Martedì 22 Gennaio 2019 | 07:00

NEWS DALLA SEZIONE

Allarme analfabetismo digitale
Basilicata, a rischio «ghetto»: in 2 famiglie su 10 nessuno sa usare il web

Basilicata, a rischio «ghetto»: in 2 famiglie su 10 nessuno sa usare il web

 
A Lauria
In auto 120grammi di marijuana: 2 arresti nel Potentino

In auto 120grammi di marijuana: 2 arresti nel Potentino

 
Nel potentino
Articoli tossici: 37mila prodotti sequestrati a Viggiano

Articoli tossici: 37mila prodotti sequestrati a Viggiano

 
La decisione
Regionali, il centrosinistra alle primarie il 10 febbraio per scegliere il candidato

Regionali, il centrosinistra alle primarie il 10 febbraio per scegliere il candidato

 
Emergenza maltempo
Neve a Potenza, sindaco chiude le scuole, pioggia di insulti su Facebook

Neve a Potenza, sindaco chiude le scuole, pioggia di insulti su Facebook

 
Il giallo
Potenza, neonato muore al San Carlo: avviata indagine interna

Potenza, neonato muore al San Carlo: avviata indagine interna

 
La decisione del Tribunale
Elezioni in Basilicata, Tar accoglie ricorso M5S: «Non si voterà a maggio»

Elezioni in Basilicata, Tar accoglie ricorso M5S: «Non si voterà a maggio»

 
Giustizia e ambiente
Potenza, Petrolgate uno scudo contro la prescrizione

Potenza, Petrolgate uno scudo contro la prescrizione

 
Allerta meteo
Maltempo in Basilicata: domani scuole chiuse a Potenza

Migliora il maltempo in Basilicata: revocato divieto mezzi pesanti

 
Emergenza maltempo
Manca il sale per le strade, provincia Potenza chiede risorse

Manca il sale per le strade, provincia Potenza chiede risorse

 

Con tanto di soccorsi

Terremoto: prove di evacuazione nel centro storico, il test è riuscito

Evacuato l'istituto Torraca-Bonaventura: l'operazione fa parte del programma «Diamoci una scossa»

Terremoto: prove di evacuazione nel centro storico, il test è riuscito

Tutto è andato secondo le previsioni. La prova di evacuazione antisismica dell’istituto «Torraca-Bonaventura», annunciata venerdì in conferenza stampa e svoltasi ieri, è stata completata con successo con legittima soddisfazione di tutte le parti in causa. Entrambi i plessi della scuola (quello di Via del Popolo-XVIII Agosto e quello di via IV Novembre) sono stati oggetto dell’esercitazione cui hanno aderito diverse realtà, tra le quali la Protezione Civile, la Polizia Municipale ed i Vigili del Fuoco. Il test è parte di un programma più ampio denominato «Diamoci una Scossa» che è stato proposto, tra gli attori principali, dalla già citata Protezione Civile e dagli Ordini Professionali degli Ingegneri e degli Architetti.
A conferire un contributo determinante per la buona riuscita dell’iniziativa è stato anche il Comune di Potenza: «Abbiamo fortemente voluto patrocinare questa attività – chiarisce l’assessore all’urbanistica del Comune di Potenza Rocco Pergola –. Si è trattata di un’occasione importante per diffondere la cultura della prevenzione antisismica e per dare le giuste istruzioni su come adeguare il proprio patrimonio edilizio. Questo deve essere solo un punto di partenza, infatti vogliamo estendere queste esercitazioni a tutto il territorio comunale. Infatti, abbiamo altre aree sensibili, tra le quali via del Gallitello e Rione Verderuolo. Il primo presenta un rischio idrogeologico di non poco conto, per il secondo l’accortezza deve essere rivolta alle edificazioni. Non esiste solo il rischio sismico. Siamo un’amministrazione responsabile e guardiamo a tutte le problematiche che possono investire i cittadini. Infine, questa è un’occasione per lanciare un messaggio al Governo centrale sul Sisma-Bonus che deve servire ad adeguare le costruzioni datate che interessano un po’ tutti i centri storici del Paese».
«Stiamo parlando di un’esercitazione che ha coinvolto circa 360 alunni – evidenzia il responsabile della Protezione Civile Giuseppe Brindisi –. Sono stati coinvolti nell’operazione i Vigili del Fuoco, il 118 e tante altre associazioni di volontariato che hanno risposto con prontezza e puntualità agli incarichi affidati loro. È andato tutto molto bene e sono molto soddisfatto».
«Iniziativa molto importante – chiarisce il presidente della provincia di Potenza dell’Ordine degli Ingegneri Giuseppe D’Onofrio –. Il nostro obiettivo è di mantenere sempre viva l’attenzione sul tema della prevenzione sismica. Siamo coinvolti in prima persona in questo evento che si svolgerà domani (oggi per chi legge) che è la Prima Giornata Nazionale della Prevenzione Sismica. In più di 500 piazze italiane ingegneri ed architetti effettueranno una comunicazione sociale sulla sicurezza dell’edificato. Ci auguriamo una manifestazione assai partecipata e coinvolgente».
«La manifestazione è nata da un protocollo d’intesa che abbiamo sottoscritto con il Comune e con l’Unità Operativa di Protezione Civile – chiarisce il dirigente scolastico della Torraca Marianna Catalano – per cercare di addestrare i nostri alunni ad un caso di reale emergenza. I nostri plessi sono ubicati nel centro storico, quindi in una zona non agevole, pertanto era indispensabile sensibilizzare i ragazzi a tenere comportamenti corretti in caso di calamità».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400