Martedì 09 Agosto 2022 | 10:30

In Puglia e Basilicata

Industria

Sciopero Stellantis, a Melfi rallenta produzione. Bardi: «Serve intervento forte»

Stellantis di Melfi, Film-Cisl: «L'attività riprenderà dal 28 marzo»

Cominciato alle 22 di ieri sera e «continuerà sul primo e secondo turno» di oggi, da parte di tutti i lavoratori del settore della logistica che operano nell’area industriale

02 Agosto 2022

Redazione online

«Rivendicare lavoro è commesse": è questo il motivo alla base dello sciopero che è cominciato alle 22 di ieri sera e che «continuerà sul primo e secondo turno» di oggi, da parte di tutti i lavoratori del settore della logistica che operano nell’area industriale di San Nicola di Melfi (Potenza), dove ha luogo lo stabilimento Stellantis. E a causa dello sciopero lo stesso stabilimento lucano sta registrando un rallentamento della produzione.
Lo sciopero è stato proclamato da Fim, Fiom, Uilm, Fismic, Uiltrasporti, Fit-Cgil, Fast-Confsal e dalla Rsu logistica: i rappresentanti sindacali hanno annunciato che lo sciopero, cominciato dai dipendenti del comparto della logistica, "coinvolgerà, a seguire - è scritto nel comunicato congiunto - tutti i lavoratori dell’area industriale di Melfi».
La scelta di fermarsi è stata presa a margine di una riunione che si è svolta ieri, tra organizzazioni sindacali e Stellantis, "per discutere - è spiegato nella nota - della situazione del settore a seguito delle preoccupazioni e tensioni all’interno dell’area industriale di Melfi. A fronte di tale situazione - hanno aggiunto - Stellantis ha rimarcato la necessità di porre in essere ogni azione per contenere i costi», una strategia - hanno sottolineato i sindacati - che potrà portare a «esuberi e licenziamenti».
I sindacati si sono infine rivolti al presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, affinché, «scenda in campo con ogni azione perché parte del destino della nostra regione e nel preservare Melfi».

«Il futuro dello stabilimento Stellantis di Melfi è il futuro della Basilicata: questo tema deve essere chiaro al Governo uscente e a quello che verrà. E a tal fine chiediamo un intervento forte da parte dello Stato centrale. La Regione Basilicata farà di tutto per garantire livelli occupazionali e prospettive di sviluppo». Lo ha detto, in una dichiarazione diffusa dall’ufficio stampa, il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi (centrodestra).
Il governatore lucano ha inoltre annunciato che oggi incontrerà «i rappresentanti dello stabilimento Stellantis insieme al sindaco Giuseppe Maglione. Successivamente in Comune incontreremo i rappresentanti sindacali di metalmeccanici e trasporti, che sono giustamente più che preoccupati. Melfi è il comune con il reddito medio pro capite più alto della Basilicata e su questo dato positivo ovviamente - ha concluso Bardi - incide il fattore Stellantis».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725