Giovedì 06 Ottobre 2022 | 15:13

In Puglia e Basilicata

LA SOLIDARIETA'

Lucani sempre più poveri, soffre anche chi ha un lavoro

Lucani sempre più poveri, soffre anche chi ha un lavoro

Il cibo destinato agli ultimi

A Potenza cresce l’esperienza di aiuto dei «Magazzini Sociali»: raccolte 21 tonnellate di cibo per gli ultimi

22 Settembre 2022

Redazione Potenza

In Basilicata due persone su tre sono in una condizione di povertà. Il dossier annuale di Inps/Istat ha rilanciato l’allarme a metà del luglio scorso. Qualche numero: 29.000 lucani sono in condizioni disperate, la metà di loro ha addirittura problemi di accesso al sistema socio-sanitario. Nel buco nero del cosiddetto working poors, persone che pur lavorando non riescono ad arrivare alla fine del mese. graviterebbero circa 360.000 persone, una percentuale altissima, superiore di quattro punti rispetto all’andamento del Mezzogiorno. A fronte degli interventi pubblici sempre inadeguati, giganteggia il lavoro instancabile del volontariato. A Potenza, l’aiuto arriva anche dai Magazzini Sociali-Solidarietà Circolare, realtà particolarmente attiva che pure, con i numeri del suo annunale Report solidale, testimonia la gravità della situazione. Ma leggiamoli questi numeri, a cominciare da quei 21.614,67 chili di cibo recuperato per un controvalore in euro di 197.082 (e anche di un risparmio di Co2 pari a 55.549). Una quantità enorme di cibo sottratto ai canali di scarto delle fasce sociali del benessere, e ricondotto nei circuiti responsabili del sostegno agli strati meno fortunati della società.

Un anno particolarmente intenso, per i Magazzini Sociali, che hanno coagulato l’impegno dell’intera a comunità potentina durante gli eventi organizzati all’interno del Cle (il Centro logistico eccellenze di via Racioppi a Potenza), in città, ma anche nel corso di azioni eccezionali come la raccolta per gli aiuti destinati all’Ucraina. Tra i dati contenuti nel Report spiccano inoltre la raccolta di pane (8.152 chili, per un controvalore in euro di 24.461 e un risparmio di Co2 di 20.955), di pelati (2.216 chili per 6.650 euro e un risparmio di Co2 di 5697) e di latte e succhi (1.618 chil, controvalore in euro di 4.855 e risparmio di Co2 di 4159). Nel Report, illustrato dal presidente Francesco Romagnano, dall'assessore alle Politiche sociali del Comune di Potenza Fernando Picerno e dalla responsabile della Caritas diocesana Potenza-Muro Lucano-Marsico Nuovo Marina Buoncristiano, sono elencate inoltre le donazioni eccezionali ricevute e le iniziative speciali messe in campo dalla rete di Magazzini Sociali-Solidarietà Circolare (26 partner provenienti dal settore pubblico, privato e dal terzo settore).

Ovvio che il tema fondamentale è quello dell’occupazione. In Basilicata la retribuzione media annua dei dipendenti privati è di 16.000 euro a fronte dei quasi 22.000 della media nazionale. I lavoratori lucani a tempo indeterminato sono il 70% contro la media italiana che è al 74.5%, con picchi di oltre l’80% in alcune realtà del Nord. Povertà, precarietà, bisogno: sono parole forti, che forse poco sono entrate nella campagna elettorale dell’ultimo mese. Si spera, in ogni caso, in vere politiche di sostegno per l’ampia popolazione lucana in stato di necessità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725