Giovedì 22 Agosto 2019 | 09:56

NEWS DALLA SEZIONE

I controlli
Laghi di Monticchio, chiuso ristorante: aveva lavoratore in nero

Laghi di Monticchio, chiuso ristorante: aveva lavoratore in nero

 
Il caso
Melfi, Comune condizionato dalla criminalità, si insedia commissione

Melfi, Comune condizionato dalla criminalità, si insedia commissione

 
Il caso
Regione Basilicata, il «concorsone» scompare dopo dieci anni di attesa

Regione Basilicata, il «concorsone» scompare dopo dieci anni di attesa

 
Al San Carlo
Potenza, ricoveri sospesi a Neonatologia: i piccoli saranno trasferiti

Potenza, ricoveri sospesi a Neonatologia: non ci sono medici, bimbi trasferiti

 
Il recupero
Potenza, abbandonati in un sacco e gettati in canalone: la polizia salva 9 cuccioli

Potenza, abbandonati in un sacco e gettati in canalone: la polizia salva 9 cuccioli

 
Operazione della Gdf
Reddito di cittadinanza: due furbetti scoperti nel Potentino

Reddito di cittadinanza: due furbetti scoperti nel Potentino

 
a «La vita in diretta»
La Gazzetta e il pensionato che all’Inps risultava deceduto : la storia va in tv

La Gazzetta e il pensionato che all’Inps risultava deceduto: la storia va in tv

 
Treni
Potenza-Bari querelle tra Regioni: il trasporto diretto non piace ai pugliesi

Potenza-Bari querelle tra Regioni: il trasporto diretto non piace ai pugliesi

 
Il caso
Riforma poli museali, la Basilicata è contraria a «sposare» la Puglia

Riforma poli museali, la Basilicata è contraria a «sposare» la Puglia

 
La storia a lieto fine
Potenza, il treno parte e lui resta a bordo: papà "abbandona" figlia a terra

Potenza, il treno parte e lui resta a bordo: papà «lascia» figlia a terra

 
Il caso
Potenza, lavori al carcere: chi è in arresto deve «emigrare»

Potenza, lavori al carcere: chi è in arresto deve «emigrare»

 

Il Biancorosso

IL PUNTO
Il Bari gioca la carta Schiavone ci sarà più qualità a centrocampo

Il Bari gioca la carta Schiavone
ci sarà più qualità a centrocampo

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiControlli nel Brindisino
Rosa Marina, Cc in discoteca: 19 lavoratori in nero. Il gestore: "Tutto sanato"

Rosa Marina, Cc in discoteca: venti lavoratori in nero. Il gestore: «Tutto sanato»

 
PotenzaI controlli
Laghi di Monticchio, chiuso ristorante: aveva lavoratore in nero

Laghi di Monticchio, chiuso ristorante: aveva lavoratore in nero

 
TarantoDomenico Bello
Mottola, trovato morto dopo 9 giorni 32enne scomparso

Mottola, trovato morto dopo 9 giorni 32enne scomparso

 
MateraLe fiamme
Montescaglioso, incendio nei boschi domato con 20 lanci dei Canadair

Montescaglioso, incendio nei boschi domato con 20 lanci dei Canadair

 
BariTrasportato in codice rosso
Bari, bimbo di 3 anni scivola da scoglio e rischia di annegare: è grave

Bari, bimbo di 3 anni scivola da scoglio e rischia di annegare: è grave

 
LecceMusica
Notte Taranta, domani a Martano l'ultima tappa del festival itinerante

Notte Taranta, con Aqp il Concertone sarà più green e plastic free

 
BatL'operazione dei cc
Trani, trovato con una pistola e 1,5 grammi di cocaina: arrestato

Trani, trovato con una pistola e 1,5 grammi di cocaina: arrestato

 
FoggiaL'idea di due gelatai
Zapponeta, per preparare gelati usano la bava di lumaca invece dell’acqua

Zapponeta, per preparare gelati bava di lumaca al posto dell’acqua

 

i più letti

Ferrovie

FAL, tratta Bari-Potenza: 7 anni di paralisi tra Genzano e Avigliano

I lavori di ammodernamento dovevano essere completati entro un anno

FAL, tratta Bari-Potenza: 7 anni di paralisi tra Genzano e Avigliano

POTENZA - Ogni anno la Regione Basilicata versa qualcosa come 27 milioni di euro alle Fal. Ci si aspetta un ritorno in termini di efficienza e di rapidità nelle questioni legate al trasporto ferroviario. Ma lo scenario è complicato: la sospensione della circolazione dei treni a causa dei lavori ai sottopassi di via Roma e via Campania, a Potenza, sta creando notevoli disagi ai cittadini. Il segretario regionale della Cgil, Angelo Summa, e il segretario Filt Cgil Franco Tavella, chiedono alle Fal di indicare tempi certi sulla fine dei lavori: «Il problema - sottolineano Summa e Tavella - non può risolversi con affrettate sospensioni di linee e chiusure di stazioni ma va affrontato con un monitoraggio puntuale e programmato, evitando ulteriori disagi ai lucani già penalizzati da una mobilità inefficiente e inadeguata».

Il tema è anche al centro di una nota al fulmicotone della coordinatrice regionale Usb Basilicata, Rosalba Guglielmi e del coordinatore Usb Trasporti Francesco Laurenzana. Prima di addentrarsi nella questione, i due volgono lo sguardo al passato. Un passato che continua a condizionare il presente: sono trascorsi sette anni dalla sospensione del servizio ferroviario a causa dei lavori di ammodernamento sulla tratta Genzano-Avigliano Lucania della relazione Bari-Altamura-Potenza. I lavori sarebbero dovuti durare un solo anno. Ma dopo sette anni di chiusura e a fronte di milioni di euro spesi - tuona l’Usb - i cantieri sono fermi e non è dato conoscere il loro cronoprogramma nè la data presunta di riapertura».

Sulla linea Avigliano Città – Avigliano L. – Potenza Inf., come dicevamo, è stato sospeso il transito nei mesi di luglio e agosto per i lavori dei sottopassi, ma secondo l’Usb «la sospensione del servizio sull’intera linea appare eccessiva». Così come la chiusura delle stazioni di Avigliano Città, Potenza S. Maria e Potenza Inf. Scalo, con gli utenti che hanno difficoltà ad acquistare i biglietti dei servizi sostitutivi su gomma o avere informazioni. «Ci auguriamo per la Basilicata che la “temporanea” sospensione dei servizi ferroviari - dicono Guglielmi e Laurenzana - non costituisca il primo atto di un piano di dismissione delle linee Avigliano – Potenza e Bari – Potenza, scelta sbagliata e improponibile, anche per i milioni di euro che si stanno spendendo, contro la quale ci opporremmo strenuamente».

Anche nel Materano non mancano le critiche: «Il 2019 sta passando ma i treni della Metropolitana di Matera restano ancora fermi di domenica e festivi, nonostante i fondi per le corse siano ormai disponibili. Il tempo di percorrenza Bari-Matera resta invariato, (circa due ore) e il nuovo parcheggio di Serra Rifusa resta vuoto. Intanto per il “raddoppio selettivo” della linea Fal Bari-Altamura-Matera occorreranno altri anni ancora, con esiti sicuramente limitati rispetto ai costi. Il risultato finale - conclude l’Usb - sarà una linea ferroviaria che nasce vecchia perché scollegata dalla rete nazionale».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie