Lunedì 20 Settembre 2021 | 10:54

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

La proposta

Basilicata, l'idea della Cgil: una «pensione di garanzia» per giovani precari

Giovani, stipendi, cultura e tecnologia negli incontri a Matera. Oggi a Potenza ci sarà Mimmo Lucano

giovane agricoltore

POTENZA - «Liberiamo il futuro», la settima edizione della finestra aperta dalla Cgil su giovani, lavoro, Mezzogiorno, Europa, ha preso il via ieri a Matera ed approderà oggi a Potenza. Tre giorni di riflessione sui temi dell’uguaglianza, dello sviluppo sostenibile, della cittadinanza, della solidarietà, dell’innovazione, racchiusi nello slogan «Un mondo nuovo».
Ieri a Matera focus sul rapporto tra pensioni e giovani, con le trasformazioni del sistema pensionistico e la frammentazione contrattuale nel mondo del lavoro che difficilmente potranno assicurare un importo adeguato alle pensioni future dei giovani di oggi.

Il rapporto tra giovani e pensione, dunque, è per la Cgil una vera e propria emergenza, rispetto alla quale il sindacato propone come soluzione la «pensione di garanzia», ovvero «un intervento dello Stato in tutte quelle situazioni in cui non si matureranno trattamenti decenti con la sola contribuzione da lavoro del lavoratore/lavoratrice».
Ampia discussione anche sul tema «Cultura, tecnologia e scienza. Le coordinate per costruire il futuro». Al dibattito hanno partecipato il vicesegretario generale nazionale Cgil Vincenzo Colla, il direttore del Museo Galileo di Firenze Paolo Galluzzi, l’ex consigliere di amministrazione Rai Guelfo Guelfi, il responsabile Hr Indra Italia Roberta Ficorella e la ricercatrice-teaching assistant Luiss Rosa Fioravante. A introdurre l’argomento è stato il segretario generale Cgil Matera Eustachio Nicoletti: «L’esperienza di Matera Capitale europea della cultura 2019 nonostante i limiti nella programmazione e i ritardi nella realizzazione delle infrastrutture materiali e immateriali, pur tenendo in debita considerazione i risultati economici positivi legati alle presenze turistiche, deve indurre il governo regionale a investire seriamente sulla filiera della cultura. In tale solco, le infrastrutture digitali possono rappresentare un supporto fondamentale, a partire dal 5G». Ha concluso il vice segretario generale nazionale Cgil Vincenzo Colla: «L’innovazione deve essere la parola chiave di ogni scelta futura purché, però, sia coniugata a quella di protezione sociale. Lo sviluppo che dovremo contribuire a creare, anche esercitando a pieno il nostro ruolo di maggiore forza sociale, non potrà che essere sostenibile ed andare incontro alle nuove esigenze che sempre più prepotentemente salgono dal mondo del lavoro e dall’impegno dei giovani, che è quella di una produzione rispettosa dell’ambiente ed improntato ad un nuovo umanesimo». La giornata materana si è chiusa con il concerto in piazza Matteotti di Francesca Prestia e di Ragnatela folk band.

Oggi la festa si sposta a Potenza, in piazza Don Bosco. Alle 17 apriranno i lavori il sindaco Mario Guarente e la segretaria Cgil Basilicata Giuliana Scarano. Alle 17.15 per «Un’ora con», Angela Mauro, giornalista Huffingtonpost, intervista il sindaco di Riace Mimmo Lucano. Alle 18.30 dibattito «Mezzogiorno, Mediterraneo, Europa. Economia, innovazione, comunità per un nuovo contratto sociale» alla presenza, tra gli altri, del direttore Svimez Luca Bianchi, il presidente della Regione Vito Bardi e del segretario generale Cgil Basilicata Angelo Summa. A partire dalle 21 spazio alla musica con Micol Arpa Rock e Ghemon.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie