Lunedì 27 Settembre 2021 | 01:03

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Il caso

Matera, non sopporta la compagna e chiama il 113: «Vi prego, arrestatemi»

L'uomo, ai domiciliari per aver commesso una rapina, non reggeva più le continue discussioni con la convivente e ha chiamato la polizia per farsi arrestare

Matera, non sopporta la compagna e chiama il 113: «Vi prego, arrestatemi»

MATERA - Un 25enne, pregiudicato materano, che si trovava agli arresti domiciliari per aver commesso una rapina in un supermercato, esasperato dalle continue discussioni con la compagna, chiama il 113 chiedendo di essere accompagnato in carcere. Ma non essendo accontentato dagli agenti, decide di evadere dall'abitazione e si presenta direttamente in Questura, dove gli agenti della Volante provvedono a riaccompagnarlo a casa. 

Dopo qualche ora il giovane, pur di sottrarsi alla difficile convivenza con la compagna, si presenta direttamente in carcere e, per non rischiare di essere riportato nuovamente a casa, aggredisce gli agenti della Polizia Penitenziaria: solo così riesce a farsi arrestare e a farsi accompagnare in cella.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Leo69ktm

    Leo69ktm

    11 Giugno 2019 - 19:24

    uccidono le mogli e vanno in carcere... nn uccidono e vanno in carcere lo stesso! ma insomma.. queste donne!!! :-)

    Rispondi

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie