Giovedì 23 Settembre 2021 | 11:12

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

A Matera

Sassi Divini, la rassegna enologica chiude in crescita

Oltre 200 le etichette presenti

Sassi Divini, la rassegna enologica chiude in crescita

Una seconda edizione che ha ampliato l'offerta enologica e la presenza di delegazioni regionali, come la Campania, il Piemonte e la Toscana, portando il numero di etichette presenti in rassegna a oltre 200.Sassi Divini, la rassegna promossa dall'Enoteca regionale con Mef chiude con numeri in crescita e uno sguardo già proiettato alla prossima edizione, quella del 2019, che segnerà anche l'anno di Matera da Capitale europea della Cultura. Nel corso dei tre giorni di manifestazione, che si è sviluppata in due differenti location via Bruno Buozzi e Casa Cava, sono stati oltre 30 gli stand visitati da circa 10 mila persone che hanno animato la zona e in alcuni casi degustato i vini proposti anche dalla folta rappresentanza lucana e dai suoi Consorzi (Matera Doc, Grottino di Roccanova, Aglianico Doc e Aglianico del Vulture). Spazio anche per gli approfondimenti e i confronti nel corso del convegno tecnico che ha messo a confronto la realtà lucana con il contesto nazionale, evidenziando la necessità di puntare su una ulteriore valorizzazione e promozione delle eccellenze locali su un mercato nel quale la Basilicata si muove con potenzialità interessanti. Non è mancato lo spazio per le eccellenze gastronomiche ospitate in piazza San Pietro Caveoso, presentate da Tinto e Fede e da Peppone Calabrese, conduttori di “Decanter” (RadioDue) e “Linea Verde” (Raiuno).

Lo straordinario scenario della piazza ha dato vita nei tre giorni dell'iniziativa, a coinvolgenti showcooking ai quali hanno partecipato Piera Parisi, Fabrizio Albini, Antonietta Santoro e Vitantonio Lombardo. Il lavoro di squadra e le collaborazioni con Assoenologi, Ais (Associazione Italiana Sommelier), Federazione Italiana Cuochi, Slow Wine,Slow Food e Comune di Matera ha consentito di mettere in moto una macchina organizzativa che ha animato la città per tre giorni, puntando sul binomio territorio e buon vivere che fa di Matera uno dei luoghi prescelti non solo dai visitatori italiani ma anche dagli stranieri. A contribuire ad una conoscenza più approfondita dei vini presenti, hanno pensato gli esperti che hanno condotto le masterclass di Casa Cava, a cominciare dal già Campione del Mondo dei Sommelier, Luca Gardini per proseguire con Adele Granieri, Alessandro Marra e Eugenio tropeano, presidente dell'Associazione Italiana Sommelier di Basilicata.


Soddisfatto il Presidente dell'Enoteca regionale, Paolo Montrone: “Il grande successo di questa iniziativa – spiega – conferma lo straordinario valore delle aziende che rappresentiamo ma fornisce anche un importante segnale di attenzione che ci spinge a sottolineare la necessità di dotare Matera di una sede dell'Enoteca regionale”. Franco e Donato Braia del Mef sottolineano il lavoro di squadra e condotto ad un risultato significativo: “Innanzitutto ringraziamo gli espositori che hanno creduto in questa manifestato e supportato con la qualità delle loro produzioni provenienti anche da altre regioni. Eventi di questo livello creano anche le condizioni migliori per una collaborazione con albergatori, ristoratori, attività commerciali, residenti e turisti. Condizione necessaria, però, è che anche le misure di mobilità cittadina venga adeguate a flussi importanti nei Sassi, a cominciare da una regolamentazione più stretta del traffico automobilistico, che agevolerebbe in particolare i turisti”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie