Giovedì 30 Giugno 2022 | 12:04

In Puglia e Basilicata

tendenze

A Matera si va a scuola di audiovisivi per nuovi orizzonti di lavoro

Matera, lezione di audiovosivi

Giovani sempre più interessati ai mestieri artistici, complice la città, set naturale scelto per film

04 Giugno 2022

Carmela Cosentino

MATERA - Creare una forte rete di relazioni e conoscenze per contribuire alla formazione di figure professionali competitive nel settore dell’ audiovisivo. Lidia Cudemo fondatrice di D-Hub Studios, un centro di professionisti altamente qualificati nel settore della localizzazione e dei servizi di distribuzione digitale, focalizzato sul settore dell’entertainment a livello globale, racconta alla Gazzetta le potenzialità di un comparto in continua crescita. Matera, set naturale scelto per film, non solo di respiro religioso - si pensi «No time to die» 25esimo capitolo della saga di James Bond - da alcuni anni è sede dei workshop della post produzione cinematografica promossi da D-Hub Studios.

L’ultimo, realizzato in collaborazione con Sensi Contemporanei e Regione Basilicata, si è tenuto nella città di Sassi e ha visto la partecipazione di numerosi ragazzi provenienti da tutta la Basilicata e dal resto del Sud Italia che, con l’ausilio delle tecnologie più avanzate, si sono cimentati nelle audio descrizioni, nella traduzione, nell’adattamento ed infine nel doppiaggio. Un dato da sottolineare, la presenza femminile nei workshop che «abbiamo voluto e incoraggiato anche per un discorso di inclusione sociale, perché spesso le donne non si approcciano a questo tipologia di laboratori essendo molto tecnici. Ma è un discorso più ampio, e riguarda le opportunità di crescita professionale e lavorative- spiega Cudemo- Il nostro obiettivo è creare squadre di lavoro e indirizzare i ragazzi verso una professione, offrendo la possibilità non solo di dialogare con i docenti esperti del settore e con l’azienda, ma anche di fare degli stage a prosecuzione del progetto».

Una affermazione che assume ancora più valore se pensiamo alla città dei Sassi. «Da anni sul territorio materano stiamo facendo attività e promozione dei mestieri del cinema e della televisione- dice - Matera vanta un primato non indifferente, di essere scelta dalla grandi produzioni hollywoodiane, ma manca tutto il settore della post- produzione, per cui una grande società che decide di produrre nel territorio materano, deve poi spostarsi a Roma, o in America o nei Paesi di provenienza. Da qui il nostro obiettivo: formare maestranze per supportare le produzioni». L’audiovisivo è un settore in un forte crescita, «e anche durante la pandemia è stato tra i meno colpiti perché il prodotto audiovisivo è sempre necessario- sottolinea ancora Cudemo - nei prossimi anni la tendenza sarà un forte sviluppo anche si se passerà sempre di più sulla piattaforma digitale ma sarà sempre l’elemento trainante che porterà avanti tutto».

Oltre ai workshop, la D- Hub Studios organizza i Sassi d’Oro in programma a ottobre nella città dei Sassi. «Una manifestazione che non può mancare a Matera e oggi siamo nel vivo della preparazione - afferma - è una vetrina che nasce per dare visibilità a chi lavora dietro le quinte e che coinvolge tutta la filiera cinematografica e audiovisiva. Naturalmente non mancheranno ospiti importanti e attori con cui il pubblico in sala potrà dialogare».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725