Giovedì 24 Gennaio 2019 | 04:57

NEWS DALLA SEZIONE

Caccia ai ladri nel leccese
Caprarica, irrompono nell'ufficio postale da un buco nel muro e rubano 18mila euro

Caprarica, irrompono nell'ufficio postale da un buco nel muro e rubano 18mila euro

 
Il caso
Lecce, a 12 anni accusò parroco di molestie, adolescente rivela di aver mentito

Lecce, a 12 anni accusò parroco di molestie, adolescente rivela di aver mentito

 
Uscito dalla macchinetta
Lecce, beve espressino al bar e ingoia pezzo di metallo

Lecce, beve espressino al bar e ingoia pezzo di metallo

 
Il caso nel Leccese
Nardò, microspie in sagrestia per diffondere i segreti dei fedeli in confessione: è mistero

Nardò, microspie in sagrestia per diffondere i segreti dei fedeli in confessione: è mistero

 
A Giuggianello
Rave party illegale in Salento: 5 denunciati per festa in capannone

Rave party illegale in Salento: cinque denunciati per festa in capannone

 
Nella notte
Tap, acqua contaminata: blitz delle Tute blu davanti ad azienda di Martano

Tap, acqua contaminata: blitz delle «Tute blu» davanti ad azienda di Martano

 
A Miggiano
Lecce, cade dal tetto di un capannone industriale: morto 72enne

Lecce, cade dal tetto di un capannone: morto 72enne

 
Lotta alla droga
Lecce, trovato con 7 chili di marijuana: arrestato 19enne

Lecce, nascondeva 7 kg di marijuana in garage: arrestato 19enne

 
Il gasdotto
Tap, al via l'esame dei periti della Procura: presente anche Emiliano

Tap, al via esame periti della Procura: in aula anche Governatore Emiliano

 
L'appello
L'arcivescovo di Lecce Seccia con la Gazzetta: «Chi può intervenga»

L'arcivescovo di Lecce Seccia con la Gazzetta: «Chi può intervenga»

 
la vertenza salento
Lecce, gasdotto e risarcimenti, Minerva: «Presto un tavolo»

Lecce, gasdotto e risarcimenti, Minerva: «Presto un tavolo»

 

A Leuca

Liquami in mare
vietata la balneazione

Scontro con Aqp. Il sindaco accusa: «Deplorevoli ricadute sull'immagine della marina»

Liquami in mare vietata la balneazione

di Mauro Ciardo

SANTA MARIA DI LEUCA - L’impianto fognario va in tilt, i liquami finiscono in mare e il sindaco vieta la balneazione su un tratto di costa. Sono attesi nelle prossime ore i risultati delle analisi sui campioni di acqua marina prelevati dall’Arpa in seguito allo sversamento in mare di liquami non depurati. Solo in caso di parere positivo sarà possibile fare il bagno tra la spiaggia del Lido Azzurro e la Torre dell’Omo morto. Una brutta grana in un periodo in cui anche il bel tempo favorisce la presenza di turisti.

L’emergenza è scattata sabato, quando in seguito alla rottura di una condotta sotterranea in via Leonardo Da Vinci, in mare sono finite le acque non depurate che dovevano essere pompate fino al depuratore consortile. Un vero e proprio fiume di melma maleodorante si è riversato in diverse strade della marina. E, una volta finito in mare, ha creato una chiazza giallognola rendendo torbido uno specchio acqueo esteso tra il lungomare Cristoforo Colombo e la scogliera antistante la torre cinquecentesca.

Il rischio di inquinamento ha costretto il sindaco Santo Papa a emettere un’ordinanza urgente di divieto di balneazione a causa del rischio igienico sanitario che potrebbe avere, come ha sottolineato lo stesso primo cittadino «deplorevoli ricadute negative per il senso del decoro collettivo e l’immagine pubblica del comune e della marina».

L’impianto di sollevamento dei reflui, così come il depuratore, sono gestiti da Acquedotto Pugliese. «L’Ente gestore dell’impianto di trattamento - ha aggiunto Papa - non ha realizzato alcun intervento tempestivo di immediata apposizione, a scopo cautelare, di segnaletica diretta a inibire la balneazione».

Poco dopo lo sversamento in mare, sul posto sono giunti i tecnici dell’Arpa che hanno effettuato i prelievi. I risultati si conosceranno probabilmente domani e fino ad allora il lungo tratto di costa sarà off limits.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400