Martedì 28 Giugno 2022 | 10:55

In Puglia e Basilicata

LA CITTA' IN FERMENTO

Principesse e cavalieri in corteo, una «magia» a Potenza

Principesse e cavalieri in corteo, una «magia» a Potenza

La Parata dei Turchi (foto Tony Vece)

La Storica Parata dei Turchi nel dopo Covid regala una comunità che ritorna a vivere

27 Maggio 2022

Giovanna Laguardia

La magia delle principesse e dei nobili cavalieri, ma anche dello stare insieme in famiglia e tra amici, finalmente senza distanziamento sociale. Magia è la parola chiave utilizzata dall’assessore comunale alla Cultura di Potenza, Stefania D’Ottavio, nel presentare ieri mattina a Potenza, in una conferenza stampa che si è tenuta al Palazzo della Cultura, l’edizione 2022 della Storica Parata dei Turchi, l’evento clou delle celebrazioni in onore del santo patrono, San Gerardo da Piacenza. «È l’espressione più sublime della città in festa - ha detto - per partecipare alla quale abbiamo ricevuto oltre 1200 istanze. Cercheremo di accontentare tutti».

L’impianto della parata non cambia, anche se sono previste delle novità. «Sarà un mondo magico - ha sottolineato D’Ottavio - racchiuso tra due colonne che lo proteggono, la Iaccara e i portatori che sollevano la devozione dei potentini fino in cielo». L’obiettivo che l’amministrazione e il comitato tecnico scientifico si sono dati per il prossimo futuro è quello di destagionalizzare la parata: «È il primo passo reale - ha concluso D’Ottavio - per poter parlare del culto in tutti i momenti dell’anno».

«La vera macchina organizzativa - ha voluto sottolineare il presidente del Comitato tecnico scientifico - ha preso il via solo venti giorni fa, quando si è saputo del superamento delle norme anti covid. È stato un percorso partito dal basso, con il ruolo importante delle associazioni. Proprio grazie a queste ultime vi saranno delle novità nei quadri. Ad esempio, “Vuoto d’aria”, che fa danza acrobatica sportiva, ricostruisce il miracolo di San Gerardo. La nave del santo ha indetto un concorso di disegno per le quinte elementari, attraverso il quale, in modo del tutto anonimo, è stato scelto il San Gerardo. Inoltre da quest’anno sulla nave oltre ai bambini ci saranno anche due clarisse e da sabato sarà distribuito nelle edicole l’album di figurine della storica parata».

Il primo cittadino Mario Guarente, che ha annunciato la sua presenza al pranzo dei Portatori, domenica, con la famiglia e gli amici, si è detto emozionato perché «per la prima volta da sindaco vivo direttamente l’organizzazione, un evento che per davvero segna il ritorno alla normalità dopo il Covid. Sarà un San Gerardo meraviglioso, grazie allo sforzo corale soprattutto delle associazioni che per la gran parte si autofinanziano». Infine, le raccomandazioni di rito, ad utilizzare la mascherina, anche se non obbligatorio, nelle aree più affollate, e a rispettare i divieti riguardanti l’asporto di bevande alcoliche in contenitori di vetro o altro materiale potenzialmente pericoloso.
Intanto questa sera prosegue il Potenza Folk Festival con il gruppo folk La Rondinella, e la cantina del portatore. In proposito il sindaco ha ricordato che la capienza di piazza Mario Pagano, metri quadrati alla mano, è di poco più di duemila e seicento persone. «Non ci sono limitazioni - ha concluso - ma di questo si dovrà tener conto».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725