Lunedì 08 Agosto 2022 | 07:30

In Puglia e Basilicata

Le fiamme

Lecce, incendio a San Cataldo: evacuate 20 persone, distrutte case e vivai. Altri 3 roghi in Puglia

Lecce, attacco ai politici «San Cataldo è stata abbandonata»

Il fumo è arrivato vicino a cento strutture. A Brindisi, Gravina in Puglia e Monte Sant'Angelo

29 Giugno 2022

Redazione online

LECCE - A causa di un incendio scoppiato intorno alle 14.30 in località San Cataldo a Lecce, una ventina di persone sono state evacuate e sono a rischio - riferisce l'Arif - un centinaio tra case, vivai e aziende agricole, e il fuoco ha raggiunto anche alcune strade provinciali. In fumo, al momento, oltre 30 ettari. «La situazione - dice l’Agenzia regionale per le attività irrigue e forestali - è da codice rosso», perché «il vento amplifica il propagarsi delle fiamme». Sul posto circa 50 unità tra operatori antincendio boschivo Arif, vigili del fuoco, protezione civile, associazioni di volontariato e carabinieri forestali. Un canadair ha già effettuato una decina di lanci. 

Un vivaio è andato completamente distrutto e una decine di abitazioni sono state evacuate fino a questo momento a causa dell’incendio scoppiato a Lecce in località San Cataldo. A quando si apprende alcune case sono state danneggiate dalle fiamme. Gli operatori Arif, l’agenzia regionale per le attività irrigue e forestali, sono intervenuti per mettere in sicurezza alcuni animali di una azienda agricola. La curiosità della gente che si riversa per strada da Lecce non agevola le operazioni di messa in sicurezza. Sul posto sono arrivati anche Polizia e vigili urbani.

Il personale sanitario del 118 è intervenuto a Lecce per soccorrere diversi anziani colti dal panico a causa dell’incendio in corso in località San Cataldo che sta mettendo a rischio un centinaio tra case, una decina già evacuate, vivai (uno distrutto) e aziende agricole. L’Enel, inoltre, è intervenuta per scollegare le utenze di energia elettrica dell’area, poiché le fiamme hanno raggiunto alcuni pali e cavi elettrici della rete.

ALTRI 3 ROGHI IN PUGLIA

Almeno altri tre incendi, oltre quello di Lecce che ha già portato alla evacuazione di una ventina di persone mettendo a rischio case e aziende agricole, sono scoppiati in Puglia nella tarda mattinata di oggi, alimentati dal vento e dalle alte temperature. A Bosco di Santa Teresa dei Lucci (Brindisi) il fuoco ha bruciato circa 15 ettari di lecci e sugherete ed è attualmente sotto controllo dopo l'intervento di un canadair e di una ventina di uomini tra operatori antincendio boschivo Arif, vigili del fuoco, protezione civile, associazioni di volontariato e carabinieri forestali.
A Madonna della Stella in agro di Gravina in Puglia (Bari), il rogo si sta espandendo lungo la gravina e ha già bruciato una decina di ettari. Stanno operando un velivolo 'dragò dei vigili del fuoco e una decina di uomini. Brucia anche la foresta di Monte Sant'Angelo sul Gargano, già interessata tre giorni fa da un altro incendio. Da terra stanno lavorando una decina di unità ed è intervenuto anche un canadair che ha già effettuato cinque lanci. Le fiamme al momento si estendono su circa dieci ettari.

IN SERATA INCENDIO SOTTO CONTROLLO

E’ sotto controllo l’incendio divampato a Lecce, in località San Cataldo, intorno alle 14.30. Le fiamme hanno costretto alla evacuazione di una decina di abitazioni e una ventina di persone, quasi tutte poi rientrate in casa, tranne i residenti di una masseria con animali. Il rogo ha completamente distrutto due vivai. Il fuoco ha raggiunto una estensione complessiva di circa quaranta ettari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

EDITORIALI

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725