancelli, nel giro di poco tempo, si è radunato un gruppo di lavoratori, preoccupati e sconvolti dall’accaduto. I dirigenti dell’azienda, mentre erano in corso le operazioni, hanno preferito non rilasciare dichiarazioni, mentre le forze dell’ordine effettuavano i rilievi di natura tecnico per cercare di risalire alle cause dell’incendio.

La Sg Trading - che dà lavoro tra magazzinieri, dipendenti e corrieri ad una ventina di persone - si occupa principalmente di import ed export sia di materiale elettronico di alta innovazione tecnologica che di dispositivi per la telefonia e rifornisce, nell’ambito delle diverse attività, grosse catene di centri commerciali in Italia e all’estero. L’azienda che opera con una propria struttura commerciale e con una rete di vendita capillare e molto radicata nel territorio, era stata oggetto di atti intimidatori: nel 2014 erano stati esplosi davanti ai cancelli dello stabilimento alcuni colpi di arma da fuoco. I proprietari avevano denunciato l’episodio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400