Mercoledì 19 Giugno 2019 | 09:32

NEWS DALLA SEZIONE

Nel Materano
Boom case vacanza nel Metapontino, terza località in Italia

Boom case vacanza nel Metapontino, terza località in Italia

 
Sanità lucana
Basilicata, arriva l'infermiere di famiglia: un progetto «apripista»

Basilicata, arriva l'infermiere di famiglia: un progetto «apripista»

 
L'annuncio dell'ANAS
Viabilità, arriva lo spartitraffico sulla Basentana

Viabilità, arriva lo spartitraffico sulla Basentana

 
L'iniziativa
Matera, un bonus per l'e-bike: in centinaia in fila al Comune

Matera, un bonus per l'e-bike: in centinaia in fila al Comune

 
Alle origini
Il crac del Pd in Basilicata: figlio di una fusione a freddo

Il crac del Pd in Basilicata: figlio di una fusione a freddo

 
L'intesa
Matera, accordo con Terna: saranno demoliti 40 tralicci

Matera, accordo con Terna: saranno demoliti 40 tralicci

 
Auto contro tir
Frontale sulla Basentana: muore 72enne a Grassano

Frontale sulla Basentana: muore 72enne a Grassano

 
L'iniziativa
Matera 2019, in arrivo tra i Sassi la «Corsa dei poveri Cristi»

Matera 2019, in arrivo tra i Sassi la «Corsa dei poveri Cristi»

 
La visita
Governo, Centinaio a Matera: «Lega c'è, se a M5s non va bene trovi qualcun altro»

Governo, Centinaio a Matera: «Lega c'è, se a M5s non va bene trovi qualcun altro»

 
Degrado in città
Matera, vandali in azione: strappate le corde del piano nei Sassi

Matera, vandali in azione: strappate le corde del piano nei Sassi

 
Il caso
Matera, non sopporta la compagna e chiama il 113: «Vi prego, arrestatemi»

Matera, non sopporta la compagna e chiama il 113: «Vi prego, arrestatemi»

 

Il Biancorosso

LA CURIOSITA'
De Laurentiis e Simeri a MykonosTutto sulle vacanze del Bari

De Laurentiis e Simeri a Mykonos. Tutto sulle vacanze del Bari

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariViolenza
Bitonto, litiga con anziano in carrozzina: egiziano pestato da 4 giovani, aggredito il giorno dopo

Bitonto, litiga con anziano in carrozzina: egiziano pestato da 4 giovani, aggredito il giorno dopo

 
HomeLa storia
Venosa, la vita di Savino: «io elettrosensibile, allergico ai cellulari»

Venosa, la vita di Savino: «Io elettrosensibile, allergico ai cellulari»

 
TarantoSport
Volley, nazionale femminile sorde è oro agli Europei: tra loro una tarantina

Volley, nazionale femminile sorde è oro agli Europei: tra loro una tarantina

 
LecceSalento
Abuso d'ufficio, indagato ex presidente Provincia di Lecce Gabellone

Abuso d'ufficio, indagato ex presidente Provincia di Lecce Gabellone

 
BrindisiMinacce e lesioni
Brindisi, litiga con la fidanzata e le rompe il naso: denunciato

Brindisi, litiga con la fidanzata e le rompe il naso: denunciato

 
Foggianel Foggiano
Poggio Imperiale, morta Nonna Peppa, la donna più anziana d'Europa

Poggio Imperiale, morta Nonna Peppa, la donna più anziana d'Europa

 
MateraNel Materano
Boom case vacanza nel Metapontino, terza località in Italia

Boom case vacanza nel Metapontino, terza località in Italia

 
BatDal geologo Dellisanti
Minervino Murge, scoperta nuova grotta carsica

Minervino Murge, scoperta nuova grotta carsica

 

i più letti

La storia

Policoro, morì al pronto soccorso e le rubarono 2 anelli

Le figlie della defunta hanno querelato l'Azienda Sanitaria di Matera: «Non esiste una cassaforte»

Policoro, morì al pronto soccorso e le rubarono 2 anelli

La madre morì nel Pronto soccorso dell’ospedale Giovanni Paolo II. Ignoti rubarono alla deceduta nella struttura sanitaria due anelli. Così la Azienda sanitaria di Matera ha denunciato il fatto alle forze dell’ordine. Ma le figlie della donna hanno querelato l’Asm alla Procura per il tramite dell’avvocato Enzo Celano. A raccontare quanto accaduto il 21 febbraio scorso alla suocera è Fabiano Celano: «La nostra congiunta morì alle 20.30 di quel giorno nel Pronto soccorso. Appena dopo il decesso ci fu permessa una visita per il commiato con la salma rimasta nella struttura fino alle 8.30 del giorno dopo. Seguì la veglia nella cappella del nosocomio. Verso le 12 ci accorgemmo della mancanza degli anelli. Mi recai per avere informazioni al Pronto soccorso ed un caposala mi consegnò una busta su cui era riportata la dicitura: 2 fedi (anelli), un paio di orecchini ed alcune firme. Ma gli anelli nella busta non c’erano.

Il caposala dichiarò che era stata proposta denuncia alle autorità per la scomparsa». L’uomo, però, chiese “lumi” anche in direzione sanitaria dove fu informato della denuncia contro ignoti. Cosa che non è bastata alla famiglia colpita per la morte di una madre e per il furto su una deceduta. Una vergogna. Fabiano Celano: «Non è la prima volta che accadono fatti così spiacevoli nel Pronto soccorso. E nessuno ci ha chiesto scusa. Da qui la denuncia nei confronti dell’Asm che non è responsabile solo della salute delle persone ma anche dei beni che hanno addosso. Nel caso si trattava di gioielli di un buon valore economico ma soprattutto affettivo ma potrebbe trattarsi di soldi, oggetti, documenti. La nostra iniziativa è finalizzata anche a trovare le misure affinché tali fatti non accadano più». Così abbiamo accertato che al Pronto soccorso di Policoro non c’è una cassaforte. Forse servirebbe insieme ad un protocollo che indichi precise responsabilità di quanti prendono in custodia quanto di valore hanno con se quanti arrivano, spesso in stato di incoscienza, o che muoiono nel Pronto soccorso del Giovanni Paolo II.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie