Giovedì 21 Gennaio 2021 | 00:30

NEWS DALLA SEZIONE

la richiesta
Fca fa spazio a Stellantis, Confindustria Basilicata: «Stabilimento Melfi sia centrale»

Fca fa spazio a Stellantis, Confindustria Basilicata: «Stabilimento Melfi sia centrale»

 
dati regionali
Covid, 57 nuovi positivi su 884 test (6,4%) e nessun decesso: somministrati oltre 10mila vaccini

Covid in Basilicata, 57 nuovi positivi su 884 test (6,4%): somministrati oltre 10mila vaccini

 
stalking
Potenza, atti persecutori nei confronti della ex compagna: arrestato 52enne

Potenza, atti persecutori nei confronti della ex compagna: arrestato 52enne

 
automotive
Melfi, Fca fa spazio a Stellantis anche sulle tute di lavoro

Melfi, Fca fa spazio a Stellantis anche sulle tute di lavoro

 
L'iniziativa
Potenza, un «pasto sospeso» per i più bisognosi e per aiutare i ristoratori

Potenza, un «pasto sospeso» per i più bisognosi e per aiutare i ristoratori

 
monitoraggio
Potenza, fiammate nel Centro olio Tempa Rossa: Total rischia multe pesanti

Potenza, fiammate nel Centro olio Tempa Rossa: Total rischia multe pesanti

 
Il virus
Covid 19, focolaio in una Rsa a Brienza, nel Potentino: morti 4 anziani

Covid 19, focolaio in una Rsa a Brienza, nel Potentino: morti 4 anziani

 
La pandemia
Basilicata, più vaccini agli anziani: la proposta è di partire dagli over 75

Basilicata, più vaccini agli anziani: la proposta è di partire dagli over 75

 
la protesta
Melfi, area in industriale in tilt per il maltempo: «Tutto fermo per un centimetro di neve»

Melfi, area in industriale in tilt per il maltempo: «Tutto fermo per un centimetro di neve»

 
a Castelsaraceno
Bloccati su una parete del Monte Alpi, nel Potentino: salvati due alpinisti

Bloccati su una parete del Monte Alpi, nel Potentino: salvati due alpinisti

 
Demografia
Cresce la «città fantasma»: in Basilicata 1 casa su 3 è vuota

Cresce la «città fantasma»: in Basilicata 1 casa su 3 è vuota

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, nella rincorsa alla Ternana c'è il San Nicola da riconquistare

Bari, nella rincorsa alla Ternana c'è il San Nicola da riconquistare

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIndagini lampo della Ps
Taranto, ruba  creme in una farmacia e tenta la fuga: ladro seriale arrestato

Taranto, ruba creme in una farmacia e tenta la fuga: ladro seriale arrestato

 
Bariemergenza coronavirus
Bitonto, focolaio Covid in cento anziani: positivi 3 educatori e una decina di ospiti

Bitonto, focolaio Covid in centro anziani: positivi 3 educatori e una decina di ospiti

 
FoggiaControlli dei CC
Foggia, a spasso con la cocaina nell'auto: arrestato 34enne incensurato

Foggia, a spasso con la cocaina nell'auto: arrestato 34enne incensurato

 
LecceL'ente fallito
Novoli, la Focara affossata dai debiti: i creditori avanzano oltre un milione

Novoli, la Focara affossata dai debiti: i creditori avanzano oltre un milione

 
Batsanità
Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

 
Potenzala richiesta
Fca fa spazio a Stellantis, Confindustria Basilicata: «Stabilimento Melfi sia centrale»

Fca fa spazio a Stellantis, Confindustria Basilicata: «Stabilimento Melfi sia centrale»

 
Covid news h 24L'annuncio
Fasano, emergenza Covid: padiglione centro commerciale diventerà hib vaccinale

Fasano, emergenza Covid: padiglione centro commerciale diventerà hub vaccinale

 
MateraIl caso
Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

 

i più letti

Gioventù a rischio

Dodici arresti per droga a Venosa: un ventenne su dieci tra i consumatori

L'operazione della procura Antimafia con i carabinieri

Spaccio di (tanta) droga, chiesti 4 secoli per l’operazione «Corvo»

POTENZA - In una città di scarsi 12mila abitanti circa 200 consumatori di droga accertati dalle indagini, quasi tutti ventenni in una realtà che in quella fascia di età conta circa 1500 persone. È per questo che ieri, nella conferenza stampa in cui si è dato conto dell’operazione «Turn over» della Procura Distrettuale Antimafia con cui sono state mandate in esecuzione 12 ordinanze di custodia cautelare (3 in carcere e 9 ai domiciliari) e sono stati disposti altri 10 divieti di dimora, per paradosso è toccato al procuratore capo Francesco Curcio e al sostituto Paolo Mandurino e al comandante provinciale dei Carabinieri, il colonnello Nicola Albanese, e quello della Compagnia dell’Arma di Venosa, Alessandro Vergine, lanciare un invito alla mobilitazione sociale che va oltre i dati e i compiti delle indagini.
Nelle indagini, però, quell’allarme sociale trova un fondamento: perché ventenni sono la metà delle persone arrestate ieri poiché ritenute facenti parte di quell’associazione a delinquere che gestiva quello che gli inquirenti hanno definito un «traffico frenetico» di spaccio, e la stessa età avevano anche la metà delle persone oggetto di divieto di dimora perché accusate di alcuni episodi di cessione di sostanze, per non parlare di tre minorenni che venivano utilizzati come depositari dello stupefacente «con una spregiudicatezza criminale - ha spiegato il procuratore Curcio - degna della camorra campana».

Era questa la cornice che ha fatto della città di Orazio una «piazza fiorente» per lo spaccio al punto da mettere quell’associazione a delinquere che secondo gli inquirenti era capeggiata da Antonio Scoca, nelle condizioni di acquistare direttamente, e anche con una certa considerazione, dalla malavita Foggiana al punto che il pm Mandurino ha sottolineato la necessità di inquadrare questi giri come una proiezione della criminalità foggiana in Basilicata.

Una proiezione che ha trovato, però, a Venosa una corrispondenza ben organizzata: la capacità di anticipare somme per i rifornimenti in dosi massicce di hashish, cocaina ed eroina (80 grammi di eroina sono stati sequestrati ieri nel corso delle perquisizioni) da Foggia e i trasporti da Cerignola, la ripartizione degli utili secondo uno schema definito tra i 12 presunti componenti dell’associazione a delinquere, la struttura verticistica che lasciava solo ai capi la facoltà di concedere credito o dilazioni nei pagamenti e continue minacce e vessazioni a chi non pagava o pagava tardi.

Una gestione imprenditoriale, hanno spiegato gli inquirenti, che mirava ai giovani di quella all’apparenza tranquilla comunità. E una delle basi dello spaccio era quella villa comunale nei pressi di una scuola e un oratorio, circostanza che è valsa anche la contestazione dell’aggravante relativa allo spaccio in prossimità di centri dedicati all’educazione dei giovani. Il tutto mentre sembrava che in paese nessuno si accorgesse di nulla. «Sporadiche - ha spiegato il capitano Vergine - le segnalazioni di qualche genitore». Molti di più quelli che hanno il problema in casa e non si sono accorti di nulla. O non hanno voluto vedere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie