Lunedì 03 Ottobre 2022 | 22:51

In Puglia e Basilicata

Le dichiarazioni

Meloni: «Emiliano nervoso, gli suggeriamo questo slogan», e lo scopre in versione Cetto La Qualunque

Meloni: «Emiliano nervoso, gli suggeriamo questo slogan», e lo scopre in versione Cetto La Qualunque

Facendo il verso al personaggio di Antonio Albanese. Campagna elettorale definita: «Stomachevole»

17 Settembre 2020

Redazione online

“Il nervosismo di Emiliano tradisce qualcosa è così gli suggeriamo questo slogan per la fine della campagna elettorale”: così la Meloni prima di scoprire il fotomontaggio con Il governatore versione Cetto La Qualunque.

In Puglia «abbiamo assistito a sinistra ad una campagna elettorale stomachevole. È intollerabile quanto visto negli ultimi due mesi perché la sinistra crede che il voto della gente si possa comprare». Queste le parole di Giorgia Meloni, oggi a Bari, durante una conferenza stampa a sostegno della candidatura a presidente della Regione Puglia di Raffaele Fitto. «Per esempio - ha elencato - lo scorso 8 agosto è stato pubblicato un bando per 1100 assunzioni da parte di Arpal, a cui è stato messo a capo Massimo Cassano, capo politico in coalizione con Emiliano. Il 27 agosto, poi, Emiliano annuncia centinaia di assunzioni di operatori sanitari. Il 14 settembre si è tenuto l’evento per la stabilizzazione di 200 precari del Cup, 200 assunzioni senza concorso a 6 giorni dal voto, evento organizzato a Taranto durante le quali erano presenti famiglie ed Emiliano e diversi assessori. Il 16 settembre 200 infermieri hanno firmato stabilizzazioni con Asl Bari». Meloni ha attaccato anche l'epidemiologo Pierluigi Lopalco, a marzo nominato capo della task force regionale per l’emergenza Coronavirus, ruolo dal quale si è dimesso per candidarsi al Consiglio regionale con una lista civica di Emiliano. «In tutto questo - sostiene Meloni - abbiamo un signore che è stato nominato a capo task force, Lopalco, che oggi è candidato e va in giro a fare comizi. Ai malati oncologici di questa regione sono arrivati i biglietti elettorali di Lopalco con allegato un invito a partecipare ad un convegno su Covid e tumori. Per questo abbiamo depositato una interrogazione parlamentare e abbiamo scritto al garante della privacy perché i dati dei malati sono dati sensibili che non possono essere divulgati».

«Il ministro Boccia usa un sacco di slogan se poi, a un certo punto, ci dice anche di che cosa sta parlando ascoltiamo volentieri. Qui, in Puglia, quello che abbiamo visto è che la sanità viene usata per fare clientele. E quindi più privata di come l’hanno avuta loro, di come l’hanno voluta loro in questi anni non esiste la sanità». Lo ha dichiarato Giorgia Meloni a Bari replicando al ministro Francesco Boccia che, ieri, sempre in Puglia ha dichiarato che il centrodestra privatizzerà anche la sanità pugliese.
«Più privata di metterci gli amici degli amici - ha proseguito Meloni - o di fare concorsi all’ultimo momento o delle nomine dei direttori, dei primari non esiste. Noi siamo per difendere il valore della sanità di questo territorio, impedire che la gente scappi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725