Mercoledì 18 Maggio 2022 | 15:06

In Puglia e Basilicata

Tecnologia

Banda larga: a Noicattaro un genio di 17 anni inventa connessione rapida

Banda larga: a Noicattaro un genio di 17 anni inventa connessione rapida

Giuseppe Dipierro ha dato vita a una start-up che agevola soprattutto chi lavora da casa

27 Settembre 2020

Anna Larato

Banda ultralarga ancora poco sviluppata nostro Paese. In Italia sono 11,5 milioni di persone e ben 7mila aree industriali che non vi hanno accesso. Ma da oggi una solida ed efficace soluzione per accelerare la connessione degli utenti business arriva da Monopoli. Merito dell’ingegno e dell’intuizione di un ragazzo di 17 anni che trova la «chiave» per accelerare la connessione.
Si chiama Giuseppe Dipierro, è di Noicattaro, e ha dato vita a una startup, una impresa digitale, denominata Uania, che ha sede a Monopoli. La soluzione ideata consente di colmare il «digital divide», il divario tecnologico insomma, aumentando la velocità di connessione anche in quei piccoli centri periferici, aree produttive, commerciali o agricole, dove la disponibilità di linee a banda larga è ancora limitata.

A sentire il genietto diciassettenne, con la startup si risolvono i tanti problemi che con il Covid e il conseguenziale ricorso al telelavoro si sono moltiplicati, diventando questione di sopravvivenza per tante aziende che potranno sfruttare la soluzione per accelerare lo sviluppo del Paese.
Diplomato in informatica, Dipierro ha avuto l’idea di aggregare e unire più linee Wan in un una sola (Wan-In-One, da cui il nome) per aumentare la velocità di connessione anche in quei piccoli centri periferici, dove la disponibilità di linee a banda larga è ancora limitata ,le cosiddette zone grigie/bianche.
Una soluzione semplice per risolvere un problema complesso. Essere connessi sempre e con una buona velocità è un’esigenza per chiunque di noi, ma oggi per le aziende è diventata questione di sopravvivenza e motore per lo sviluppo.
«È la soluzione per tutte quelle aziende dislocate in aree geografiche svantaggiate, che hanno necessità di una connessione veloce e stabile - spiegano dalla startup -. In caso di interruzione di una linea dati, UaniaBox permette di lavorare sulle altre linee senza creare disservizi».

Uania consente alle aziende di poter cambiare facilmente operatore telefonico, è compatibile con gli apparecchi di rete esistenti e con le connessioni di backup e rappresenta una soluzione di «salvataggio» in caso di interruzione di linea.
Spiega Stefano Aversa, socio fondatore di Uania: «Proprio in questi giorni il digital divide è un argomento di discussione nell’agenda del Paese. Ci si chiede se il via libera alla rete unica per la banda larga riuscirà davvero a colmare questo divario infrastrutturale, e in quali tempi. Nella realtà dei fatti - aggiunge Aversa - la lentezza di connessione incide fortemente sulla produttività di molte piccole e medie realtà sul territorio. Il nostro mondo e le nostre abitudini quotidiane si stanno modificando rapidamente, viviamo tutti il cambiamento legato alla pandemia. Sempre più persone, che siano aziende, professionisti o utenti privati, hanno l’esigenza di connettersi o lavorare in smart working e devono poter fare affidamento sulla qualità e sulla velocità di connessione»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725