Venerdì 30 Ottobre 2020 | 03:46

NEWS DALLA SEZIONE

La testimonianza
Risuona la voce di Wojtyla per il suo «Popolo diletto»: la memoria è in un libro

Risuona la voce di Wojtyla per il suo «Popolo diletto»: la memoria è in un libro

 
L'iniziativa
Taranto, il 2 novembre musica per ricordare i defunti e un «fiore sospeso»

Taranto, il 2 novembre musica per ricordare i defunti e un «fiore sospeso»

 
Nel Potentino
Rotonda, il Comune dona kit bebè ai nuovi nati

Rotonda, il Comune dona kit bebè ai nuovi nati

 
Letteratura
Da Mussolini al virus, l'Italia che combatte nel nuovo libro di Bruno Vespa

Da Mussolini al virus, l'Italia che combatte nel nuovo libro di Bruno Vespa

 
Libri
Aradeo, ecco My Library, un sogno nato in piena pandemia

Aradeo, ecco My Library, un sogno nato in piena pandemia

 
Arte
Scusate se vi sorrido senza denti, ma è la crisi: la testimonianza di Nico Salatino

Scusate se vi sorrido senza denti, ma è la crisi: la testimonianza di Nico Salatino

 
La testimonianza
Da Taranto a Varese la storia di Vito: «Io miracolato uscito dall'inferno del Covid»

Da Taranto a Varese la storia di Vito: «Io miracolato uscito dall'inferno del Covid»

 
Dolci
«Miglior panettone del mondo», argento a cegliese e da Acquaviva arriva il panettone a gusto barese

«Miglior panettone del mondo», argento a cegliese e da Acquaviva arriva il panettone a gusto barese

 
Solidarietà
Potenza, il cibo rimasto invenduto alla chiusura delle 18 donato a chi ne ha bisogno

Potenza, il cibo rimasto invenduto alla chiusura delle 18 donato a chi ne ha bisogno VD

 
L'appello
Cellamare, sindaco-soccorritore 118 stremato a fine turno: «Mettiamo la mascherina e facciamo attenzione»

Cellamare, sindaco-soccorritore 118 stremato a fine turno: «Mettiamo la mascherina e facciamo attenzione»

 
Il caso
Nicola di Bari ricoverato in rianimazione dopo operazione al cuore

Nicola di Bari ricoverato in rianimazione dopo operazione al cuore. La figlia: «Ora sta bene»

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, Montalto e Bianco in forse per il derby contro il Foggia

Bari calcio, Montalto e Bianco in forse per il derby contro il Foggia

 

NEWS DALLE PROVINCE

Bariattentato terroristico
Procura Bari collabora a indagine su attentatore tunisino di Nizza: sarebbe sbarcato da nave Rhapsody

Strage di Nizza, attentatore tunisino giunto su nave Rhapsody: Procura Bari collabora a indagine

 
Tarantol'agguato
Taranto, spari in strada: gambizzato 30enne con precedenti

Taranto, spari in strada: gambizzato 30enne con precedenti

 
Materala manifestazione
Matera, protesta contro Dpcm con megafoni e «croci»

Matera, protesta contro Dpcm con megafoni e «croci»

 
Potenzapericolo contagio
Potenza, emergenza Covid: mille tamponi per alunni e personale scuole Alto Bradano

Potenza, emergenza Covid: mille tamponi per alunni e personale scuole Alto Bradano

 
Brindisila ricerca
Chirurgo ospedale Brindisi dona plasma iperimmune: «Bel gesto nella lotta contro il Covid»

Chirurgo ospedale Brindisi dona plasma iperimmune: «Bel gesto nella lotta contro il Covid»

 
Covid news h 24sanità
Andria, emergenza Covid: Asl BAT assume 9 medici

Andria, emergenza Covid: Asl BAT assume 9 medici

 
Leccenel Salento
Gallipoli, circolo ricreativo resta aperto nonostante il dpcm: multa al titolare

Gallipoli, circolo ricreativo resta aperto nonostante il dpcm: multa al titolare

 

i più letti

nel Barese

Conversano: storia di due giovani immigrati «adottati» da due famiglie

Ad aiutare i protagonisti delle vicende l'organizzazione onlus Welcome Refugees

Conversano: storia di due giovani immigrati «adottati» da due famiglie

Due storie da «Libro cuore» da Conversano, città che continua a confermare la sua vocazione all’accoglienza. A scriverla, dopo la Caritas sono ora due famiglie e l’organizzazione Welcome Refugees.
La famiglia Conte-Di Natale ha accolto un ragazzo «orfano di padre – spiegano in coniugi Valerio e Angela Cleofe - fuggito dalla Costa d’Avorio per poter garantire un futuro a sua madre e ai suoi fratelli. Una fuga che l’ha portato a passare attraverso l’inferno libico. Infatti, in Libia, i diritti di queste persone vengono calpestati e i passaporti sequestrati. Diventano schiavi di organizzazioni che, dopo alcuni anni, decidono se farti o meno partire alla volta dell’Italia. Bouakar, che parlava unicamente francese, per caso venne a chiedere un posto di lavoro in un cantiere che dirigevo. Anche se non parlava e non capiva l’italiano decisi di prenderlo a lavorare come manovale e da lì cominciò il suo riscatto. La vita di Bouakar e quella della sua famiglia, in Costa d’Avorio, cambió radicalmente. La sua famiglia si trasferì in Mali dove sono riusciti a costruire una casa in cui vivono dignitosamente. Per il suo 25esimo compleanno decidemmo di fargli un regalo: viaggiamo da Bari fino a Roma per raggiungere l’ambasciata dove Bouakar potè rifare il passaporto. Ha continuato a lavorare con me – continua Valerio - per diverso tempo. Completati i cantieri al nord lo portai con me a Conversano dove è stato mio ospite ed ha fatto parte della mia famiglia per due anni fino a che non ha deciso di partire per la Francia insieme a dei suoi connazionali».
Valerio, Angela Cleofe e i loro figli sono orgogliosi «per quello che oggi è diventato Bouakar e siamo contenti di aver contribuito, se pur in minima parte, a migliorare la vita di un ragazzo e della sua famiglia».

Ha trovato una famiglia pronto ad accoglierlo, anche il 25enne Fathi, originario della Repubblica Centrafricana. Ne dà notizia la delegazione barese di Welcome Refugees Italia: «A Conversano Adriana e Gianfranco, insieme ad Andrea e Cristiana, hanno scelto di aprire le porte della loro casa a Fathi, che ha lasciato il suo paese a causa della guerra civile, durante la quale sono stati violati i diritti umani e sono state sfollate tante persone». Arrivato in Italia nel 2018, dopo un lungo viaggio migratorio e con il desiderio di poter continuare gli studi, interrotti nel suo Paese, si impegna e in poco tempo impara la lingua italiana. A seguito del riconoscimento dell’Asilo, viene accolto presso lo Sprar di Grumo Appula. Il suo desiderio di continuare gli studi è ancora forte. E così ha fatto! Ha conseguito la licenza media, ha frequentato un tirocinio presso l’Sda di Bari, che si è trasformato presto in un lavoro. Con i primi stipendi ha comprato una bici elettrica per arrivare in orario al lavoro.

A luglio 2020 partecipa al Bando Nazionale Crui per le borse di studio universitarie riservate agli studenti con protezione internazionale. È stata sua l’iniziativa di rivolgersi a Refugees Welcome Bari, perché desiderava vivere in famiglia e conoscere meglio la cultura italiana, inserirsi realmente nella società ed essere aiutato ad orientarsi negli studi. Così gli attivisti di Rwi Bari hanno individuato subito Adriana e Gianfranco. Solo pochi giorni fa, Fathi ha potuto condividere con Adriana, Gianfranco, Andrea e Cristiana, la sua gioia per essere risultato idoneo e vincitore della borsa di studio universitaria Crui. Da qualche giorno hanno iniziato il loro percorso di convivenza con il desiderio reciproco di fare un pezzo di strada insieme, consapevoli che quest’esperienza sarà un’occasione di crescita e cambiamento per ciascuno di loro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie