Mercoledì 17 Luglio 2019 | 06:53

 

Tutto sul Bari calcio

il Biancorosso Facebook
 

IL PERSONAGGIO

Un gol per chiedere scusa a tuttiEcco il regalo di Simeri ai tifosi

Un gol per chiedere scusa a tutti
Ecco il regalo di Simeri ai tifosi

"Qundici giorni d’inferno allenandomi duramente e pagando dentro e fuori dal campo per l'espulsione"

«Con questo gol chiedo scusa alla società e ai tifosi per l’espulsione di Palmi». Con l’inzuccata vincente sul Portici, Simone Simeri si fa perdonare il cartellino rosso rimediato due settimane fa in Calabria e costato due giornate di squalifica con tanto di multa da parte della famiglia De Laurentiis: «Ho trascorso quindici giorni d’inferno allenandomi duramente e pagando dentro e fuori dal campo per quell’episodio - esordisce l’attaccante biancorosso, 26 anni tre giorni fa - . Anche contro il Portici, penso di aver dimostrato di essere un giocatore importante per questa squadra. Come tutti gli altri miei compagni. Il colpo di testa non è una mia dote naturale, e questo segnato stavolta mi ricorda quello infilato contro il Gela. Sempre su servizio di Floriano. Nel complesso della gara, buona la gestione della ripresa con risoluzione decisiva al momento giusto». Di assist, l’ex bomber della Juve Stabia (eguagliati gli 11 centri dell’anno scorso con la maglia delle “vespe”) quest’anno ne ha sfornati nove. Un modo come un altro per mettere da parte gli obiettivi realizzativi personali: «In questa stagione - dice la punta di origini napoletane - abbiamo tutti accantonato gli interessi individuali. Imperativo d’obbligo per portare il Bari in alto. Posso dare ancora di più e ce la metto tutta per il bene di questi colori. Sogno, infatti, di proseguire il mio percorso di crescita in Puglia. Lascerò decidere alla società». Sempre sul piedistallo del girone I, il Bari conserva lo scettro di regina. Ai tre punti col Portici («Complimenti agli azzurri di mio cognato Di Prisco», anche a lui a segno ieri) ne dovranno seguire altri due per bagnare l’ugola e cantare la vittoria finale del campionato. Numeri alla mano, per la matematica promozione bisognerà fare il paio con altri due pareggi o un altro successo nei rimanenti tre impegni stagionali. Simeri alza il tiro: «A prescindere da come sarebbe finita contro la squadra di Chianese, andremo comunque a Troina per ottenere il massimo risultato. A questo punto, per la promozione dipende solo dal Bari, cercando di essere più forti di tutto e tutti. Arbitri compresi che, come gli avversari, vogliono sempre mettersi in mostra non eccellendo a volte in precisione di vedute. Non vuole essere una critica. Siamo ormai al traguardo e dobbiamo farcene una regione».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DAL BIANCOROSSO

Bari calcio, in squadra arrivano in prestito Costa e Folorunsho

Bari calcio, in squadra arrivano in prestito Costa e Fo...

 
Bari, squadra parte in ritiro: non ci sarà Brienza

Bari, squadra parte in ritiro: non ci sarà Brienza

 
Bari, ultime visite poi ritiro. Casting tra tifosi per testimonal abbonamenti

Bari, ultime visite poi ritiro. Casting tra tifosi per ...

 
Bari, perfezionata altra operazionebloccato Terrani esterno offensivo

Bari, perfezionata altra operazione: bloccato Terrani e...

 
Bari, un milione di europer convincere Antenucci

Bari, un milione di euro per convincere Antenucci

 
Bari, da oggi si accendono le luciPronto ad ufficializzare i primi nomi

Bari, da oggi si accendono le luci. Pronto ad ufficiali...

 
Torrente: "Bari, tieni Brienzapuò ancora decidere un match"

Torrente: "Bari, tieni Brienza: può ancora decidere un ...

 
Coppa Italia, in campo già dal 4 agostoil campionato invece parte il 25 agosto

Coppa Italia, in campo già dal 4 agosto: il campionato ...