Giovedì 29 Settembre 2022 | 20:00

In Puglia e Basilicata

LA TRAGEDIA

Una fiaccolata per Donatella tra il dolore e la riflessione

Una fiaccolata per Donatella tra il dolore e la riflessione

Donatella e Maetto di Novoli, scomparsi domenica scorsa in una giornata di pura follia

Omicidio-suicidio di Novoli: un lutto per la comunità che stasera si stringe al dolore dei familiari. I funerali, a quanto si è appreso, si svolgeranno separati

22 Giugno 2022

Dino Levante

NOVOLI - Fiaccolata silenziosa «In preparazione dell’ultimo saluto a Donatella – Novoli cammina insieme» questa sera, dalle 21, per le vie di Novoli per ricordare la donna, la madre e la moglie Donatella Miccoli (Dona, per le tante amiche), vittima di un gesto inspiegabile, che proporrà, specialmente alle nuove generazioni, un’occasione di riflessione sulla centralità e la sacralità della vita e del corpo umano. «In questi giorni – affermano le varie associazioni organizzatrici – siamo pervasi da un senso di smarrimento e impotenza, rabbia e ingiustizia: ancora violenza inaudita sul corpo di una donna, della nostra Donatella. Quando il cuore è ferito la tentazione forte è quella di chiudersi per evitare di provare altro dolore. Ma è in questi momenti che occorre resistere, reagire alla sofferenza restando ancora più uniti. Come Comunità vogliamo camminare insieme per esprimere la nostra vicinanza alla famiglia e condannare questi episodi che lasciano senza parole, che paralizzano e portano allo sgomento. Non è affatto semplice – concludono – ma è l’unico modo per far comprendere che l’Amore genera Vita, la violenza genera Morte».

La fiaccolata partirà da piazza Aldo Moro e attraverserà le vie: Pendino, Madonna del Pane, Lazio, Calabria, Boden Powel, Veglie, Fiore, Bodini, Carducci, Sacco e Vanzetti, S. Paolo, Sant’Antonio, per rientrare in piazza Aldo Moro. Ciascuno è invitato, dagli organizzatori, a portare con sé un lumino o una fiaccola. La manifestazione si svolgerà, in un gemellaggio ideale, insieme con quella che si terrà, nelle stesse ore, a Pieve Emanuele (in provincia di Milano), dove Donatella e Matteo avevano vissuto i loro primi spensierati anni da sposati. Alla fiaccolata aderisce ufficialmente anche il comune di Trepuzzi che, attraverso il sindaco Giuseppe Taurino esprime «il più sentito cordoglio alla famiglia Miccoli a cui ci sentiamo particolarmente legati - afferma il Sindaco Giuseppe Taurino - avendo, il padre di Donatella, prestato servizio per diversi anni presso la locale stazione dei Carabinieri». 

Per il resto il paese di Novoli è fermo, ammutolito, come sotto una coltre di silenzio, in attesa di conoscere la data dei funerali della 38enne Donatella Miccoli, assassinata nella notte tra sabato e domenica dal marito Matteo Verdesca, 39enne, poi morto suicida, arso nella sua auto alla periferia del paese. I familiari dell’uomo, travolti dal dolore, non se la sono sentita di esprimere alcun pensiero. I funerali, a quanto si è appreso, si svolgeranno separati: quelli dell’uxoricida nella natia Veglie, mentre quelli della povera vittima a Novoli. Il feretro di quest’ultima, appena terminate le formalità dell’autopsia, giungerà nella chiesa Madre dove avrà luogo la liturgia funebre e non nella sua chiesa parrocchiale della Madonna del Pane (a due passi dall’abitazione dove si è consumata la tragica vicenda), e dove Donatella era solita portare la figlia al catechismo e partecipare alle sante messe la domenica e le altre ricorrenze religiose. A officiare il rito religioso ha assicurato la sua presenza l’arcivescovo metropolita di Lecce monsignor Michele Seccia, che presiederà la santa messa con la concelebrazione dei parroci di Novoli don Luigi Lezzi e don Stefano Spedicato, con la partecipazione di altri religiosi e del numeroso pubblico. La scelta della più capiente chiesa Matrice, intitolata a Sant’Andrea Apostolo (nella centrale piazza Aldo Moro e martiri di via Fani), è stata determinata proprio dalla prevedibile presenza dei tanti concittadini che vorranno dimostrare, ancora una volta, la loro vicinanza ai familiari di Donatella Miccoli, così duramente colpiti dal tragico epilogo della coppia che ha lasciato improvvisamente orfani i figli Sofi, di sette anni, e Diego di appena due.

Per l’ultimo saluto a Donatella Miccoli, ha dichiarato la partecipazione il primo cittadino di Novoli, Marco De luca, in veste ufficiale e a nome della collettività locale, accompagnato dall’intero consiglio comunale. Nello stesso giorno dei funerali, tutte le attività commerciali del paese hanno accolto l’invito al lutto cittadino, già proclamato dal sindaco il giorno stesso dei tragici fatti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725