Lunedì 18 Gennaio 2021 | 11:49

NEWS DALLA SEZIONE

Demografia
Cresce la «città fantasma»: in Basilicata 1 casa su 3 è vuota

Cresce la «città fantasma»: in Basilicata 1 casa su 3 è vuota

 
La decisione
Foto Tony Vece

Potenza, causa neve chiuse tutte le scuole il 18 gennaio

 
Il personaggio
Il vaccino italiano di «ReiThera»: tra i ricercatori c’è una lucana

Il vaccino italiano di «ReiThera»: tra i ricercatori c’è una lucana

 
Nel Potentino
Avigliano: in una Rsa inaugurata la prima tenda degli abbracci della Basilicata

Avigliano: in una Rsa inaugurata la prima tenda degli abbracci della Basilicata

 
I numeri
Covid, in Basilicata una festa di compleanno a Grumento accende un altro focolaio

Covid, in Basilicata una festa di compleanno a Grumento accende un altro focolaio

 
zona gialla
Basilicata, ordinanza scuole: confermata Dad alle superiori sino al 31 gennaio

Basilicata, ordinanza scuole: confermata Dad alle superiori sino al 31 gennaio

 
dati regionali
Covid in Basilicata, altri 2 decessi e 89 nuovi contagi (su 790 tamponi): tasso di positività all'11,2%

Covid in Basilicata, altri 2 decessi e 89 nuovi contagi (su 790 tamponi): tasso di positività all'11,2% e trend in aumento

 
L'emergenza
Basilicata, abbattimento cinghiali: sì al piano regionale. Si potranno eliminare 5.600 esemplari

Basilicata, abbattimento cinghiali: sì al Piano regionale. Coldiretti: «C'è altro da fare»

 
sanità
Potenza, cure domiciliari: il Tar boccia il bando lucano

Potenza, cure domiciliari: il Tar boccia il bando lucano

 
L'emergenza
Vaccini anti covid, in Basilicata somministrate 7.261 dosi (52,8%)

Vaccini anti covid, in Basilicata somministrate 7.261 dosi (52,8%). Anci: «Nessuno conosce il piano»

 
la «trovata»
Potenza, protesta ristoratori tra bicchieri di prosecco, musica e ironia

Potenza, protesta ristoratori tra bicchieri di prosecco, musica e ironia

 

Il Biancorosso

Serie C
Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaDemografia
Cresce la «città fantasma»: in Basilicata 1 casa su 3 è vuota

Cresce la «città fantasma»: in Basilicata 1 casa su 3 è vuota

 
BariIl caso
Bari, trova a terra portafoglio con 500 euro e lo consegna alla polizia: restituito

Bari, trova a terra portafoglio con 500 euro e lo consegna alla polizia: restituito

 
FoggiaLieto evento
Dal Canada a Foggia per far nascere tre gemellini: parto record al Policlinico Riuniti

Dal Canada a Foggia per far nascere tre gemellini: parto record al Policlinico Riuniti

 
TarantoI numeri
Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

 
Brindisia S. Michele Salentino
Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

 
MateraL'annuncio
Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 

i più letti

tubature inadeguate

Il gelo mette a nudo la fragilità
della rete idrica in Basilicata

Erogazione sospesa in molti comuni. Servono investimenti

Acqua

PIERO MIOLLA

Più acqua scende dal cielo, sia sotto forma di pioggia che di neve, meno ne viene fuori dai rubinetti dei lucani. È una consuetudine che spesso sperimentiamo sulla nostra pelle. In questi giorni di neve e gelo, infatti, praticamente in tutti e 131 i comuni di Basilicata l’erogazione idrica è stata garantita a singhiozzo. Per gli utenti la responsabilità è di chi gestisce il servizio, cioè di Aql. Per la società, invece, delle temperature eccezionali e del periodo prolungato di gelo. Si spiegherebbero così tubature gelate, contatori scoppiati, mancanza di pressione nei tubi e svuotamento dei serbatoi cittadini determinati dalle precedenti sospensioni idriche.

La rottura sulla condotta del Frida ha lasciato a secco tanti comuni per almeno 3 giorni. Questo, però, è stato solo l’evento clou: quasi tutti i lucani, infatti, hanno subito altri piccoli disagi. A cosa sono dovuti tutti questi disguidi? D’accordo il gelo prolungato, al quale non siamo abituati, ma c’è anche un problema di tipo strutturale che riguarda non solo la vetustà della rete, ma anche le zone nelle quali i tubi vengono fatti passare. Il caso del Frida è emblematico: si è dovuti intervenire con un elicottero in condizioni quasi estreme. La vera domanda, però, è: nelle zone alpine, quando la temperatura scende sotto lo zero (e accade per periodi ben più lunghi di quelli che, nostro malgrado, abbiamo dovuto sopportare in questo inizio di 2017), si verificano gli stessi problemi?

Probabilmente no. Come anche da Aql lasciano intendere, infatti, nel Nord attrezzato c’è un’altra situazione. E allora, perché non si investe su nuove tecnologie, condutture (o tracciati che escludano le condotte da zone particolarmente soggette a smottamenti o, almeno, le collochino in aree di facile accesso), così come su nuovi contatori più resistenti al gelo, se esistono? Perché, rispondono da Aql, la società è solo un gestore. È la Regione Basilicata che deve investire e fornire i soldi necessari per questo cambiamento radicale. Insomma, par di capire, anche per vedersi garantito con continuità un servizio che, tra l’altro, pagano, i lucani devono aspettare che via Anzio decida di investire di più per eliminare la vetustà della rete invece di pensare solo ad incarichi e poltrone. Sebbene si tratti di un intervento costoso, nel lungo periodo esso tornerebbe sicuramente a vantaggio delle casse pubbliche, considerando che il marasma di questi giorni ha indubbiamente inciso sul bilancio di Aql, sia sotto forma di interventi di emergenza, che di eventuali risarcimenti dei danni ai cittadini.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Gaute

    16 Gennaio 2017 - 18:20

    Scusate ce non scrive bene loro bella lingua. Un piccolo proposto da mia esperienze in campagna norvegese. Quanto arriva il gelo, lasciare un rubinetto pochissimo aperto, creando un po’ di movimenti in tubi. Gaute Birkeland, Locorotondo

    Rispondi

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie