Mercoledì 29 Gennaio 2020 | 07:12

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Potenza, adescano un 70enne e gli rubano i soldi: denunciate 2 donne

Potenza, adescano un 70enne e gli rubano i soldi: denunciate 2 donne

 
Sanità
Potenza, stabilizzati 49 precari all'ospedale San Carlo

Potenza, stabilizzati 49 precari all'ospedale San Carlo

 
Serie C
Potenza, per match contro Rieti mille biglietti gratis per ragazzi under 19

Potenza, per match contro Rieti mille biglietti gratis per ragazzi under 19

 
regione basilicata
Potenza, manca il numero legale, sciolta riunione del consiglio regionale

Potenza, manca il numero legale, sciolta riunione del consiglio regionale

 
Post elezioni
Regionali in Calabria, governatore lucano Bardi: «Al Sud FI è la casa dei moderati»

Regionali in Calabria, governatore lucano Bardi: «Al Sud FI è la casa dei moderati»

 
Sanità
Potenza, 70 posti a rischio tra infermieri e «oss» all’ospedale San Carlo

Potenza, 70 posti a rischio tra infermieri e «oss» all’ospedale San Carlo

 
L'inchiesta
Valigia di cartone sostituita dal trolley, ma pugliesi e lucani restano emigranti

Valigia di cartone sostituita dal trolley, ma pugliesi e lucani restano emigranti

 
Città europea dello sport 2021
Potenza, quando Donato Sabia ci portò alle Olimpiadi: il video saluto

Potenza, quando Donato Sabia ci portò alle Olimpiadi: il video saluto

 
la tragedia
Tifoso investito nel Potentino: alle 15 i funerali a Rionero

Tifoso investito nel Potentino: centinaia di persone ai funerali di Tucciariello a Rionero

 
Produzione
Fca Melfi, da febbraio stop per 20 turni: ma si riprende con Jeep Compass

Fca Melfi, da febbraio stop per 20 turni: ma si riprende con Jeep Compass

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, Costa: «Da ora per noi ogni gara è una finale»

Bari calcio, Costa: «Da ora per noi ogni gara è una finale»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'incidente a Japigia
Bari, investe con l'auto un motociclista in via Caldarola e fugge: beccato dalla polizia

Bari, investe con l'auto un motociclista in via Caldarola e fugge: beccato dalla polizia

 
FoggiaIl caso
Attentati a Foggia, sequestrate 6 bombe carta e munizioni: arrestata intera famiglia

Attentati a Foggia, sequestrate 6 bombe carta e munizioni: arrestata intera famiglia

 
BatIl processo
Mafia, chiesti 16 anni a pregiudicato per 2 tentati omicidi nel Nord Barese

Mafia, chiesti 16 anni a pregiudicato per 2 tentati omicidi nel Nord Barese

 
PotenzaIl caso
Potenza, adescano un 70enne e gli rubano i soldi: denunciate 2 donne

Potenza, adescano un 70enne e gli rubano i soldi: denunciate 2 donne

 
HomeIl fenomeno
Morbillo, allarme in Salento 40 casi in un mese: anche 4 bimbi, due figli di «no vax»

Morbillo, in Salento due casi al giorno, coinvolti adulti e bimbi: anche figli di «no vax»

 
BrindisiOperazione dei Cc
Droga, tre arresti nel Brindisino: preso 18enne vicino a scuola a Ostuni

Droga, tre arresti nel Brindisino: preso 18enne vicino scuola a Ostuni

 
MateraIl caso
Matera, hanno tentato di truffare una nonnina: in due agli arresti domiciliari

Matera, hanno tentato di truffare una nonnina: in due agli arresti domiciliari

 

i più letti

vicino a Lauria

Autotrasportatore ucciso nel Potentino vent'anni fa: 2 arresti

Sono due persone di Barcellona Pozzo di Gotto, in Sicilia

Autotrasportatore ucciso nel Potentino vent'anni fa: 2 arresti

un'immagine della Salerno-Reggio Calabria

Due uomini - Basilio Condipodero, di 45 anni, e Giovanni Rao, di 58, di Barcellona Pozzo di Gotto (Messina) - sono stati arrestati dalla Polizia perché ritenuti responsabili dell’omicidio, avvenuto il 4 maggio 1999, di un autotrasportatore, Martino Rizzo Carmelo, di 28 anni, avvenuto su una piazzola di sosta dell’autostrada Salerno-Reggio Calabria, nei pressi di Lauria (Potenza).

Secondo le indagini coordinate dalla Procura distrettuale antimafia di Potenza, l’omicidio ebbe lo scopo di «affermare ed agevolare» l’attività della cosiddetta «famiglia barcellonese». Fu Rao e ordinare l’omicidio a Condipodero, che agì insieme a Stefano Genovese, di 45 anni: quest’ultimo fu arrestato in Sicilia a metà settembre del 1999 e fu poi condannato dalla Corte di Assise di Potenza ed è tuttora detenuto. Rizzo fu ucciso con tre colpi di pistola: all’inizio si ipotizzò un omicidio a scopo di rapina, ma quando il cadavere fu rimosso furono trovati il portafogli dell’uomo (con circa due milioni di lire) e alcune carte di credito.

L’uomo era partito dalla Sicilia con una motrice che trainava un grosso carrello: era diretto in Piemonte, dove avrebbe dovuto caricare una pala meccanica. L’autoarticolato di Rizzo era fermo in un’area di sosta dell’autostrada quando fu notato da una pattuglia della Polizia stradale.
La cosca di Barcellona Pozzo di Gotto era «in stretto collegamento con esponenti palermitani e catanesi di 'cosa nostra'». Il delitto di Rizzo fu ordinato punirlo del furto di un escavatore di proprietà di una ditta «protetta» dal clan mafioso, «a cui pagava tangenti a titolo di estorsione».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie