Giovedì 25 Aprile 2019 | 07:47

 

Tutto sul Bari calcio

il Biancorosso Facebook
 

IL PRESIDENTE

De Laurentiis, il lavoro lo chiama negli UsaGiovedì non ci sarà nella trasferta di Troina

De Laurentiis, il lavoro lo chiama negli Usa
Giovedì non ci sarà nella trasferta di Troina

"Seppure a distanza spero di festeggiare la promozione in serie C"

I primi minuti a caldo del presidente biancorosso Luigi De Laurentiis dopo Bari-Portici si consumano stilando un bilancio a metà tra la festa e l’incompiuto: «Non parteciperò alla trasferta di Troina perché sarò impegnato per impegni professionali in America - fa sapere subito uscendo dal seminato - . Seppure a distanza, spero comunque di festeggiare la promozione in serie C nella giornata di giovedì prossimo. Quando il Bari scenderà in campo, dalle mie parti saranno le nove di mattina. Un orario comodo per non perdere lo stesso i contatti con quello che accadrà in Sicilia». Luigi De Laurentiis è tutto rosa e fiori. I tre punti sul Portici valgono l’ipoteca sul salto di categoria. Obiettivo ormai ad un passo. Il numero uno del Bari tocca i tasti giusti e mette tutti sull’attenti: «Sono molto contento per questa vittoria, ma adesso occorre dirottare le energie sulla prossima sfida in Sicilia. Ho appena ringraziato i ragazzi per il lavoro svolto sinora. Ho chiesto ancora un piccolo sforzo per poi brindare a un obiettivo costruito nel tempo e meritato sino in fondo». A parte la stecca della direzione di gara («Anche contro il Portici, mettiamo in conto un arbitraggio difficile, di quelli che possono far saltare i nervi»), Luigi De Laurentiis cavalca l’onda emotiva che in queste ore investe la sua creatura: «Nello spogliatoio - dice con orgoglio il massimo dirigente biancorosso - si respira un bel clima di felicità. Conquistare i tre punti contro il Portici non era facile. Al “San Nicola” vengono tutti a giocarsela. Stesso discorso quando disputiamo le partite lontano da casa. Per sfruttare al massimo la visibilità televisiva, gli avversari ci tengono a mettersi in mostra e a farsi notare dagli amici e dagli osservatori». «Si è creato un bel gruppo tra staff tecnico, giocatori e collaboratori - continua riprendendo l’analisi sul Bari - . Siamo una squadra sotto tutti i punti di vista». L’ultima frangia chiama in causa la tifoseria. La chiosa finale suona come un appello accorato: «Spero di vedere tanti baresi allo stadio nell’ultima sfida in casa contro il Rotonda. Sarebbe il giusto premio alla squadra». Invito che cede il passo alle considerazioni su mister Cornacchini: «Lui ancora a Bari? Siamo concentrati a finire questo campionato. Una volta terminato - glissa - penseremo al futuro».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DAL BIANCOROSSO

"La vittoria più bella? Quella ad Acireale"Cornacchini: "Le difficoltà ci saranno sempre"

"La vittoria più bella? Quella ad Acireale" Cornacchini...

 
Bari, nel mirino il belga Vandeputteala sinistra (24 anni) della Viterbese

Bari, nel mirino il belga Vandeputte ala sinistra (24 a...

 
Stadio San Nicola, festa all'americanaIl Bari chiama a raccolta i suoi tifosi

Stadio San Nicola, festa all'americana Il Bari chiama a...

 
Bari, e adesso cosa si fa?Si accarezza il sogno scudetto

Bari, e adesso cosa si fa? Si accarezza il sogno scudet...

 
Il Bari è già un cantiere apertoL'allenatore? AI primi di giugno

Il Bari è già un cantiere aperto L'allenatore? Ai primi...

 
Abnegazione, generosità e tanti golSimeri ha conquistato il cuore dei baresi

Abnegazione, generosità e tanti gol Simeri ha conquista...

 
La Pink Bari dice addio alla serie AIl ko con l'Atalanta vuol dire retrocessione

La Pink Bari dice addio alla serie A Il ko con l'Atalan...

 
Il primo gradino di una scalache porta molto più in alto

Il primo gradino di una scala che porta molto più in al...