Lunedì 16 Settembre 2019 | 04:38

NEWS DALLA SEZIONE

Sulla circonvallazione
Lecce, incendia il negozio attiguo al suo bar ormai chiuso: arrestato 57enne

Lecce, incendia il negozio attiguo al suo bar ormai chiuso: arrestato 57enne

 
La tragedia
Veglie, auto piomba su una bici: morto cicloturista belga

Veglie, auto piomba su una bici: morto cicloturista belga
Conducente era drogato

 
indagine nel Leccese
Trepuzzi, a 9 anni palpeggiata da anziano negoziante: arrestato

Trepuzzi, a 9 anni palpeggiata da anziano negoziante: arrestato

 
Il progetto
«Resilienza a domicilio»: l'associazione salentina 2HE porta gli psicoterapeuti nelle case dei malati di Sla

«Resilienza a domicilio»: l'associazione salentina 2HE porta gli psicoterapeuti nelle case dei malati di Sla

 
L'allarme
Gallipoli senza turisti e senza residenti: centro storico verso la desertificazione

Gallipoli senza turisti né residenti: centro storico verso la desertificazione

 
L'inchiesta
Salento, a 15 anni insulti e botte a scuola: indagati 4 bulli, anche una ragazzina

Salento, a 15 anni insulti e botte a scuola: indagati 4 bulli, anche una ragazzina

 
All'Ecotekne
Lecce, principio di incendio nella facoltà di Giurisprudenza: nessun ferito

Lecce, principio di incendio a Giurisprudenza: nessun ferito

 
In via vecchia carmiano
Lecce, vandali di notte nel centro disabili: gravi danni alla struttura

Lecce, vandali di notte nel centro disabili: gravi danni alla struttura

 
nel Leccese
Scorrano, intero centro sportivo costruito senza autorizzazioni: denunciata una donna

Scorrano, intero centro sportivo costruito senza autorizzazioni: denunciata una donna

 
Agricoltura
Xylella, allarme Coldiretti: «A Lecce 90% di olio in meno, frantoi pronti a chiudere»

Xylella, allarme Coldiretti: «A Lecce 90% di olio in meno, frantoi pronti a chiudere»

 
Il talento
Danza, il sogno di Valentino, da Leverano a New York

Danza, il sogno di Valentino, da Leverano a New York

 

Il Biancorosso

Serie C
Il nuovo Bari ricomincia da tre

Il nuovo Bari ricomincia da tre

 

NEWS DALLE PROVINCE

HomeIncidente stradale
Massafra, perde il controllo della moto e si schianta: morto 48enne

Massafra, perde il controllo della moto e si schianta: morto 48enne

 
BrindisiL'omicidio
Brindisi, 19enne ucciso con 3 colpi alla testa: domani i funerali

Brindisi, 19enne ucciso con 3 colpi alla testa: domani i funerali

 
BatLa lite
Barletta, rissa tra ubriachi: uomo ferito con un fendente. Non è grave

Barletta, rissa tra ubriachi: uomo ferito con un fendente. Non è grave

 
BariAlla Campionaria
Bagno di folla per Ezio Bosso a Bari: sala gremita per il Maestro

Bagno di folla per Ezio Bosso a Bari: «Non posso suonare, smettete di chiedermelo»

 
Foggiai roghi
Incendio a lago Salso nel Foggiano, distrutti ettari di canneto

Incendio a lago Salso nel Foggiano, distrutti ettari di canneto. Fiamme anche a Torre Colimena, nel Tarantino

 
LecceSulla circonvallazione
Lecce, incendia il negozio attiguo al suo bar ormai chiuso: arrestato 57enne

Lecce, incendia il negozio attiguo al suo bar ormai chiuso: arrestato 57enne

 
PotenzaA reggio emilia
La birra è troppo fredda, 39enne del Potentino tenta di strangolare una barista

La birra è troppo fredda, 39enne del Potentino tenta di strangolare una barista

 
MateraNel Materano
Craco, pochi alunni: accorpate classi di medie ed elementari, protesta dei genitori

Craco, pochi alunni: accorpate classi di medie ed elementari, protesta dei genitori

 

i più letti

La visita

Salvini a Lecce: «Benvenuto in terra accoglienza». Proteste: «Indietro i 49mln»

Il ministro dell'Interno sarà nel capoluogo in mattinata. Nel pomeriggio nuovamente a Bari

Salvini a Lecce, striscione: «Benvenuto in terra accoglienza». Firmerà patto sicurezza urbana con Emiliano

foto Ansa

«Salvini benvenuto nel Salento, terra di pace e accoglienza», è quanto si legge su uno striscione affisso su palazzo Adorno a Lecce, sede della Provincia, in occasione dell’arrivo in città del ministro dell’Interno e leader della Lega, Matteo Salvini.
«Uno striscione per ricordare a tutti che la storia del Salento è fatta di ponti e non di muri», spiega il presidente della Provincia di Lecce, Stefano Minerva, eletto nelle file del Pd.

«Ho saputo con mia grande sorpresa solo domenica sera che oggi era in programma la firma del Patto per la sicurezza urbana della città di Lecce». Lo ha detto arrivando nella prefettura di Lecce, dove è in programma a breve la firma del patto con il ministro dell’Interno Matteo Salvini, il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano. «Chiederò al Ministro come mai questo sussulto improvviso visto che il Patto era fermo da molti mesi, nonostante l’avessimo preparato da tempo con l’allora prefetto Claudio Paloma. L’importante comunque esserci e io diligentemente ci sono», aggiunto Emiliano.

IL COMIZIO - E’ durato circa dieci minuti il discorso di Matteo Salvini dal palco in piazza sant'Oronzo a Lecce, ma c'è voluta oltre un’ora perchè il leader della Lega esaurisse il rito dei selfie con i sostenitori a conclusione della manifestazione. Ad attendere pazientemente in fila per salire sul palco per la foto ci sono uomini e donne di ogni età. "E' la terza volta che vengo a vederlo in Salento - spiega una signora cinquantenne - e sono qui nonostante mi sia operata da poco». «Abbiamo fiducia in lui - ci dice un altro signore - perché è il nostro leader e sa come difendere i nostri ideali».
Ad attendere in coda c'è anche un giovane migrante senegalese "Io non ce l’ho con lui - dice - Mi piace quello che dice perché dice delle cose vere. Io sono qui in Italia da 20 anni, lavoro e sono in regola. E dovrebbe fare così chiunque».
Le operazioni di selfie - vengono controllate a vista dai numerosi agenti presenti. Per accontentare una donna disabile che non riusciva a salire sul palco, il leader della Lega è sceso per andarle incontro e scattare la foto col cellulare.

LA CONTESTAZIONE: Fischi, urla, cori da stadio scanditi da frasi tipo 'restituisci i 49 milioni', ed anche insulti hanno accompagnato il comizio del leader della Lega, Matteo Salvini in piazza sant' Oronzo a Lecce. La voce del vicepremier a tratti è stata coperta dal rumore dei contestatori che, ad una prima stima, apparivano in numero equivalente se non superiore ai sostenitori. I contestatori sono stati tenuti a distanza di sicurezza dal palco del comizio. La piazza, dove finito il comizio si sta consumando il rito dei selfie col leader, è cinturata da decine di poliziotti in assetto antisommossa.

SIGLATO PATTO SICUREZZA URBANA - “Questa è la terra di Don Tonino Bello, è la terra che Papa Francesco ha scelto per convocare i vescovi e i patriarchi del Mediterraneo per parlare di pace. È una terra che è diventata turistica non solo grazie alla monumentale bellezza dei luoghi, ma anche grazie al carattere accogliente dei pugliesi. Accogliere è sinonimo di Puglia e spero che il Ministro dell’Interno oggi riesca a cogliere la nostra identità”. Così il Presidente della Regione Puglia a margine della sottoscrizione, avvenuta questa mattina presso la Prefettura di Lecce alla presenza del Ministro dell’Interno, del “Patto per la sicurezza urbana e per la promozione e attuazione di un sistema di sicurezza partecipata e integrata”. Erano presenti il Prefetto di Lecce Maria Teresa Cucinotta, il Commissario straordinario del Comune di Lecce Ennio Mario Sodano e i soggetti aderenti al Patto.


Durante il suo intervento il Presidente della Regione Puglia ha evidenziato che l’accordo sottoscritto oggi si inserisce in un ampio ventaglio di iniziative che la Regione ha messo in campo sul tema della sicurezza. “È un accordo - ha detto - basato su una profonda consapevolezza della Regione, perché è vero che la sicurezza non è nelle nostre competenze, però siamo certi che la nostra prossimità rispetto alle problematiche della sicurezza dei cittadini ci consenta, in collaborazione e ovviamente sotto la vigilanza del Ministero dell'Interno e dei Prefetti, di attuare il massimo della sinergia possibile”.


“In questi anni - ha continuato il Presidente della Regione Puglia - abbiamo varato la Commissione regionale antimafia e la legge pugliese sull'antimafia sociale; una legge che tenta di accompagnare l'attività repressiva con attività di protezione del corpo sociale. Credo che la Puglia sia la regione che ha investito di più in Italia, ben 11 milioni di euro per attività di antimafia sociale, per l'educazione alla legalità, ma anche per intervenire nei luoghi del degrado”. “Stiamo lavorando - ha concluso il Presidente - per il numero unico 112: nel senso che noi contiamo entro l'anno di avere questo numero unico delle emergenze in tutta la Regione e questo ovviamente ci consentirà di mettere insieme le capacità straordinarie delle sale operative”. Il Presidente della Regione ha poi colto l’occasione per ringraziare l’intera magistratura pugliese e le forze dell’ordine per il quotidiano impegno nella repressione dei fenomeni criminali. “Anche a Lecce - ha spiegato - non mancano attività più importanti di repressione della criminalità organizzata che un tempo era o è ancora oggi la nostra principale preoccupazione. Ci sono, ad esempio, fenomeni di caporalato che stiamo provando a reprimere non tanto attraverso sanzioni nei confronti delle imprese agricole che sono molto provate in tutta l'area, quanto piuttosto nell'organizzare le cosiddette foresterie dei lavoratori dell'agricoltura. È un investimento della Regione Puglia fuori dalle proprie competenze di decine di milioni di euro, e tra qualche giorno riusciremo ad aprire la foresteria anche in provincia di Foggia”.


Gli obiettivi del Patto siglato oggi in Prefettura sono quelli di garantire il diritto alla sicurezza dei cittadini attraverso una programmazione urbana volta a ridurre le opportunità di commettere reati ed elevare la partecipazione attiva dei cittadini. L’Individuazione, poi, di iniziative integrate di prevenzione sociale volte alla riqualificazione del tessuto urbano, al recupero del degrado ambientale e del disagio sociale per elevare il livello di percezione della sicurezza e vivibilità sociale. E infine l’avvio di azioni incisive e integrate di vigilanza in materia di tutela del lavoro e la promozione di interventi per la prevenzione e il contenimento dei fenomeni di prostituzione, spaccio, occupazione abusiva di immobili, limitazione del godimento di spazi pubblici da parte dei cittadini.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie