Sabato 18 Settembre 2021 | 09:46

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Le manifestazioni

A Matera è già Natale tra mercatini, cultura e diretta di Capodanno

A poco più di due mesi dalla cerimonia di apertura di Matera capitale europea della cultura, il centro si prepara ad accogliere i visitatori come Città del Natale

A Matera è già Natale tra mercatini, cultura e diretta di Capodanno

MATERA - Quest’anno il Natale arriva in anticipo a Matera. A pochi mesi dal 2019 e dalla cerimonia di apertura di Matera capitale europea della cultura, il 19 gennaio, la città si prepara ad accogliere i visitatori proponendosi anche come Città del Natale.

La destagionalizzazione delle manifestazioni natalizie intende andare incontro al crescente interesse acquisito da Matera a livello internazionale dalla proclamazione a capitale europea della cultura e offre l’occasione per testare il sistema dell’accoglienza. Si respirerà un’intensa aria natalizia dal giorno di Santa Cecilia, il 22 novembre, al giorno di Capodanno, quando si alterneranno appuntamenti di grande richiamo, come il Presepe vivente nei Sassi e la diretta di Capodanno su Rai Uno, ad altri più «a misura di turista», ma non solo, orientati all’animazione e all’intrattenimento. Un cartellone senza sfarzo, ma che vuol trasmettere il calore e l’emozione delle cose semplici e dare anche il segno di una città che sta cambiando, nonostante tutti i grandi e gravi ritardi accumulati nella realizzazione delle opere di Matera 2019, e ambisce a proporsi sulla scena internazionale anche per il livello dei progetti culturali ideati e prodotti in loco oltre che per la bellezza dei Sassi e del suo patrimonio ambientale e culturale.

Il Natale si farà assaggiare dal 22 al 25 novembre con i mercatini nel centro storico, le luminarie, un Santa Claus in carne e ossa che riceverà le tradizionali letterine dai bambini, lo street food e le degustazioni di dolci caratteristici, vini e caldarroste, di cui la Basilicata è tra i maggiori produttori. Quelli di Matera saranno i primi mercatini natalizi più a sud dell’Europa, promossi sui maggiori portali internazionali (tra cui il sito www.tuttomercatinidinatale.it) insieme con i mercatini tradizionali di Bolzano, Vienna, Strasburgo, Stoccolma, Dresda.

Dal 7 dicembre al 6 gennaio l’atmosfera del Natale sarà vissuta anche attraverso la rappresentazione del Presepe vivente nei Sassi, con la partecipazione di Vincenzo Failla e altri 50 attori, in un luogo che offre una scenografia unica al mondo evocando la Nazareth di due mila anni fa. Il Natale chiamerà all’opera anche gli abitanti coinvolgendoli in Lumen, uno dei grandi progetti collettivi enunciati dal Dossier di candidatura di Matera 2019, con l’obiettivo anche di migliorare la qualità della città, per la costruzione di un percorso di luce da realizzare con l’aiuto di designer nazionali e internazionali. Oltre 3000 persone saranno protagoniste di laboratori in cui «il tema della luce sarà declinato in maniera originale diventando parte integrante della cerimonia inaugurale» di Matera 2019.

Ma tra Natale e il 19 gennaio l’altra grande attrazione, da vivere anche seduti davanti alla tv, sarà la diretta di Capodanno che la Rai ha «riportato» a Matera nell’anno fatidico dopo lo «strappo» della Regione che voleva proporla a Venosa. «Sarebbe difficilmente giustificabile a livello istituzionale l’indicazione di una sede diversa nella stessa regione», hanno obiettato dagli uffici romani della tv di Stato in via Mazzini, rimarcando indirettamente il grado di appeal che Matera può vantare rispetto a tante concorrenti. Non solo nella regione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie