Giovedì 18 Agosto 2022 | 10:22

In Puglia e Basilicata

Tradizioni

Rutigliano, i fischietti protagonisti sui social. L'invito: «Fischiamo dai balconi»

Rutigliano, i fischietti protagonisti sui social. L'invito: «Fischiamo dai balconi»

Fermata la storica fiera del 17 gennaio. Il concorso rinviato in primavera

12 Gennaio 2021

Redazione Cronaca Bari

Un fischio per allontanare l’incubo del virus. Quest’anno, come è noto, la storica festa di Sant’Antonio Abate, con la plurisecolare «Fiera dei Fischietti di terracotta», non si terrà come da tradizione il prossimo 17 gennaio (non era mai accaduto, neanche durante le due guerre mondiali): confidando in una positiva evoluzione dell’emergenza sanitaria, si svolgerà in primavera, con il concorso nazionale giunto quest’anno alla sua 33^ edizione.
Ma Rutigliano non ci sta nel far passare questa data come nulla fosse. Per mantenere ardente il «fuoco di Sant’Antonio», sono state promosse diverse iniziative, ad iniziare da quella proposta dal giornalista e storico Gianni Capotorto, che ha trovato immediata e larga condivisione sui social: inondare Facebook con foto dei fischietti.

L’idea è molto semplice da attuare, come spiega lo stesso Capotorto: «Ho invitato tutti i miei contatti a sostituire le foto dei profili con immagini di un fischietto che abbiamo già a casa o da acquistare in questi giorni nelle botteghe figuline di Rutigliano, foto da tenere in bella mostra almeno fino al 17 gennaio per omaggiare i colorati manufatti sonanti, genuina espressione dell’arte, della tradizione e della storia di Rutigliano».

Le bacheche dei social si stanno così ricoprendo di fischietti: «è sorprendente constatare, ma non troppo - sottolinea il giornalista -, come all’appello abbiano risposto non solo molti rutiglianesi, ma anche tantissimi collezionisti e appassionati dei nostri fischietti sparsi in tutta Italia». Nelle ultime ore sono partite altre due iniziative: «A Sant’Antuon frisch e suon!» (A San’Antonio fischia e suona: antico detto locale legato alla festa del 17 gennaio) e «SelFischietto».

La prima è stata promossa dall’Amministrazione comunale e la svela l’assessora alla Cultura e al Turismo Viriana Redavid: «Non dobbiamo rinunciare ad acquistare i fischietti in terracotta in vista del 17 gennaio, simboli di un patrimonio culturale antichissimo ma fortemente vivo: fischiamo tutti insieme il 17 gennaio alle 16.30 dai balconi delle nostre case per scacciare la pandemia e auspicare una pronta ripresa, perché Rutigliano deve ripartire dal fischio della sua storia più vera».
La seconda iniziativa è stata lanciata dalla categoria dei commercianti che in un comunicato annunciano di voler «onorare la tradizionale festa del fischietto» invitando tutti (nel rigoroso rispetto delle norme anti-contagio) ad acquistare i fischietti per partecipare al contest «Fischia con il selfie». Per il sindaco Giuseppe Valenzano, «è il momento di sostenere i nostri artigiani: acquistiamo un fischietto per vivere insieme il 17 gennaio un vero e proprio atto d’amore nei confronti della nostra tradizione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725