Domenica 11 Aprile 2021 | 00:03

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Policoro, paziente positivo al pronto soccorso: chiuso per sanificazione

Policoro, paziente positivo al pronto soccorso: chiuso per sanificazione

 
Covid
Basilicata arancione Bardi: «Ma abbiamo numeri da zona gialla»

Basilicata diventa arancione, Bardi: «Ma abbiamo numeri da zona gialla»

 
il raggiro
Matera, spilla 500 euro a nonnina 91enne con la truffa del “pacco per il nipote”: arrestato 48enne napoletano

Matera, spilla 500 euro a nonnina 91enne con la truffa del “pacco per il nipote”: arrestato 48enne napoletano

 
Commercio
Matera, ordinanza del sindaco per regolamentare i mercati

Matera, ordinanza del sindaco per regolamentare i mercati

 
L'iniziativa
Il sindaco di Matera vola a Baku in Azerbaigian per un protocollo d'intesa

Il sindaco di Matera vola a Baku in Azerbaigian per un protocollo d'intesa

 
Controlli dei CC
Matera, furbetti del reddito di cittadinanza: altri sei denunciati per percezione indebita

Matera, furbetti del reddito di cittadinanza: altri sei denunciati per percezione indebita

 
Polizia
Matera, tentata estorsione ai gestori di un bar: un arresto

Matera, tentata estorsione ai gestori di un bar: un arresto

 
Il caso
Libia, giornalista di guerra lucana sotto intercettazione

Libia, giornalista di guerra lucana sotto intercettazione

 
Il caso
Matera, ritrovato mezzo con 5 bidoni da 200 litri di gasolio rubati a Policoro

Matera, ritrovato mezzo con 5 bidoni da 200 litri di gasolio rubati a Policoro

 

Il Biancorosso

Serie C
Avellino - Bari: segui con noi il match in diretta

Avellino-Bari: 1-0 per i campani. I galletti restano a bocca asciutta: rivedi con noi la diretta

 

NEWS DALLE PROVINCE

HomeIncidente mortale
Tragedia a Nardò, scontro tra 3 auto: due morti e 4 feriti

Tragedia a Nardò, scontro fra tre auto: morta 75enne, quattro feriti gravi FOTO

 
Covid news h 24Lotta al virus
Covid a Bitonto, l'appello su Fb di Bianca Guaccero: «State a casa»

Covid a Bitonto, l'appello su Fb di Bianca Guaccero ai concittadini: «State a casa»

 
BrindisiLo scatto
In Salento c'è un ulivo secolare che scappa: sembra Barbalbero

In Salento c'è un ulivo secolare che «scappa»: sembra Barbalbero

 
TarantoIl caso
Operaio licenziato a Taranto, Mittal: «Leso rapporto di fiducia»

Operaio licenziato a Taranto, Mittal: «Leso rapporto di fiducia»

 
MateraIl caso
Policoro, paziente positivo al pronto soccorso: chiuso per sanificazione

Policoro, paziente positivo al pronto soccorso: chiuso per sanificazione

 
PotenzaIl virus
Covid, il grido d'allarme del carcere di Melfi: 57 positivi, situazione grave

Covid, il grido d'allarme del carcere di Melfi: 57 positivi, situazione grave

 
FoggiaIl caso nel Foggiano
Apricena, sottrae 40mila euro a due fratelli disabili: indagato parroco

Apricena, sottrae 40mila euro a due fratelli disabili: indagato parroco

 
BatNella Bat
Bisceglie, bombe danneggiarono ben 7 auto parcheggiate: 2 arresti

Bisceglie, bombe danneggiarono ben 7 auto parcheggiate: 2 arresti

 

i più letti

Il caso

Libia, giornalista di guerra lucana sotto intercettazione

Nancy Porsia, di Matera, non indagata, racconta la sua esperienza nei paesi arabi

Libia, giornalista di guerra lucana sotto intercettazione

MATERA - «Procura di Trapani conferma: sono stata l’unica giornalista sotto intercettazione, pur non essendo tra gli indagati. Per ben sei mesi hanno avuto accesso al mio lavoro tra Libia, Mediterraneo, Etiopia, Eritrea. Ci sono le trascrizione con la mia avvocata Alessandra Ballerini, con altri avvocati su cui anche discutevamo di informazioni sensibili su fonti, ci sono le mie fonti, fonti collezionate in anni di lavoro sul campo, i colleghi con cui parlo, la mia vita privata...». In queste parole Nancy Porsia, 39 anni, di Matera, giornalista freelance e consulente di ricerca specializzata in Medio Oriente e Nord Africa, racconta alla Gazzetta tutto il suo dramma. I riflettori si sono accesi su di lei dopo che, con altri cronisti (Nello Scavo, Sergio Scandurra, Francesca Mannocchi, Carla De Pasquale, Fausto Biloslavo), è stata intercettata dalla Procura di Trapani.

«Avevo forti sospetti ma non ne avevo contezza - dice la giornalista -. Quando sei una battitrice libera sono cose che metti in conto, ma non devono succedere. Sono in aperta violazione dei nostri diritti in uno stato garantista. Ed è in aperta violazione al diritto di cronaca e tutela delle fonti». A prendere posizione sulle intercettazioni dei cronisti impegnati a documentare l’immigrazione tra Italia e Libia, oltre all’Ordine nazionale dei giornalisti e alla Fnsi, anche l’Ordine regionale dei Giornalisti e l’Associazione della Stampa di Basilicata, che chiedono di «fare piena luce su questa vicenda e sollecitano spiegazioni su come e perché sia stato possibile violare il segreto professionale dei cronisti e effettuare trascrizioni delle conversazioni di persone, non sottoposte a indagini, impegnate a svolgere un’opera costituzionalmente tutelata».

Nancy Porsia da tre anni vive a Matera, nella terra di origine dove è ritornata dopo le inchieste da Siria, Libano, Turchia, Libia, Iraq e Tunisia. «Matera è una delle mie case. Ho un bimbo e vivo qui dal 2018. Tre mesi prima di tornare in Italia, vivevo in Tunisia, ma dalla fine del 2016 sono entrata nella black list che non mi consente di tornare più in Libia. Anche i miei amici sono andati via, tutti rifugiati». Il suo sogno è tornare «quando sarà possibile e con le dovute precauzioni. Mio figlio è italo-libico. Lo devo a lui - ripete -. È per lui che ho fatto e continuo a fare queste scelte con suo padre». Tanta rabbia e paura. «Non per me, ma per quelli a cui tengo e per le mie fonti. Stavo facendo un’inchiesta, mi hanno scaraventato fuori, hanno fatto di tutto per sotterrarla. Non mi fermo, ho la testa dura».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie