Venerdì 14 Maggio 2021 | 15:16

NEWS DALLA SEZIONE

Emergenza migranti
Santa Maria di Leuca, intercettata un’imbarcazione con a bordo un gruppo 13 migranti

Santa Maria di Leuca, intercettata un’imbarcazione con a bordo un gruppo di 13 migranti

 
Ambiente
Melpignano, sequestrata una cava abusiva

Melpignano, sequestrata una cava abusiva

 
Ambiente
Depuratore di Porto Cesareo, per ora nessuno scarico in battigia

Depuratore di Porto Cesareo, per ora nessuno scarico in battigia

 
La convocazione
Pallavolo, convocato nell'under 21 il salentino Davide Russo

Pallavolo, convocato nell'under 21 il salentino Davide Russo

 
L'inchiesta
Tricase, muore dopo l'intervento: due medici a processo

Tricase, muore dopo l'intervento: due medici a processo

 
L'inchiesta su Il Molo
San Cataldo, abusi  in riva al marea processo l'ex assessore Pasqualini,  e altri otto

San Cataldo, abusi in riva al mare a processo l'ex assessore Luca Pasqualini

 
L'iniziativa
«A cuore nudo», una 'palestra' per emozionarsi su Telegram: l'idea viene dal Salento

«A cuore nudo», una 'palestra' per emozionarsi su Telegram: l'idea viene dal Salento

 
il progetto
San Foca, il mare accessibile ai pazienti fragili

San Foca, il mare accessibile ai pazienti fragili

 
L'omicidio
Ex carabiniere ucciso a Copertino: disposta l'autopsia, due indagati

Carabiniere ucciso a Copertino: disposta l'autopsia, indagati i genitori della sua ex

 
Serie B
Lecce, dieci giorni per ricucire il sogno della promozione in A

Lecce, dieci giorni per ricucire il sogno della promozione in A

 
Trasporti
Aeroporto Salento riapre dopo lavori per cono atterraggio

Aeroporto Salento riapre dopo lavori per cono atterraggio

 

Il Biancorosso

L'intervista
Galano tra due grandi amori: «Bari e Foggia, che brividi»

Galano tra due grandi amori: «Bari e Foggia, che brividi»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Brindisila denuncia
Brindisi, arrivano le fototrappole ma il centro storico resta una vergogna

Brindisi, arrivano le fototrappole ma il centro storico resta una vergogna

 
TarantoIl siderurgico
Ex Ilva, annunciato sciopero per il 21 maggio, coinvolti lavoratori diretti e dell'appalto

Ex Ilva, annunciato sciopero per il 21 maggio, coinvolti lavoratori diretti e dell'appalto

 
PotenzaOccupazione
Melfi, Stellantis: al via tavolo tecnico con Regione Basilicata

Melfi, Stellantis: al via tavolo tecnico con Regione Basilicata

 
HomeEmergenza migranti
Santa Maria di Leuca, intercettata un’imbarcazione con a bordo un gruppo 13 migranti

Santa Maria di Leuca, intercettata un’imbarcazione con a bordo un gruppo di 13 migranti

 
BatLa curiosità
Canosa, volontari dell'Enpa salvano la maialina Mariarosa

Canosa, volontari dell'Enpa salvano la maialina Mariarosa

 
MateraLa novità
Protocollo di collaborazione per la «Carta del potenziale archeologico di Matera»

Protocollo di collaborazione per la «Carta del potenziale archeologico di Matera»

 

i più letti

Il caso

Nardò, «caso firme»: un giallo e due querele

Spariti documenti chiave dai faldoni comunali, accuse al vetriolo tra sindaco ed ex

Nardò, «caso firme»: un giallo e due querele

nardò «Caso firme», un giallo e due querele. Dagli uffici comunali di via Pantaleo Ingusci risultano trafugati svariati moduli di liste melloniane relativi alle amministrative 2016. E il sindaco Pippi Mellone querela due avversari politici autori, nelle ultime ore, di pesanti accuse nei suoi riguardi.
Partiamo dal furto dei faldoni. È avvenuto lo scorso febbraio e preoccupa un dettaglio raccontato dagli impiegati ai Carabinieri della stazione di Nardò: le porte di accesso all’edificio non presentavano segni di danneggiamento. Per questo si sospetta che il ladro o i ladri avessero libero accesso all’ufficio.
La vicenda nasce nell’ottobre 2020 quando due consiglieri comunali di opposizione ricevono una lettera da mittente ignoto in cui si afferma che nel 2016 su alcuni moduli elettorali presentati dall’attuale sindaco sarebbero state apposte firme false. Quattro ex candidati di Mellone, oggi suoi avversari, dopo un accesso agli atti disconoscono le firme a loro nome (autenticate proprio da Mellone, all’epoca consigliere comunale) e vanno in Procura. A fine marzo di quest’anno la magistratura sequestra il faldone di quelle elezioni. Faldone dal quale però mancherebbero diverse firme, tra cui proprio quelle «da attenzionare». I fascicoli trafugati riguardano almeno cinque liste.
L’opposizione nel frattempo si scatena. Due avversari di Mellone in particolare, l’ex sindaco Marcello Risi e il candidato sindaco Pierpaolo Losavio, lanciano in queste ore accuse all’indirizzo del primo cittadino, che, come si diceva, querela entrambi. C’è chi auspica si discuta dei fatti in consiglio comunale (Mino Frasca e lo stesso Pierpaolo Losavio); qualcuno starebbe pensando anche a una mozione di sfiducia. Fa un passo in più il candidato sindaco Giuseppe Cozza: «Rivolgo un pubblico appello al procuratore capo della Repubblica di Lecce dottor Leonardo Leone De Castris: affianchi personalmente i validi magistrati ai quali l’inchiesta è stata affidata. Il Prefetto di Lecce chieda al sindaco di Nardò se e quando sia mai stata disposta un’indagine amministrativa interna dopo il furto dei faldoni. Chiedo infine alla deputata Soave Alemanno - conclude Cozza - di depositare un’interrogazione parlamentare al ministro dell’Interno e una al ministro di Giustizia su questo grave episodio».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie