Giovedì 29 Settembre 2022 | 21:57

In Puglia e Basilicata

Scanzano, record per i rifiuti
Raccolta differenziata a zero

Scanzano, record per i rifiutiRaccolta differenziata a zero

Il sindaco: «Da maggio non sarà più così. Appaltato il servizio»

03 Febbraio 2018

FILIPPO MELE

SCANZANO JONICOIl comune del Metapontino può fregiarsi a pieno titolo dell’appellativo di “Paese della monnezza”. Da anni. I rifiuti, infatti, i più disparati, sono dappertutto. E la raccolta differenziata è zero. «Ma da maggio – ha promesso il sindaco Raffaello Ripoli (Movimento civico scanzanese) – non sarà più così. Abbiamo appaltato il nuovo servizio di raccolta differenziata. Sarà un servizio spinto, senza cassonetti in nessuna delle aree del territorio. Solo differenziata».

Intanto, però, abbiamo potuto verificare nei giorni scorsi in un nostro giro” fotografico” una situazione di profondo degrado. Abbiamo visto canali di bonifica ripieni di immondizie e di carcasse di elettrodomestici, cunette laterali delle strade di campagna piene di plastica, marciapiedi “ai rifiuti”, carte e buste indistruttibili svolazzanti, materassi in quantità. Già. Sino a qualche anno fa erano le gomme d’auto, che pur ci sono qua e là, a farla da padrone. Ora sono i materassi. Sembra che gli scanzanesi abbiano deciso di rinnovare i loro giacigli tutti insieme gettando per strada i vecchi. Ne abbiamo contati oltre venti.

Ovviamente, abbiamo sottoposto i risultati del nostro tour al primo cittadino ricordandogli che egli, forse, vinse le elezioni, nel giugno 2016, proprio perché il suo predecessore, Salvatore Iacobellis, non era riuscito a risolvere il problema. Gli elettori andarono a votare con tonnellate di immondizia nelle strade. E Ripoli ed i suoi pubblicavano su Facebook a ripetizione foto del “Paese della monnezza”. A distanza di un anno e mezzo, però, la situazione non è cambiata. Cosa dice a proposito il sindaco in carica?

«I residenti di Scanzano Jonico – ha risposto Ripoli – potranno essere orgogliosi della pulizia della città da maggio in poi. Abbiamo aggiudicato la gara per la nuova raccolta differenziata, infatti, alla Tradeco, la ditta che già esplica il servizio. Siamo nella fase di verifica della documentazione. Poi la ditta dovrà comprare mezzi nuovi, predisporre le isole ecologiche, strutturare il centro di raccolta, metter in atto una campagna di comunicazione ed informazione. Ci vogliono i tempi tecnici per far tutto questo. Maggio mi sembra il mese giusto per la partenza del nuovo sistema. Si tratterà di una raccolta differenziata spinta: niente più cassonetti. Alle famiglie ed attività imprenditoriali saranno distribuiti contenitori per le diverse tipologie di rifiuti che verranno ritirate a cadenza settimanale: un giorno la plastica, un altro la carta, e via discorrendo. Sappiamo che sulla risoluzione della questione spazzatura ci giochiamo molto. Da qui la nostra attenzione al problema. Abbiamo voluto un appalto modulato sulle esigenze del nostro territorio. Aspettiamo l’aggiudicazione definitiva ed il servizio partirà. Funzionerà».

scanzano jonicoCanali di bonifica colmi di rifiuti, rottami nelle cunette, materassi e cartacce ovunque

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725