Mercoledì 12 Agosto 2020 | 14:16

NEWS DALLA SEZIONE

IL CASO

Aiuti alle imprese colpite da crisi: c'è un caso Viggiano, il sindaco prende i soldi del bando comunale

 
POLITICA
Basilicata, si spacca la Lega: chiesta espulsione di Zullino

Basilicata, si spacca la Lega: chiesta espulsione di Zullino

 
l'iniziativa del comune
Offerta ai turisti del Pollino. Dormi 2 notti, ne paghi una

Rotonda, offerta ai turisti nel Pollino: dormi 2 notti, ne paghi una

 
LA TRAGEDIA nel potentino
Donna muore a Rionero investita dal suo furgone

Donna muore a Rionero in Vulture investita dal suo furgone

 
Contagi
Basilicata, un nuovo caso di Covid a Calvello: è una donna tornata dalla Lombardia

Basilicata, un nuovo caso di Covid a Calvello: è una donna tornata dalla Lombardia

 
Il caso
Potenza, Giuseppe Spera nominato nuovo commissario del San Carlo

Potenza, Giuseppe Spera nominato nuovo commissario del San Carlo

 
L'INTERVISTA
«Per uscire dalla crisi serve la verità»

Potenza, «Per uscire dalla crisi serve la verità»: la Chiesa suona la sveglia alla Basilicata

 
bollettino regionale
Coronavirus in Basilicata, 0 contagi su 273 tamponi nelle ultime 24 h

Coronavirus in Basilicata, 0 contagi su 273 tamponi nelle ultime 24 h

 
fase 3
Regione Basilicata, fondo perduto microimprese, approvazione elenchi beneficiari

Regione Basilicata, fondo perduto microimprese, approvazione elenchi beneficiari

 
Il caso
Potenza, il Consorzio verso il crac. Stop a stipendi e servizi?

Potenza, il Consorzio verso il crac. Stop a stipendi e servizi?

 
SERIE C
Potenza, sarà rivoluzione. Squadra da rifondare per aprire un nuovo ciclo

Potenza, sarà rivoluzione. Squadra da rifondare per aprire un nuovo ciclo

 

Il Biancorosso

serie C
Vivarini, Auteri e i «due» Bari

Vivarini, Auteri e i «due» Bari: grandi cambi o tanta fantasia

 

NEWS DALLE PROVINCE

Baricontagi
Coronavirus, l'appello di Decaro su Facebook: «Usate la mascherina»

Coronavirus, l'appello di Decaro su Facebook: «Usate la mascherina»

 
Bati fatti nel 2018
Trani, rapinarono e sequestrarono un autotrasportatore: arrestati padre e figlio

Trani, rapinarono e sequestrarono un autotrasportatore: arrestati padre e figlio

 
Leccenel basso salento
Gagliano del Capo, si intrufola in casa di una donna e tenta di violentarla: arrestato

Gagliano del Capo, si intrufola in casa di una donna e tenta di violentarla: arrestato

 
Foggiala decisione
Foggia, notificata custodia in carcere per Cristoforo Aghilar, ultimo catturato dopo la maxi-evasione

Foggia, notificata custodia in carcere per Cristoforo Aghilar, ultimo catturato dopo la maxi-evasione

 
BrindisiTRAGEDIA
Brindisi, scontro auto-scoote: muore motociclista 51enne

Mesagne, scontro auto-scooter: muore motociclista 51enne

 
TarantoLA NOMINA
L'ex ciclista Sardone tra gli esperti di Emiliano: si occuperà di Taranto 2026

L'ex ciclista Sardone tra gli esperti di Emiliano: si occuperà di Taranto 2026

 
PotenzaIL CASO

Aiuti alle imprese colpite da crisi: c'è un caso Viggiano, il sindaco prende i soldi del bando comunale

 
MateraNel Materano
Policoro, gasolio venduto illecitamente: 8 indagati

Policoro, gasolio venduto illecitamente in stazione di servizio «abusiva»: 8 indagati

 

i più letti

Sanità

Potenza, visite ed esami arretrati: smaltiteli in 30 giorni

Se ospedali e Asl non esauriranno le liste di attesa la Regione invierà il commissario

ospedale san carlo potenza

Potenza - Un mese di tempo. Un mese al massimo per esaurire le visite e gli esami che si sono accumulati durante il lockdown. È il tempo massimo che potrebbero avere le strutture ospedaliere e le aziende sanitarie lucane per chiudere le liste d’attesa dei controlli bloccati dal Covid, durante il periodo che va da marzo a maggio. A stabilirlo è una delibera che l’assessore regionale alla Sanità, Rocco Leone, porterà in giunta per l’approvazione la prossima settimana.

In particolare, nella delibera non solo viene ratificato un termine per l’esaurimento degli esami ma viene anche definito che, in caso le strutture, non dovessero rispettare i termini i direttori generali verrebbero sostituiti da un commissario ad acta. Insomma, una sorta di aut aut, un meccanismo che - nelle intenzioni - deve consentire, da un lato, di accelerare visite e controlli per i pazienti che aspettano e dall’altro - in caso ciò non avvenisse - di intervenire con un commissario ad acta per gestire la fase organizzativa delle liste d’attesa.

La delibera andrà in Giunta la prossima settimana ma è evidente che essa arriva dopo le numerose segnalazioni e proteste che ci sono state per il caos che si è registrato subito dopo la riapertura per lo smaltimento delle visite che si sono accumulate durante il lockdown e per quelle, che sono regolarmente fissate durante il periodo della riapertura. Problemi e difficoltà su cui lo stesso assessore Leone è più volte intervenuto, chiedendo una accelerazione, invitando anche ad un allungamento degli orari di apertura degli ambulatori non solo durante il pomeriggio ma anche nel week end.

Le difficoltà, però, sono rimaste. Tanto che, al 30 maggio, secondo i dati forniti dalla stessa Regione le visite pendenti presso l’Azienda ospedaliera «San Carlo» (da cui dipendono anche gli altri quattro ospedali del Potentino) erano 430mila, mentre quelle pendenti presso le Aziende sanitarie del Potentino e del Materano erano circa 150mila ciascuno. Numeri che in parte sono stati ridotti, numeri che hanno spinto il Dipartimento Sanità a fissare in una delibera una tempistica precisa. Una tempistica che se non sarà rispettata porterà alla nomina, con un altro atto, di un commissario ad acta per la gestione delle liste d’attesa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie