Domenica 13 Giugno 2021 | 17:30

NEWS DALLA SEZIONE

Eventi
Spongano, via agli «Stati di aggregazione» di Ultimi Fuochi Teatro

Spongano, via agli «Stati di aggregazione» di Ultimi Fuochi Teatro

 
La curiosità
Adelfia, le rondinelle appena nate reclamano il cibo dalla mamma

Adelfia, le rondinelle appena nate reclamano il cibo dalla mamma

 
Il 13 giugno
Tutti pazzi per lo Shiatsu: per la giornata internazionale eventi anche a Bari

Tutti pazzi per lo Shiatsu: per la giornata internazionale eventi anche a Bari

 
Libri
Viaggio nella vita di Elisabetta II «Regina per sempre»

Viaggio nella vita di Elisabetta II «Regina per sempre»

 
l'evento
Barletta, nel teatro Curci, la terza edizione della conferenza-spettacolo TEDx

Barletta, nel teatro Curci, la terza edizione della conferenza-spettacolo TEDx

 
la campagna
Brindisi, Necropoli, in partenza la ricerca archeologica a Torre Guaceto

Necropoli, in partenza la ricerca archeologica a Torre Guaceto

 
Il ritrovamento
Barletta, tartaruga spiaggiata sulla battigia

Barletta, tartaruga trovata morta dai bimbi sulla battigia

 
L'evento
«L'alba futura»: si aspetta il nuovo giorno a Castel del Monte con la musica di Lucio Dalla

«L'alba futura»: si aspetta il nuovo giorno a Castel del Monte con la musica di Lucio Dalla

 
La rassegna
Con 200 ospiti i 20 anni del Libro possibile

Con 200 ospiti i 20 anni del Libro possibile

 

Il Biancorosso

Biancorossi
Bari, De Laurentiis: «Polito è qui per vincere»

Bari, De Laurentiis: «Polito è qui per vincere»

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaNel Foggiano
Carlantino, il parroco viene trasferito: sindaco protesta e diserta messa S.Antonio

Carlantino, il parroco viene trasferito: sindaco protesta e diserta messa S.Antonio

 
BariPolizia locale
Bari, travolge due motociclisti e scappa: pirata della strada rintracciato a Valenzano

Bari, travolge due motociclisti e scappa: pirata della strada rintracciato a Valenzano

 
PotenzaNel Potentino
Melfi, scritte e atti vandalici contro sede del Pd. Letta su Twitter: «Non ci fermiamo»

Melfi, scritte e atti vandalici contro sede del Pd. Letta su Twitter: «Non ci fermiamo»

 
TarantoLadro seriale
Taranto, 22 auto danneggiate in una sola notte per rubare dagli abitacoli: 57enne in carcere

Taranto, 22 auto danneggiate in una sola notte per rubare dagli abitacoli: 57enne in carcere

 
LecceIl gip: manca la prova
Covid, «Non contagiò paziente in studio»: archiviazione per un medico salentino

Covid, «Non contagiò paziente in studio»: archiviazione per un medico salentino

 
BrindisiIl virus
Covid 19, a Brindisi due casi accertati di variante indiana

Covid 19, a Brindisi due casi accertati di variante indiana

 
Materafelicità
Miglionico, «Felice per la nostra prima unione civile»

Miglionico, «Felice per la nostra prima unione civile»

 

i più letti

l'iniziativa

Bari, una app che combatte la bassa autostima nei più giovani

Nasce «GrowUp» una applicazione che serve al ragazzo per misurare la propria autostima

Bari, una app che combatte la bassa autostima nei più giovani

BARI - Da un lato ragazzi «nativi digitali», dall'altro genitori, non necessariamente «l'un contro l'altro armati», ma sicuramente che vivono in due mondi differenti e che a volte faticano a comprendersi. È anche da questo punto di partenza che nasce «GrowUp» una applicazione che serve al ragazzo per misurare la propria autostima e all'adulto, che sia un genitore o un insegnante, offrire una chiave di lettura per entrare in comunicazione con i più giovani ed eventualmente identificare spazi dove è necessario un sostegno psicologico.

L'idea messa a punto dall'organizzazione di volontariato «Anto Paninabella» e la cooperativa sociale «Voglia di Bene», ha vinto il bando «Orizzonti solidali» della Fondazione Megamark, e può rappresentare un mezzo di sostegno sotto forma di un gioco-test per individuare situazioni in cui il livello di autostima del ragazzo necessita di intervento.

«Prima che scoppiasse l'emergenza Covid avevamo avviato il progetto nell'IISS Tommaso Fiore di Modugno – spiega Domenico Diacono fondatore di Anto Paninabella -. C'erano stati i primi incontri con i genitori dei ragazzi che volevamo coinvolgere. L'idea è somministrare il test a 60 studenti e in base ai risultati organizzare sei differenti laboratori per lavorare sull'autostima dei ragazzi. Stiamo parlando di laboratori teatrali, o di educazione cinofila, o di motivazione allo studio, tutti lavori seguiti da personale specializzato, psicologi ed educatori».

Cogliere il disagio nei ragazzi è a volte un percorso difficile per un genitore. I figli sembrano gusci chiusi in se stessi, ripiegati su strumenti informatici che non sempre un adulto padroneggia. Si creano così barriere difficili da valicare. GrowUp è una applicazione che si può scaricare gratuitamente dagli store Android e iOs, adatta a ragazzi tra i 9 e i 19 anni e può rappresentare un ponte tra generazioni.
«Quando incontro genitori o insegnanti cerco di far capire quanto sia importante dare attenzione ai ragazzi – sottolinea Diacono -, su cosa sembra funzionare o non funzionare nella loro vita. La mia esperienza è stata estrema con la morte di mia figlia Antonella, per la stragrande maggioranza dei ragazzi non è così, ma non si deve mai dare nulla per scontato. Agli adulti dico: andate oltre al singolo voto, ai risultati. Noi adulti abbiamo una percezione differente di un ostacolo, tendiamo a inquadrare un problema contingente in uno scenario più ampio, a relativizzare, mentre per un ragazzo, per un adolescente, può diventare un macigno insormontabile, impossibile da superare senza aiuto».
La scuola, la famiglia sono i luoghi dove per antonomasia un ragazzo può trovare sostegno e nello stesso tempo da dove cerca di nascondersi specie nell’età di crescita, ecco che una app può diventare uno strumento più semplice da dove partire. Perché un ragazzo prenda coscienza di un suo problema e nello stesso tempo possa sapere a chi rivolgersi per una mano.

«Spesso le scuole e gli studenti sono sistemi che subiscono decine di input, tra Pon, incontri, progetti. Parlare di un problema come la depressione giovanile o la bassa autostima che scatena la tristezza e apatia nei ragazzi non è facile - spiega il fondatore di Anto Paninabella -, ce ne rendiamo conto. Ecco perché i nostri progetti si muovono spesso lungo la sensibilità di un docente o di un dirigente scolastico. GrowUp è un progetto che speriamo di poter diffondere nelle scuole. Purtroppo l'epidemia ha fermato il primo esperimento che stavamo portando avanti, ma da settembre speriamo di poter ripartire. Abbiamo incontrato molti genitori, in tanti si sono dimostrati interessati anche nel promuovere l'iniziativa, anche attraverso le fantomatiche chat di classe. È importante».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie