Lunedì 17 Febbraio 2020 | 07:05

NEWS DALLA SEZIONE

Violenza in casa
Matera, ubriaco insulta e picchia la madre per avere dei soldi: arrestato

Matera, ubriaco insulta e picchia la madre per avere dei soldi: arrestato

 
dai carabinieri
Matera, la madre non vuole dargli la carta prepagata, lui ubriaco la minaccia e la picchia: arrestato

Matera, la madre non vuole dargli la carta prepagata, lui ubriaco la minaccia e la picchia: arrestato

 
nel Materano
Grottole, si dimette il sindaco De Giacomo per motivi di salute

Grottole, si dimette il sindaco De Giacomo per motivi di salute

 
Tecnolofgia e innovazione
Matera, nascerà il primo Centro interdipartimentale del Cnr

Matera, nascerà il primo Centro interdipartimentale del Cnr

 
Urbanistica
Matera, abusivismo edilizio: sequestrato un fabbricato e denunciato il titolare

Matera, abusivismo edilizio: sequestrato un fabbricato e denunciato il titolare

 
VALBASENTO-VIGGIANO SENZA BUS
Trasporti lucani nella bufera, prime corse tagliate: «appiedati» gli operai

Trasporti lucani nella bufera, prime corse tagliate: «appiedati» gli operai

 
Il caso
Matera, tre agenti penitenziari aggrediti in carcere

Matera, tre agenti penitenziari aggrediti in carcere

 
Il caso
Scanzano Jonico, sequestrate due discariche di rifiuti speciali

Scanzano Jonico, sequestrate due discariche di rifiuti speciali

 
L'evento
Metaponto celebra oggi la lingua e la cultura greca

Metaponto celebra la lingua e la cultura greca

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio: vittoria al San Nicola contro il Picerno: 3-0

Bari calcio: vittoria al San Nicola contro il Picerno: 3-0

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiPallacanestro
Basket, la Coppa Italia è di Venezia, battuta Brindisi 73-67

Basket, la Coppa Italia è di Venezia, battuta Brindisi 73-67

 
BariL'iniziativa
A Bari si può dare l'ultimo saluto ai nostri amici a 4 zampe: le onoranze funebri «speciali»

A Bari si può dare l'ultimo saluto ai nostri amici a 4 zampe: le onoranze funebri «speciali»

 
TarantoIncidente stradale
Taranto, moto si ribalta e schiaccia centauro: morto 60enne

Taranto, moto si ribalta e schiaccia centauro: morto 60enne

 
PotenzaI vigili del fuoco
Pignola, fiamme distruggono deposito di attrezzi

Pignola, fiamme distruggono deposito di attrezzi

 
LecceNel Salento
Casarano, truffa dei radiofarmaci da 3,6mln: nessuna condanna

Casarano, truffa dei radiofarmaci da 3,6mln: nessuna condanna

 
Foggianel foggiano
Rignano Garganico, auto sindacalista Fim Cisl incendiata: secondo episodio in pochi giorni

Rignano Garganico, auto sindacalista Fim Cisl incendiata: secondo episodio in pochi giorni

 
MateraViolenza in casa
Matera, ubriaco insulta e picchia la madre per avere dei soldi: arrestato

Matera, ubriaco insulta e picchia la madre per avere dei soldi: arrestato

 

i più letti

Nel Materano

Turismo lucano decolla nei parchi: bene Pollino e Val D'Agri

Presenze molto alte negli alberghi. Il picco è stato registrato a Capodanno

Da Genova al Pollino, che Stato è

le gole del Raganello

MATERA - Sono tanti i turisti che tra Natale e l’Epifania hanno affollato le località della parte lucana del Parco del Pollino. I dati ufficiali non ci sono ancora, ma, a sentire gli addetti ai lavori, il primo bilancio delle festività sembra positivo. 

Nonostante le croniche criticità derivate dalla carenza di servizi, il numero di presenze registrato dagli albergatori è stato, infatti, sempre alto, con picchi di tutto esaurito soprattutto a Capodanno.
«A Natale, invece, molti, come da tradizione, vanno da parenti e amici e non vengono quindi nelle strutture ricettive. Natale è una festa intima, al chiuso, intenta a celebrare la famiglia», spiega Carmine Orofino, titolare dell’hotel Paradiso, uno tra i più grandi alberghi della zona con 160 posti letto.
«Dal 30 dicembre al primo gennaio abbiamo fatto il tutto esaurito – sottolinea con soddisfazione Orofino -. Anche altri alberghi a Capodanno hanno fatto registrare il sold out». A farla da padrone, come al solito, sono stati sempre i turisti arrivati dalla vicina Puglia.

«Il 50 per cento delle presenze sono arrivate dalla Puglia – conferma Orofino -. Più sporadica invece la presenza di stranieri, per lo più tedeschi e inglesi. Peccato solo perché la neve è poca e non ha fatto panorama o scenario, come si dice in questi casi”. Insomma, i visitatori non sono mancati sul Pollino, trainati anche dalle giornate soleggiate tra la fine del vecchio e l’inizio del nuovo anno, ma allo stesso tempo gli operatori turistici si lamentano per la risaputa carenza di servizi.
«Da trent’anni ad oggi non è cambiato nulla – sottolinea Orofino -. Anzi stiamo peggio di prima. Trent’anni fa almeno c’era la littorina che collegava i nostri paesi, oggi non c’è neppure quella. In compenso continua l’invasione dei cinghiali che rovinano prati e fiori vicino ai nostri alberghi».

L’altra nota dolente è la viabilità: «E’ caduta la prima neve, ma di sale non se n’è vista l’ombra – sottolinea Orofino -. Così come non si è visto uno spartineve. Mi domando a che serve vantarsi di essere il Pollino se poi la disorganizzazione regna sovrana. E ve ne dico un’altra: nell’anno di Matera capitale europea della cultura non è stato previsto un pullman, dico uno, che portasse i turisti dalla città dei Sassi al Parco del Pollino. E meno male che c’è la nostra clientela sempre affezionata, altrimenti potremmo anche chiudere. Infatti – conclude Orofino – i visitatori che abbiamo avuto in queste festività natalizie e di fine anno sono gli stessi che vengono in estate».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie